Università: i vantaggi del sistema americano

Serena Rosticci
Di Serena Rosticci
scopri i vantaggi di frequentare un'università americana in Italia

Ormai viviamo in un mondo assolutamente globalizzato, dove è praticamente impossibile lavorare se non si conosce l’inglese. Peccato che, ora come ora, le opportunità di impararlo sono davvero poche: o si frequentano corsi dispendiosi che comunque raramente assicurano un modo di comunicare colloquiale e fluente, o si fanno le valigie e si parte per qualche Paese estero. Ma c’è anche un’altra soluzione: frequentare l’università americana in Italia.

UN SISTEMA MOLTO FLESSIBILE - Infatti, l’inglese non è l’unico vantaggio. Per esempio, il piano di studio americano è molto flessibile e mette al centro lo studente, i suoi interessi, le sue passioni e i suoi obiettivi di carriera. Infatti, è possibile personalizzare il percorso di studio attraverso la scelta di molti corsi nell'arco dei tre anni. In sostanza, gli studenti possono modellare i loro studi in base alle proprie inclinazioni e ai propri interessi.

Un modo per personalizzare la propria laurea è attraverso la scelta di un minor, una specializzazione (ottenuta con 6 esami) che lo studente può scegliere in aggiunta al corso di studio principale... Il minor può essere scelto in una disciplina apparentemente lontana dal corso di laurea principale per acquisire ulteriori competenze e conoscenze e avere un profilo più dinamico. Per esempio, per lavorare nelle case d’asta e nell’organizzazione di eventi e gestione dei musei può essere molto utile affiancare al corso di studi in Storia dell’arte il minor in Economia aziendale. Oppure si può scegliere la combinazione Lingua e Letteratura inglese e minor in Scienze politiche per lavorare nell’ambito della comunicazione istituzionale o della promozione del patrimonio culturale, e così via.

SAPER FARE È FONDAMENTALE - Uno dei problemi lamentato da sempre dai ragazzi è quello di fare poca pratica all’interno delle università. Quante volte ci siamo chiesti a “che cosa serve” tutto quello che studiamo? Alla John Cabot questo problema non si pone: quello che si studia ha sempre un risvolto pragmatico. Nel campo dell’Economia, della Finanza e del Marketing, si studiano i casi aziendali. Nella Storia dell’Arte, si impara a fare un affresco mentre si studia la storia degli affreschi nei secoli. Inoltre, gli studenti possono scegliere tra gli stage offerti dalle 150 aziende ed organizzazioni ogni semestre. Alcuni di questi stage offrono anche crediti accademici

Commenti
Consigliato per te
Le 10 scuse che anche tu hai inventato per non uscire
Skuola | TV
Prima volta: tutte le difficoltà che si possono incontrare

Ospite in studio una psicosessuologa che ci parlerà delle difficoltà che ragazzi e ragazze possono incontrare durante la loro prima volta.

22 novembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta