Ti iscrivi all'università? Le novità imperdibili per il diritto allo studio

Più fondi per le borse di studio, con nuove regole, e una specifica attenzione alle aree del terremoto. E poi tante altre novità in arrivo con il nuovo anno accademico. Questo l'annuncio del Miur, deciso ad agevolare l'accesso all'università per tutti gli studenti, anche per quelli in difficoltà. Vediamo nello specifico cosa cambierà.

Più risorse: 223 milioni per il diritto allo studio

Con l’ultima legge di Bilancio - afferma la ministra dell'Istruzione - abbiamo incrementato in modo strutturale di 50 milioni di euro il Fondo integrativo statale per il diritto allo studio, portandolo a 217 milioni all’anno. Fondi a cui si aggiungeranno i 6 milioni non utilizzati nel 2017 per le borse della “Fondazione ex art. 34”, per un totale, quest’anno, di 223 milioni per il diritto allo studio”.

Nuove modalità di distribuzione

Ma non finisce qui. Il Miur comunica, infatti, che i fondi destinati al diritto allo studio universitario non saranno solo maggiori, ma anche meglio distribuiti. Il meccanismo precedente, infatti, penalizzava le studentesse e gli studenti delle aree in cui gli investimenti erano minori. In più, emerge una precisa presa di posizione per evitare la moltiplicazione dei cosiddetti "idonei senza borsa": "D’ora in poi, il Fondo sarà erogato entro il 30 settembre di ogni anno e lo sarà non più sulla base della spesa storica delle Regioni - spiega Fedeli - ma sulla base del fabbisogno che emerge dai territori, per una piena attuazione dei diritti riconosciuti dalla Costituzione e per contrastare la proliferazione della figura dell’idoneo senza borsa, che si vuole superare". Tra queste novità, non poteva mancare un attenzione particolare alle situazioni più svantaggiate: "Nell’erogazione dei fondi del prossimo triennio, si terrà conto della situazione particolare delle aree colpite dal terremoto".

No tax area

Sempre da quest’anno, prosegue Fedeli, “viene introdotta la no tax area che permette a chi ha un ISEE sotto i 13.000 euro di non pagare l'iscrizione all'università. Mentre fino ai 30.000 euro l’iscrizione è agevolata". "A questo scopo, abbiamo inserito 55 milioni di euro nel Fondo di Finanziamento Ordinario (FFO) degli atenei di quest’anno".

Altri fondi previsti

Nell’FFO (fondo funzionamento ordinario) sono previsti 7,5 milioni per interventi di sostegno agli studenti diversamente abili e a quelli con disturbi specifici di apprendimento, altri 64,2 milioni per il fondo giovani (per borse di mobilità internazionale, incentivi per l’iscrizione alle lauree scientifiche e a quelle di particolare interesse nazionale) dentro cui ci sono 5 milioni di euro per interventi integrati di orientamento pre-universitario, di sostegno didattico e di tutorato.

La campagna di comunicazione

Non solo gli universitari o le matricole: anche per i ragazzi delle scuole superiori sono previste novità. La campagna informativa per il diritto allo studio “Continua gli studi, accedi al futuro” è dedicata proprio a loro: "Molte studentesse e molti studenti non sono infatti a conoscenza degli strumenti, a dire il vero complessi, del diritto allo studio, e quindi non fanno domanda per accedervi o, nei casi peggiori, rinunciano a proseguire gli studi" - spiega Fedeli.
La campagna è accessibile dal sito http://www.dsu.miur.gov.it/.

L’Osservatorio per il diritto allo studio

Sarà inoltre ricostituito l’Osservatorio sul diritto allo studio, che “servirà a far ripartire uno spazio importante di monitoraggio, di confronto tra gli attori che si occupano di diritto allo studio a vari livelli, di proposta. Il diritto allo studio è un ambito fondamentale di impegno: vuol dire giustizia e mobilità sociale. Non possiamo permetterci di tenere fuori dal sapere le intelligenze, le capacità, i talenti di tante ragazze e tanti ragazzi solo perché vengono da contesti socio-economici difficili” conclude la ministra.
Commenti
Skuola | TV
La Skuola Tv va in vacanza!

Anche la Skuola Tv prende un momento di pausa, ma non preoccuparti in autunno torneremo a farti compagnia!

4 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta