A scuola non ci vado: l'esercito dei dispersi a quota 50mila

Marcello G.
Di Marcello G.

dispersione abbandono scolastico medie superiori licei

L’obbligo scolastico? Questione di punti di vista. Perché, per milioni di ragazze e ragazzi che ogni mattina si svegliano per andare – più o meno volentieri – in classe, c’è una piccola (ma preoccupante) porzione di popolazione studentesca che non ha questo problema. È la schiera dei ‘dispersi’, quelli che decidono di marinare volontariamente la scuola; non per un giorno, neanche per una settimana ma per sempre. Preferendo lavorare in anticipo oppure restando con le mani in mano tutto il giorno piuttosto che passare ore e ore seduti in aula o piegati sui libri. Un esercito che, soprattutto in alcune zone d’Italia, sta costantemente crescendo. Lo dicono i dati dei Rav (Rapporti di Autovalutazione) che le scuole sono tenute a trasmettere al ministero dell’istruzione, riportati da Repubblica.it.

La dispersione inizia già dalle scuole medie

Le statistiche relative all’anno scolastico 2013/2014, ad esempio, ci dicono che in totale hanno abbandonato la scuola media circa 7.700 studenti, con un’incidenza dello 0,3% nelle prime classi, dello 0,5% nelle seconde e dello 0,6% nelle terze. Numeri che potrebbero sembrare piccoli ma che mostrano come, con il crescere dell’età, la ‘scomparsa’ dai banchi di scuola aumenti costantemente. In alcune realtà, poi, le proporzioni cambiano radicalmente. Come riporta il sito Repubblica.it, a Napoli – nel quartiere popolare di Scampia – la prima media dell’istituto comprensivo Primo Levi/Ilaria Alpi, sempre nello stesso anno, ha registrato un tasso di abbandono pari al 7,4%, quasi 1 ragazzo su 10. Ma anche Roma non scherza, visto che in alcune periferie si supera tranquillamente il 6%.

L’allarme riguarda anche i licei

Ma questi numeri non sono niente in confronto a quanto sta accadendo alle superiori. Qui la dispersione scolastica tocca vette altissime già dopo poche settimane dall’inizio del primo anno. Soprattutto negli istituti tecnici e professionali – sempre nel 2013/2014 - sono più di 45mila i giovani che non si sono iscritti al secondo superiore, circa il 2% del totale. Un fenomeno che, recentemente, sta toccando da vicino anche i licei: un quinto degli abbandoni – oltre 9mila ragazzi – proviene proprio dai ‘liceali’, tradizionalmente più ‘fedeli’ alla scuola. E, prendendo in esame il 2014/2015, si sale a oltre 10mila, in crescita di 12 punti percentuale. Le ragioni? Le più varie: dal sovraffollamento delle classi - dovute all’accorpamento degli istituti – alle scarse attività di orientamento organizzate dalla scuole. In ogni caso un fenomeno da tenere attentamente sotto controllo.
Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Quanti MEGA ci sono in un GIGA? - Le Reazioni della gente comune

Quanti MEGA ci sono in un GIGA? Abbiamo fatto questa domanda ad alcuni ragazzi, le risposte sono davvero IMBARAZZANTI!

25 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta