Cagliari, i fuori corso "restano a casa": per loro solo lezioni online

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi
lezioni online per i fuori corso a cagliari

Niente lezioni in presenza per gli studenti fuori corso: questa la decisione dell’Università di Cagliari per dare priorità agli studenti in corso di seguire le lezioni dal vivo. Ovviamente questa presa di posizione ha scatenato numerose polemiche provenienti dagli studenti dell’ateneo sardo. Scopriamo qualcosa in più su questa controversa vicenda.




Niente lezioni dal vivo per i fuori corso a Cagliari

Gli studenti e le studentesse fuoricorso, così come chi vuole seguire le lezioni degli anni precedenti al proprio o gli insegnamenti mutuati da altri corsi, potranno farlo esclusivamente online, sulla piattaforma Adobe”, si legge nella pagina Facebook Reset Unica, un’associazione studentesca dell’Università di Cagliari, “non sarà quindi possibile per loro frequentare in presenza. È innegabile che, anche a fronte della sovrattassa imposta a chi è fuoricorso, questo è un trattamento di serie B. Cercheremo con tutte le nostre forze di fare in modo che, a chi di fatto non viene reso possibile fruire dei servizi basilari dell’università, non sia richiesto di pagare una contribuzione maggiore”. Ecco quindi il fulcro delle polemiche che interessano l’ateneo in questi ultimi giorni. Insomma, i fuori corso saranno messi da parte per dare priorità agli studenti in corso.

Le lamentele sulla gestione dei fuori corso a Cagliari

In seguito alla decisione dell’ateneo sardo non sono mancate polemiche e studenti che hanno fatto notare difficoltà tecniche legate a questo provvedimento: “Seguire le lezioni online con miriadi di problemi legati alla connessione, spesso causata dalla stessa piattaforma”, hanno fatto presente alcuni studenti, “alcuni di noi non hanno la possibilità di avere una linea internet sufficientemente buona da poter seguire le lezioni online. Non ci viene data la possibilità di partecipare a dei corsi, dove la presenza è fondamentale per apprendere al meglio e prepararsi per l’esame”. Ma nonostante il manifestarsi di queste lamentele da parte del corpo studentesco, dall’Università viene ribadito quanto già dichiarato dalla Rettrice Maria Del Zompo ai rappresentanti degli studenti: si parte dal presupposto che lo studente fuori corso avrebbe dovuto seguire le lezioni in presenza quando era in corso. E quindi, stando allo stato attuale delle cose e a causa della mancanza di spazi disponibili, la priorità per le lezioni in presenza è stata data agli studenti in corso.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

29 ottobre 2020 ore 16:15

Segui la diretta