Maturità: il metodo di studio per prendere 100 e lode

Skuola.net | Ripetizioni
In collaborazione con Skuola.net | Ripetizioni
 ragazza che studia

Ansia, notti in bianco, paura di non farcela. Sono sensazioni comuni a tutti i maturandi di oggi e di ieri: non siete i primi e non sarete gli ultimi ad affrontare il gigante chiamato “Esame di Stato”, il mostro a più teste che tormenta gli studenti da generazioni e generazioni. Ma niente panico: basta conoscere qualche trucchetto per prepararsi al meglio e prendere il massimo dei voti, specie adesso che il tempo stringe. I giorni rimasti a disposizione per il ripasso, infatti, possono essere ottimizzati scoprendo il giusto metodo di studio. Qual è? Scopriamo insieme i consigli per immagazzinare le tantissime informazioni contenute nei libri ed arrivare super preparati all’esame di maturità.

>>> Vuoi prepararti per la Maturità? Trova il tutor perfetto per te! +30.000 insegnanti certificati Skuola.net

Prepararsi: come si fa?

Per prepararsi ad un esame senza perdersi nel mare magnum di capitoli e appunti è importante sapere che la fase di studio si divide in due momenti: quello dell’acquisizione delle informazioni, durante la quale si comprende ciò che si legge (o si ascolta), e quello della memorizzazione. Ognuna di queste due tappe prevede dei punti da seguire per il buon esito della prova, che non potrete proprio saltare.

Non leggete ad alta voce!

In quanti vi hanno detto "Leggi a voce alta, che memorizzi meglio!". Bene, cancellate questa informazione. Nella prima fase, quella della comprensione, è fondamentale partire con una lettura mentale, che ci allontana da ogni distrazione e permette una miglior concentrazione. Ma prima ancora di approcciare al testo, consigliamo di farsi delle domande (magari partendo dal titolo) su quello che ci si può aspettare dalle pagine scritte: che argomento leggerò? Cosa mi spiegherà? Qual è l’obiettivo del paragrafo? Solo dopo aver fatto questo passo è buona cosa iniziare a leggere mentalmente, andando a caccia delle cosiddette parole-chiave, ovvero quei termini che sono strettamente collegati al concetto. Non serve sottolineare l’intero libro o fare mega riassunti: saranno proprio le “key word” a farvi riaffiorare tutti i contenuti quando necessario.

Gli occhi non mentono mai

Una volta passati alla fase due, la memorizzazione, la cosa più semplice da fare è seguire le funzioni naturali della memoria, specie di quella visiva. Sapevate che questa rappresenta l’83% della memoria individuale? Ora che lo sapete, vi conviene guardare bene! Concentratevi sempre sulle parole chiave e, a quel punto prendete carta e penna: vi serviranno per creare delle mappe mentali. Si tratta di schemi semplici, in cui dovrete scrivere l’argomento principale al centro del foglio (il titolo, ad esempio) e da lì partire a raggera collegando i termini che avete selezionato come i più importanti. Un po’ come se steste facendo un indice personale, un libro in miniatura fatto su misura per il vostro apprendimento.

L’importanza di dormire

Un preziosissimo consiglio per immagazzinare i concetti nella mente (che, vi assicuriamo, funziona davvero) è quello di sfruttare i momenti della giornata in cui la memoria funziona meglio. Uno di questi è la cosiddetta “fase alfa”, ovvero quella del dormiveglia, durante la quale il cervello è molto ricettivo alle informazioni. Prima di addormentarvi, quindi, già col pigiama, le luci spente e la testa sul cuscino, è cosa buona rielaborare i concetti, ripeterli a mente, e continuare a farlo finché non cadrete nella trappola del sonno. La mattina, a mente fresca, ricorderete ogni cosa con lucidità.

Concediti una pausa

I cali di concentrazione sono fisiologici e non potete evitarli in alcun modo. Organizzare le energie durante l’arco della giornata, dunque, è fondamentale. Quando l’attenzione comincia a vacillare bisogna assecondare la natura umana: si dovrebbe fare un break ogni ora circa, interrompendo lo studio provando a distrarsi portando la mente altrove (come sentire la musica o fare una telefonata).

Se hai bisogno di altri consigli, scopri Skuola.net Ripetizioni!

Se riuscire a prendere 100 e lode alla Maturità vi sembra un'impresa da titani, non preoccupatevi: per fortuna c'è Skuola.net ad aiutarvi. Come? Semplicissimo: sulla piattaforma troverai oltre 30mila tutor, sparsi in 5mila città, pronti ad aiutarti a studiare e prepararti per la maturità. Basterà scegliere l'insegnante più adatto a te - sono oltre 500 le discipline da loro insegnate - e prenotare la lezione. Potrai riceverla online, tramite Skype, o a domicilio. Grazie ai Tutor di Skuola.net Ripetizioni potrai imparare un ottimo metodo di studio per ripassare il programma alla perfezione e prendere il massimo dei voti agli esami di Stato. Cosa aspetti, vai subito su Skuola.net Ripetizioni!

>>> Che aspetti? Acquista la tua lezione e cambia il tuo metodo di studio fin da oggi!