Parcheggio lontano? Ecco il 'cammello umano'

cammello umano si offre di trasportare gli studenti

Si sa che la creatività napoletana è quasi da manuale, e dopo il caso di Maryinattesadi110, rivelatosi una bufala pubblicitaria, in bacheca alla Federico II di Napoli appare l'annuncio del "cammello umano": un ragazzo atletico si offre di portare in spalla gli studenti dai locali della sede universitaria di Monte Sant'Angelo, o dai punti di ristoro, ai parcheggi, considerati davvero troppo lontani. L'annuncio si presenta ben scritto, con tanto di listino prezzi a seconda del tragitto e del peso della persona da trasportare, senza dimenticare la tabella degli orari di andata e ritorno. Insomma, questo studente sembra un ingegnoso manager di se stesso, ma è davvero così o è piuttosto una provocazione lanciata contro i problemi che una progettazione urbanistica poco intelligente arreca agli studenti?

ANNUNCIO O DISPETTO?

- Sotto la grande scritta sottolineata "cammello umano", con sottotitolo "laureando offre passaggi dalle aule al parcheggio, sino alle vetture", si legge: "Massiccio ed atletico, offro passaggi sulle spalle a tutti coloro che sono stanchi di dover percorrere a fatica gli innumerevoli chilometri che distano dalle aule alle loro vetture [...]" In seguito si trova un completo tariffario che va dai 50 centesimi ad 1 euro, ma si accettano anche pagamenti in natura, come frutta o barrette di cioccolata. Anche l'avviso a fine annuncio non manca di senso dell'umorismo: "Per persone con peso superiore agli 85 chili il servizio sarà disponibile dal mese di maggio, causa dorsali e tricipiti in fase di potenziamento".

PARCHEGGI TROPPO LONTANI

- Chissà se qualcuno degli studenti della Federico II chiamerà il nostro cammello umano per farsi dare un passaggio, ma sicuramente questo fantasioso laureando ha avuto un'idea ironica per "risolvere" un problema, quello della distanza dalle aule dei parcheggi universitari. Una sottile protesta contro la poca lungimiranza di chi li ha progettati e costruiti? Sicuramente questo divertente metodo di denuncia ha attirato l'attenzione degli studenti, e non solo.

CREATIVITA' NAPOLETANA

- Che sia vero o no, il cammello umano è un esempio della creatività degli studenti napoletani, che si divertono ad usare le bacheche universitarie nei modi più strani. Come dimenticare il volantino di Maryinattesadi110, rivelatosi poi una trovata pubblicitaria, che mostrava una laureanda volenterosa e appariscente che, per arrotondare, era disposta a vendere le sue foto. Ma trovare metodi particolarmente ingegnosi per guadagnare è un talento che gli studenti di Napoli dimostrano anche in altri campi, come nella vendita degli appunti universitari. Infatti, sono in tantissimi, soprattutto dalla facoltà di Architettura della Federico II, ad aver inserito i propri appunti sullo Store di Skuola.net, la prima piattaforma online di compravendita di appunti universitari. Così, hanno contribuito ad aumentare il materiale nel database e sono riusciti ad avere qualche entrata, magari proprio per pagarsi un passaggio su spalla fino al parcheggio!

E tu hai già inserito i tuoi appunti nello Store di Skuola.net?


Carla Ardizzone

Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Quanti MEGA ci sono in un GIGA? - Le Reazioni della gente comune

Quanti MEGA ci sono in un GIGA? Abbiamo fatto questa domanda ad alcuni ragazzi, le risposte sono davvero IMBARAZZANTI!

25 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta