Lavori per giovani: produttori di birra o cosmetici

Cristina Montini
Di Cristina Montini

Aumentano i giovani che scelgono di lavorare nel settore agricolo e aumentano le attività lavorative: Allevatori di oche da guardia e di falchi, Gestori di agrospizi, Gestori di fattorie didattiche, Produttori di birra, Produttori di cosmetici a base di vino, olio o latte di asina, Produttori di pane con grano prodotto in azienda, Stilisti che realizzano accessori con materiale agricolo di scarto

Ma quale posto in banca o impiego presso una grandi multinazionale? I giovani preferiscono lavorare in campagna. Aumenta del 4% il numero di ragazzi che decidono di lavorare nell’agricoltura. Dallo stilista con materiali di scarto al produttore di birra, ecco le professioni scelte dai giovani.

DALLA CITTÀ ALLA CAMPAGNA - È aumentato di oltre il 4% nel secondo trimestre del 2012 il numero delle imprese condotte da giovani nel settore agricolo. L’indagine è stata realizzata da Coldiretti/Swg e da essa emerge che la metà dei ragazzi di età compresa tra i 18 e i 34 anni preferirebbe gestire un agriturismo ad altri lavoro. In particolare, perdono appeal l’impiego in banca o in una multinazionale a favore di un posto all’aria aperta o a contatto con la natura.

LE PROFESSIONI GIOVANI IN AGRICOLTURA - Il ritorno alla campagna non significa semplicemente la coltivazione di campi e la cura degli allevamenti. Si stanno sviluppando molte altre attività economiche legate alla trasformazione e alla commercializzazione dei prodotti o alla fornitura di servizi. Tra le nuove tipologie di lavori vi segnaliamo:
- Allevatori di oche da guardia e di falchi
- Gestori di agrospizi
- Gestori di fattorie didattiche
- Produttori di birra
- Produttori di cosmetici a base di vino, olio o latte di asina
- Produttori di pane con grano prodotto in azienda
- Stilisti che realizzano accessori con materiale agricolo di scarto

ANCHE IL CONTADINO DEVE STUDIARE - “Contadino, scarpe grosse e cervello fino”. Non lasciatevi ingannare dalle apparenze, quindi, perché chi decide di lavorare nell’agricoltura spesso ha un elevato livello di istruzione. Secondo i dati pubblicati dalla Coldiretti, dei giovani agricoltori under 30, più di uno su tre si è laureato o sta per farlo e oltre la metà possiede un titolo di scuola superiore. Inoltre, sono in aumento le iscrizioni agli Istituti agrari, mentre diminuiscono quelle ai Licei. Dunque, per lavorare in agricoltura, al pari degli altri settori, serve una preparazione specifica assieme, ovviamente, a un cambio di mentalità.

Leggi anche:
Intervista al giovane imprenditore agricolo Ugo Bagedda
Segui le tue attitudini, sarai felice sul lavoro
Speciale orientamento universitario

Ti piacerebbe lavorare nell’agricoltura?

Cristina Montini

Commenti
Consigliato per te
Le 10 scuse che anche tu hai inventato per non uscire
Skuola | TV
Prima volta: tutte le difficoltà che si possono incontrare

Ospite in studio una psicosessuologa che ci parlerà delle difficoltà che ragazzi e ragazze possono incontrare durante la loro prima volta.

22 novembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta