Numero chiuso, per 1 su 2 programmi test ingiusti

Università a numero chiuso: i ragazzi sono contrari

Contrari al numero chiuso la maggioranza dei ragazzi: l’85% lo abolirebbe. Ma per 1 ragazzo su 2 è ingiusto soprattutto perché i test richiedono un impegno non indifferente, soprattutto su quelle materie che i ragazzi non sono abituati a trattare insieme ai professori: materie come la logica, infatti, non sono mai affrontate in tutto il percorso scolastico. Forse, perché la mole di studio che i ragazzi stanno affrontando per le prove di ammissione non permette loro di impegnarsi sul fronte Maturità: il 66% dei ragazzi, infatti, trova che l’anticipazione ad aprile del test sia inaccettabile proprio per la concomitanza con l’esame. Ma d’altro canto, se non si passa, c’è sempre la possibilità di salutare l’Italia e partire: è quanto emerge da un sondaggio di Skuola.net e Mario&TheCity, trasmissione radiofonica in onda ogni mattina su m2o.

PROGRAMMI DIFFICILI E NOSTALGIA DEL BONUS

– La scuola non serve: per entrare nelle facoltà a numero chiuso i ragazzi devono per lo più approfondire argomenti mai affrontati in classe. E questo non piace ai ragazzi, che nel 54,4% dei casi considera questo come l’aspetto più ingiusto dell’accesso programmato. Nessuna paura per la tipologia a “quiz”, che ha in passato raccolto molte critiche: spaventa solo il 7,2% dei ragazzi. Piuttosto, è molto più sentito il problema di giocarsi tutto avendo pochissimo tempo a disposizione, che preoccupa particolarmente 1 ragazzo su 5. E serpeggia la nostalgia del bonus maturità: il 20% vorrebbe che si tenga conto del voto di diploma.


PREOCCUPAZIONE MATURITA’

– Allo stesso tempo, dietro l’angolo attende l’esame più temuto di sempre: la Maturità. Per questo 2 ragazzi su 3 sono contrari all’anticipazione ad Aprile dei test d’ammissione. Tuttavia, non è bassa la percentuale di chi si dice favorevole al nuovo calendario: circa il 33%. 1 su 4 pensa che in questo modo si abbia tempo per cercare alternative in caso non vada come ci si aspetti, mentre un 8% crede che così si presenteranno i ragazzi più determinati, e i concorrenti meno interessati si elimineranno da sé.


E SE VA MALE…FACCIO LE VALIGIE

– Solo 1 ragazzo su 7 si dice favorevole al numero chiuso, perché crede che solo i migliori devono avere accesso all’università. Tutti gli altri, credono che sia legittimo che ognuno possa seguire i propri sogni. E se le cose non vanno come ci si aspetta, niente panico. Dalle risposte alla domanda della Mario “sembra che in Italia tutto ruoti intorno all'università, ma se per te non ci fosse posto?”, è chiaro che i ragazzi abbiano già nel cassetto un sogno di riserva: partire per l’estero. “Cercherei un'università all'estero, dove magari avrei anche possibilità di lavorare” risponde un utente, “Ho già le valigie pronte per l'estero!” dichiara un altro ragazzo dalle idee chiare. E c’è anche chi, purtroppo, è ancora più critico e risponde: “l'Italia non fa per me! Scappo in Germania o in Inghilterra, o magari in America” e anche “Non mi interessano molto le università italiane, sono tra le più care e, la qualità è spesso discutibile”.


Carla Ardizzone

Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv sta per tornare

Dopo mesi di vacanza, siamo pronti per ritornare a farvi compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta