Caro Napolitano, sui tirocini MAE non molliamo

Cristina Montini
Di Cristina Montini

Lettera dei vincitori del bando per i tirocini MAE-CRUI al Presiddente della Repubblica Giorgio Napolitano

Aggiornamento dell'11 luglio 2012
Riportiamo il Comunicato congiunto del Ministero degli Affari Esteri - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che rassicura sul regolare svolgimento dei Tirocini MAE-CRUI del prossimo settembre:
"A seguito dell'approvazione della riforma del mercato del lavoro, che reca nuove disposizioni in materia di tirocini di formazione e orientamento, il Ministro degli Affari Esteri ha richiesto al Ministro del Lavoro chiarimenti circa gli effetti di tali disposizioni sui tirocini del Programma MAE-CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane).

Al riguardo, il Ministero del Lavoro ha precisato che le disposizioni di cui all'articolo 1, commi 34 e 35, della legge n. 92/2012 non sono di immediata applicazione e fissano alcuni obiettivi di principio che troveranno piena applicazione solo in seguito all'adozione in sede di Conferenza Stato-Regioni di linee-guida (le quali dovranno essere adottate entro 180 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di riforma del mercato del lavoro).
Per questa ragione, i citati commi 34 e 35 della riforma non trovano applicazione nei confronti dei tirocini del Programma MAE-CRUI attivati prima dell'adozione delle richiamate linee-guida.
Di conseguenza, si svolgeranno regolarmente i tirocini presso il Ministero degli Esteri e la sua rete all'estero previsti da settembre a dicembre 2012".


10 luglio 2012
Dopo la notizia della sospensione dei tirocini presso il Ministero degli Esteri per effetto della riforma Fornero sul lavoro, gli studenti vincitori degli stage non sono rimasti a guardare. Invece di aspettare inermi una decisione dall’alto che potrebbe obbligarli a rinunciare per sempre ad una opportunità formativa così importante, hanno scritto direttamente al Presidente della Repubblica Napolitano per esortarlo ad intervenire. Questo il testo integrale della lettera sottoscritta da più di 150 ragazzi e in cui sono espresse le ragioni degli studenti:

<<Illustrissimo Signor Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano,

a scriverLe sono alcuni dei vincitori del programma di tirocinio presso il Ministero degli Affari Esteri, promosso dalla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (programma MAE/CRUI). Il motivo che ci spinge a indirizzarLe la presente lettera è la situazione in cui versiamo da più di una settimana.

Siamo i vincitori del II Bando MAE Crui 2012, il progetto che da ben 11 anni premia il futuro dell'Italia dando la possibilità a laureandi e neolaureati meritevoli, di poter svolgere dei mesi on the job presso le sedi estere, ed italiane, del Ministero degli Affari Esteri. Progetto importante, ma totalmente a carico dei partecipanti, condizione comunque da noi accettata al momento della candidatura. Il bando di cui parliamo è stato chiuso il 4 maggio e ai vincitori è stata data comunicazione della sede di destinazione a partire dal 25 giugno. Alcuni di noi per questo motivo avevano già cominciato a prenotare voli e alloggi a proprie spese, quando il 2 luglio gli atenei di appartenenza comunicavano che lo svolgimento del tirocinio non poteva al momento essere confermato e che la Conferenza dei Rettori apprendeva con rammarico la sospensione del programma MAE-CRUI per via dell’approvazione della nuova riforma del lavoro, la quale muta la disciplina in merito ai tirocini, rendendone obbligatoria la remunerazione (cfr. art. 1 comma 34 L. n°92, del 28 Giugno 2012).

Posta l’irretroattività della L. n° 92 e posto che, per esperire pienamente i propri effetti nel campo che ci riguarda, la legge stessa dovrà essere integrata, entro 180 giorni dalla sua data di entrata in vigore, con linee-guida in materia di tirocini formativi e di orientamento, in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, non è chiara la motivazione per cui si cerchi di impedire un’esperienza lavorativa a causa di una normativa che non dovrebbe influire su un bando già chiuso e con vincitori già selezionati.

Partire a settembre con una remunerazione mensile come previsto dalla nuova riforma del mercato del lavoro sarebbe certamente quell’ottimo paretiano che sappiamo di ardua realizzazione, ma fra la migliore soluzione possibile e quella peggiore (ossia non partire), noi scegliamo di partire alle condizioni del nostro bando, condizioni accettate nel momento in cui la nostra domanda di partecipazione è stata inviata al MAE. Nel suddetto bando veniva chiaramente espressa la gratuità della prestazione lavorativa e noi, per motivi di ricerca e crescita formativa e personale, abbiamo accettato questa condizione, in alcuni casi rinunciando ad altre opportunità di stage o lavorative.

Siamo consapevoli di come la L. n°92 non dovrebbe compromettere la nostra posizione, ma preoccupati da questa sospensione sine die del programma MAE-CRUI, temiamo un possibile annullamento del nostro tirocinio e la conseguente violazione di un nostro diritto acquisito.
Qual è l’esempio che le istituzioni ci stanno dando e stanno dando al settore privato se nel momento in cui si prescrive l’obbligatorietà di una congrua indennità per i tirocinanti la risposta del Ministero degli Esteri consiste nel sospendere completamente un programma di stage?
Ci rivolgiamo a Lei perché ha sempre dimostrato quanto le stia veramente a cuore il motore del Paese, una delle più importanti risorse da sostenere e sviluppare: i giovani.
Rinnovando la nostra fiducia nelle istituzioni coinvolte (Ministero degli Affari Esteri, Istituto Diplomatico e Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) affinché possano presto affrontare la questione, ritirando la sospensione del programma e fornendoci al più presto informazioni circa le nostre partenze in settembre, ci rivolgiamo a Lei perché si faccia latore della nostra richiesta presso il Ministero competente.>>

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta