Anche in Campania coprifuoco dalle 23, ma riaprono le primarie: l’annuncio di De Luca

Giulia.Onofri
Di Giulia.Onofri
Ordinanza di De Luca: coprifuoco dalle 23 in Campania e riapertura delle scuole primarie dal 26 ottobre

La decisione presa nei giorni scorsi dal Governatore della Campania Vincenzo De Luca sulla chiusura delle scuole di ogni ordine e grado all’interno dei confini regionali fino al 30 ottobre, è stata accolta con molte polemiche e non solo da parte dei concittadini. La disapprovazione è giunta infatti anche da parte del Governo stesso e, in particolare, della Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina che in più occasioni si è mostrata contrariata per un provvedimento ritenuto al momento prematuro e sfavorevole per tutti gli studenti.

Dopo la predisposizione della chiusura delle scuole però, il governatore De Luca torna a far parlare di sé per un’altra rigida ordinanza finalizzata a limitare il più possibile la diffusione del contagio, molto critica in Campania.

Guarda anche:


L’ultima ordinanza di De Luca: dal 23 ottobre coprifuoco in tutta la Campania


La drastica decisione di imporre la chiusura di tutte le attività e l’interruzione della mobilità dalle ore 23:00 di notte fino all’alba del giorno successivo, si è resa necessaria per le gravi criticità sanitarie in cui versa in questo momento la Campania. Proprio per questo, De Luca ha deciso di anticipare l’entrata in vigore dell’ordinanza che inizialmente doveva essere valida dal prossimo weekend, ovvero quello di Halloween.
In vista dei possibili festeggiamenti nella notte più spaventosa dell’anno infatti, il governatore aveva già anticipato l'imminente coprifuoco per tutta la durata dell’emergenza, ma il precipitare della diffusione capillare del Covid-19 all’interno dei confini regionali, ha costretto le autorità ad anticiparne l'efficacia: “Volevamo partire dall’ultimo week end di ottobre ma partiamo ora. Si interrompono le attività e la mobilità alle 23 per contenere l’onda di contagio. Alle 23 da venerdì si chiude tutto anche in Campania come si è chiesto anche in Lombardia”.

Le scuole primarie in Campania riapriranno dal 26 ottobre


La riapertura delle scuole in Campania interesserà in un primo momento soltanto le scuole primarie e materne. Dal 26 ottobre infatti saranno dunque solo gli studenti più piccoli che potranno tornare fra i banchi di scuola, ma soltanto se le varie Asl a cui ogni istituto appartiene, verificheranno la reale possibilità di un ritorno in aula in totale sicurezza: “C’è stata una riunione poco fa tra l’assessore alla scuola Fortini e le organizzazioni scolastiche che hanno concordato sulle misure per la scuola su cui anche il Tar ci ha dato ragione. Ovviamente per le elementari i dirigenti scolastici devono rivolgersi alle Asl per garantire che ci siano condizioni sicurezza. Il presupposto per riaprire deve essere la garanzia delle condizioni sanitarie e questa garanzia non può essere scaricata sui presidi ma sulle Asl”. Alle Asl sarà insomma assegnato il compito e la responsabilità di valutare l'effettiva possibilità di un rientro a scuola per i più piccoli.
Per non rischiare che questa situazione di instabilità didattica possa compromettere il percorso di studi degli studenti più “fragili” inoltre, De Luca ha sollecitato l’attivazione di “progetti speciali”, a loro appositamente dedicati: “Autorizziamo da subito progetti speciali scolastici per bambini disabili e autistici e da lunedì anche le attività delle scuole elementari”.
Per ora in Campania rimangono dunque chiuse tutte le scuole medie, superiori e le università.

Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere l'ospite della prossima live? Continua a seguirci!

11 marzo 2021 ore 16:00

Segui la diretta