Affitti universitari: fuori sede, le regole per l'affitto sicuro

lucy.t.997
Di lucy.t.997

Con la maturità alle spalle, per i neodiplomati è ora di guardare avanti. Per tutti coloro che inizieranno a breve l’università, agosto, e soprattutto settembre, è tempo di iniziare a orientarsi nel nuovo mondo post liceo. Tra iscrizione ai corsi, bollettini da pagare, test d’ingresso e immatricolazioni, bisogna anche pensare a dove dormire. Infatti sono moltissimi i giovani che decidono di lasciare il nido accogliente di casa loro per iniziare a studiare in una nuova città, magari più grande di quella che si lascia e con più opportunità.
Cercare casa non è mai facile, soprattutto per uno studente alle prime armi. Le fregature sono dietro l’angolo; è quindi essenziale concentrarsi fin da subito sul proprio obiettivo, avendo ben chiari alcuni punti base. Queste le regole fondamentali per trovare casa senza rischi secondo gli esperti di DoveVivo.


Scopriamo insieme i consigli e gli avvisi da tenere sempre a mente quando si sta cercando casa.

Affitti: regole base per fuorisede


All inclusive o no?

Quando si inizia a cercare casa è indispensabile tenere sott’occhio i prezzi delle case che si visionano. Alcuni possono risultare più bassi, ma bisogna sempre tenere in considerazione la tipologia di contratto che essi richiedono. Infatti possono essere all inclusive, vale a dire con tutte le spese pagate già nel contratto, oppure no, quindi sarà necessario provvedere da soli al saldo delle bollette.

Vicinanza all’Università

Un parametro che sicuramente non va sottovalutato nella scelta dell’appartamento è l’ubicazione di quest’ultimo. Nonostante possa offrire numerosi vantaggi non vivere a ridosso degli atenei, causa affitti notoriamente più alti, c’è comunque da prendere in considerazione il tempo previsto per raggiungere la propria meta ogni mattina. Avere casa accanto al luogo di interesse principale è un vantaggio non trascurabile, ma se proprio dovete allontanarvi, siate certi che la zona scelta abbia le infrastrutture e i servizi necessari per non rendervi gli spostamenti problematici.

Sicurezza e servizi

Il posto in cui scegliete di prendere casa, il più delle volte, non sarà semplicemente dove andrete a dormire, ma inizierete a vivere in quella zona, in quel quartiere. Quindi, trovandovi in una città sconosciuta, assicuratevi di aver accanto tutti i servizi necessari come supermercati, lavanderie, bar, poste, bancomat e via dicendo. Dovete darvi del tempo per ambientarvi, e localizzare subito servizi e punti di interesse per altri ragazzi come voi, sicuramente aiuterà il processo e vi farà sentire più sicuri. E a proposito di sicurezza, è indispensabile che il quartiere che scegliete vi possa infondere tutta la sicurezza possibile, senza aver paura di incontrare brutte sorprese tornando a casa.

Condominio, casa e coinquilini

Un altro aspetto da tenere presente sono le condizioni del condominio che avete scelto. E’ sempre meglio che esso sia fornito dei servizi base, come ascensore, magari un garage per le bici e di una portineria. Inoltre dovrete assicurarvi che la casa sia attrezzata di tutto ciò di cui avete bisogno; frigorifero, microonde, lavatrice o lavastoviglie, ferro da stiro e molto altro. Se questi non dovessero essere presenti è bene attivarsi subito per provvedere in autonomia, con il proprietario o con gli altri coinquilini. E qui si arriva a un altro tasto molto importante del vivere da fuorisede: i coinquilini. Vivere insieme è senza dubbio un’esperienza formativa e di crescita, ma deve essere vissuta in maniera positiva da entrambe le parti. La maggior parte delle volte troverai accanto studenti proprio come te, che sanno quello che stai passando o lo stanno passando anche loro; quindi siate aperti e disponibili, e con la giusta capacità di adattarvi la convivenza sarà un’esperienza grandiosa.
Skuola | TV
Buona estate ragazzi!

La Skuola Tv ritornerà ad ottobre! Buona estate ragazzi!

3 ottobre 2018 ore 16:30

Segui la diretta