Professioni Sanitarie: super sorveglianza a Bari

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone

test professioni sanitarie 2014 super sorveglianza bari

Per evitare quanto accaduto durante i test di Medicina in aprile, quando alcune irregolarità hanno causato la riammissione di ben 700 candidati, il rettore dell'università di Bari Antonio Uricchio ha deciso di dotare l'ateneo di una super-sorveglianza durante il test di Professioni Sanitarie di oggi 3 settembre 2014, quando ben 3.689 studenti concorreranno per 849 posti. Vita dura, insomma, per tutti i "baroni" e i "copioni", ma anche per tutti coloro che confidano in una innocente sbirciatina al foglio del compagno di banco.

Tutti i partecipanti saranno divisi in ben 47 aule, ed è stata istituita addirittura una speciale commissione di vigilanza della quale farà parte anche un funzionario della Prefettura. I candidati potranno essere così sicuri di non avere brutte sorprese durante la prova: tutti gli spostamenti degli scatoloni contenenti le domande dei test sono sotto il controllo di sei telecamere, costate all’amministrazione ben 13mila euro. In più, i 254 pacchi contenenti le prove di esame sono stati prelevati direttamente dal responsabile dell’ufficio concorsi dell’Ateneo, Domenico Borromeo, da Bologna e controllati ad uno ad uno dal prorettore Angelo Tursi. Ogni passaggio è stato registrato e filmato. E da venerdì i plichi sono custoditi in una stanza del palazzo dell’Ateneo, sotto osservazione 24 ore su 24 e protetti da un sistema di allarme collegato con i telefonini dei responsabili e dai vigilantes.

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta