#Piudiprima: i giovani chiedono, i ministri rispondono - Skuola Tv con iPantellas e Vincenzo Spadafora

Google
In collaborazione con Google
spadafora

Ora che il lockdown è terminato, e con esso la fase acuta dell’emergenza Coronavirus, è davvero molto importante ristabilire una connessione tra le istituzioni e i giovani. Infatti quella dei ragazzi e delle ragazze è forse una delle categorie che ha subito le maggiori limitazioni. Proprio per questo è fondamentale ricevano risposte concrete ed esaustive ai loro interrogativi, non solo sul momento particolare che stiamo vivendo ma anche e soprattutto sul futuro che li attende in vari settori chiave della vita quotidiana dei cittadini: politiche giovanili, famiglia, lavoro, innovazione, informazione, cultura.
Come sapete, Skuola.net si adopera costantemente per portare gli adulti a confrontarsi con i giovani grazie alle puntate della Skuola Tv. E quindi, anche in questa fase, facciamo la nostra parte collaborando attivamente, con il supporto di Google e YouTube, alla campagna #piudiprima, realizzata dall’Agenzia Nazionale per i Giovani e lanciata dal Ministero per le Politiche Giovanili e lo Sport. Ospiti della prima puntata il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora, il Direttore dell’Agenzia Nazionale per i Giovani Domenico De Maio, e un rappresentante di Google, Martina Colasante. Ad affiancarci nella conduzione ci sono stati iPantellas, tra i creator più amati su YouTube.



Politiche giovanili e sport: risponde il Ministro Spadafora

Nei giorni precedenti, Skuola.net e iPantellas hanno chiesto ai ragazzi e alle ragazze delle rispettive community di inviare domande per il ministro. Le migliori sono state selezionate per essere rivolte al diretto interessato. Suo infatti il compito illustrare ai giovani cosa sta facendo concretamente la politica per loro, soprattutto in questo periodo di ripartenza. Coadiuvato da Domenico De Maio, Direttore dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, agenzia governativa che si occupa della gestione e dell’implementazione di alcuni importanti programmi nazionali e comunitari rivolti esclusivamente ai giovani. Insomma i ragazzi e le ragazze sono stati i veri protagonisti della puntata, messa a punto proprio per dare loro risposte il più possibile certe su l'inusuale momento storico attuale ma anche su ciò che li attende nell’immediato futuro, al momento ricco di incognite. Un futuro che ha una certezza: il digitale ha dimostrato di essere sempre più importante nelle vite di ciascuno di noi. Per cui aziende come Google assumono un ruolo fondamentale per la vita dei cittadini. Martina Colasante, Government Affairs and Public Policy Senior Analyst, ci ha aiutato a capire in che modo il digitale può aiutare la ripartenza del Paese in questo particolare periodo storico.

Spadafora: a settembre le lezioni anche in palestra (ma preservando l’educazione fisica). Calcetto e altri sport? Ancora non è il momento

Come detto, con il ministro abbiamo parlato di argomenti di largo interesse soprattutto tra i più giovani. Uno su tutti, il ritorno a scuola a settembre. Possibile l’ipotesi di usare le palestre delle scuole per ospitare le lezioni? Sì, ma senza togliere la possibilità di svolgere le ore di educazione fisica: “Ne ho parlato anche con la ministra dell'Istruzione Azzolina – dichiara Spadafora - Con lei stiamo lavorando a un protocollo, per poter rispettare il distanziamento sociale, sperando comunque che da qui ad allora la situazione sia migliorata. Molti sono preoccupati del fatto che è stato detto che verranno utilizzate anche le palestre. È ovvio che dobbiamo contemplare entrambe le cose: utilizzare questi spazi per aiutare il ritorno a scuola dei ragazzi senza però sottrarre spazi all'attività sportiva. Stiamo cercando le modalità più adatte per dividerci questi spazi”. Ma il ministro ha parlato anche di iniziative e finanziamenti rivolti ai più giovani e al mondo dello sport per i prossimi mesi. “Per tutte quelle società e associazioni sportive dilettantistiche che sono costrette a rimanere chiuse abbiamo attivato da oggi un fondo perduto di sostegno economico proprio per aiutare i gestori di questi impianti. Sul sito sport.governo.it si possono trovare le informazioni per accedere a questo tipo di finanziamenti. E poi, per tutti quei lavoratori sportivi – molto spesso giovani – che non possono lavorare perché questi centri sono chiusi prorogheremo l'indennità di 600 euro che abbiamo già dato per i mesi di marzo, aprile e maggio”. Ha affermato. Affrontati anche i temi della ripartenza del servizio civile e della riapertura degli spazi pubblici, nonché delle ultime decisioni sugli sport dilettantistici durante la pandemia ancora in corso. Un intervento, quello del ministro Spadafora, che giunge all'indomani di un annuncio che avrà lasciato l'amaro in bocca a molti ragazzi: il calcetto e gli sport di contatto, a livello dilettantistico, non riprenderanno in tempi brevi. “Noi ci abbiamo provato qualche giorno fa in Consiglio dei Ministri - sottolinea - ma il ministro della Salute è stato irremovibile, lo comprendo anche”. Ma queste sono solo alcune delle tante notizie e novità interessanti che il Ministro ha condiviso con noi, per cui vi invitiamo a guardare tutta l’intervista per non perderne nemmeno una.

Una Skuola Tv in formato #piudiprima

Visto il calibro degli ospiti, sono tornati in conduzione la coppia formata da Daniele Grassucci, co-founder e direttore di Skuola.net e Gianluca Daluiso, scrittore e blogger. Sono stati infatti loro a “interrogare”, in un autentico featuring con iPantellas, gli ospiti che sono intervenuti durante la puntata. Quella con il ministro Spadafora del 15 giugno è stata solo la prima di una lunga serie prevista per la campagna #piudiprima. Rimani connesso per scoprire i nuovi appuntamenti!