Natale 2020, nuovo lockdown e restrizioni: le ipotesi e le parole di Conte

Lucilla Tomassi
Di Lucilla Tomassi
Azzolina
Fonte foto: Facebook

Le prossime ore saranno decisive per il Governo: infatti sono in gioco possibili nuove restrizioni in vista delle feste natalizie. Il Premier Conte, in accordo con gli altri Ministri e con il Comitato Tecnico Scientifico, sembrerebbe deciso a modificare l’ultimo Dpcm, in vigore dal 4 dicembre fino ai primi di gennaio 2021, ritenendo troppo morbide le norme .
Ci sarà un nuovo lockdown? Scopriamo insieme quali sono le ipotesi più affermate.

Guarda anche


Natale 2020: si va verso un nuovo lockdown


Con la notizia che la Germania a partire dal 16 dicembre entrerà nuovamente in lockdown, molti sembrano persuasi del fatto che le restrizioni imposte in Italia per il periodo delle feste invernali possano essere inefficaci per ripararci da una possibile terza ondata prevista per gennaio 2021. Si sta dunque pensando a un vero lockdown per blindare il 24, 25 e il 26 dicembre e il 1° gennaio 2021, che ad oggi, sono comunque giorni in cui la mobilità è già stata ristretta, impedendo di oltrepassare i confini comunali a Natale, Santo Stefano e a Capodanno. Un’altra ipotesi in discussione prevede una sorta di grande zona arancione, con i negozi aperti e i ristoranti chiusi, e con il coprifuoco anticipato alle 18 o alle 20 e lo stop agli spostamenti già dal 19 dicembre. Il tutto si pensa sarà sancito, come riportato da Today, attraverso un nuovo Dpcm che andrà accompagnato da un decreto legge sulla limitazione delle libertà personali o da un emendamento al DL 2 dicembre n. 158.



Le parole del Premier Conte sul Natale 2020


A confermare queste ipotesi è Conte stesso dalle pagine de LaStampa, che intervistato proprio oggi annuncia: “Abbiamo già predisposto un piano dedicato specificamente alle festività natalizie, anche alla luce dei suggerimenti del Comitato Tecnico Scientifico. Ora si rende necessaria qualche ulteriore misura restrittiva. Ci stiamo riflettendo in queste ore. Dobbiamo scongiurare a ogni costo una terza ondata, perché sarebbe devastante anche sul piano della perdita di vite umane”. Dunque è ancora tutto in ballo, ma è ormai quasi certo che una nuova stretta arriverà probabilmente nel corso di questa settimana che anticipa le feste. Infine il Presidente del Consiglio, sempre tramite l’intervista a LaStampa, lancia un appello sentito per cercare di evitare assembramenti anche durante i giorni di festa: “Ad esempio, abbiamo chiesto agli italiani, nei festeggiamenti in casa, di evitare di ricevere persone abitualmente non conviventi. Ovviamente queste sono regole non vincolanti, perché non possiamo dettare i comportamenti nelle case private. Ma sono comunque essenziali, per tutelare la salute di tutti. E quando leggo di persone che si stanno adoperando per organizzare feste clandestine a Capodanno, beh, questo fa male. Chi partecipa a questi veglioni proibiti mette a rischio se stesso, i propri cari, i propri amici e tutte le persone a cui dice di volere bene. - E quindi conclude - Per questo ripeto agli italiani: non lo fate, ve ne prego”.
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di sapere chi sarà il prossimo ospite? Continua a seguirci e lo scoprirai!

3 marzo 2021 ore 15:30

Segui la diretta