Udu: Italia tra i paesi in Europa con le tasse universitarie più alte

Andrea Carlino
Di Andrea Carlino

Il rapporto Eurydice offre una panoramica comparativa sui sistemi di tassazione e di supporto finanziario agli studenti in 42 sistemi di istruzione superiore europei. Eurydice è la rete europea, nata nel 1980 su iniziativa della Commissione europea, che raccoglie, aggiorna, analizza e diffonde informazioni sulle politiche, la struttura e l’organizzazione dei sistemi educativi europei.
Le schede nazionali della ricerca contengono informazioni dettagliate su tasse, borse di studio, prestiti e altri benefit nei singoli Stati. I dati si riferiscono ai programmi del primo e del secondo ciclo e, se disponibili, anche ai programmi di ciclo breve.

In Italia

I paesi Ue in cui l'università si paga meno (cioè al di sotto dei 100 euro l'anno) sono la Repubblica Ceca, la Polonia, la Slovenia e la Slovacchia. In altri 15 stati - tra cui il Belgio, la Francia, l'Austria - il costo è compreso tra 100 e mille euro l'anno. Mentre in Italia, Irlanda, Spagna, Paesi Bassi, Portogallo, Svizzera e Liechtenstein il livello delle tasse cresce ancora, raggiungendo il limite di 3mila euro l'anno. Secondo Unione degli Universitari sarebbero le terze più alte d’Europa, e solo poco più di 9 studenti su 100 ricevono una borsa di studio. Il "caro tasse" negli atenei italiani non appare, bilanciato da un sistema adeguato di borse di studio: secondo il rapporto, infatti, meno del 10% degli iscritti riceve una borsa di studio, a fronte del 30% in Spagna, del 39% in Francia e addirittura del 72% in Finlandia.

Udu attacca

Un problema, quella della forbice tasse-borse che si ripercuote in modo inesorabile sugli studenti e sulle famiglie "Una combinazione letale - afferma la coordinatrice Udu, Elisa Marchetti - che nega il diritto allo studio ed è complice di uno svuotamento delle nostre università che colpisce le famiglie più povere. Chiediamo - aggiunge Marchetti - che si trovino almeno 150 milioni di euro da investire nel Fondo Integrativo Statale per le borse di studio e che il Fondo di Finanziamento Ordinario destinato alle Università sia incrementato con la finalità prioritaria di abbattere in modo sostanziale la contribuzione studentesca: i bilanci non si devono più reggere solo sulle spalle degli studenti e le tasse devono essere limitate ulteriormente e abbassarsi per tutti, con maggiore progressività".
Commenti
Consigliato per te
Le 10 scuse che anche tu hai inventato per non uscire
Skuola | TV
Prima volta: tutte le difficoltà che si possono incontrare

Ospite in studio una psicosessuologa che ci parlerà delle difficoltà che ragazzi e ragazze possono incontrare durante la loro prima volta.

22 novembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta