Maturità 2018, i libri da leggere per svoltare su qualsiasi possibile traccia

Marcello G.
Di Marcello G.

libri fondamentali da leggere per preparare la maturità

La maturità 2018 si avvicina. Comincia la fase dell’anno in cui si definisce la strategia per affrontare l’esame. Si selezionano le parti dei programmi da ripassare con maggiore cura, si recuperano quelle da studiare con troppa superficialità, si affinano le tecniche per provare a padroneggiare tutti gli argomenti. Ma l’effetto sorpresa è dietro l’angolo. Il Miur, negli ultimi, ha dimostrato di essere particolarmente legato agli avvenimenti recenti se non addirittura alla stretta attualità, per quanto riguarda le tracce della prima prova. Informarsi diventa un imperativo. Ma anche delle letture mirate possono aiutare per non lasciarsi spiazzare durante l’esame (in particolare, dai commissari esterni 2018). Eccone alcuni testi che non dovrebbero mancare nella libreria di un maturando.

La scimmia nuda – Desmond Morris

A molti questo titolo ricorderà Francesco Gabbani e la sua ‘Occidentali’s Karma’, ma cinquant’anni prima il concetto di ‘scimmia nuda’ era stato portato alla ribalta dal celebre etolo e zoologo inglese. Nel suo libro del 1967, Desmond Morris, sviluppa un trattato di antropologia in cui l’uomo è visto che come un primate, l’unico che ha perso quasi tutti i peli (per questo nudo), analizzandone l’evoluzione sociale nei secoli e il comportamento nelle vari epoche. Rivoluzionario e dirompente quando uscì, ancor attuale oggi per capire da dove veniamo (e dove stiamo andando).

Il secolo breve - Eric Hobsbawm

Dimenticate l’approccio nozionistico con cui si affronta la storia del Novecento a scuola. Nel suo saggio del 1991, diventato un pilastro della bibliografia mondiale, Eric Hobsbawn analizza il XX secolo passando in rassegna gli eventi principali che lo hanno caratterizzato, indagando le ragioni (non solo storiche) che hanno portato allo scoppio delle guerre, all’ascesa e al crollo dei regimi, alle scoperte tecnologiche, agli alti e bassi dell’economia mondiale, alle crisi, al mondo globalizzato. Un ‘secolo breve’, ma estremamente intenso, che inizia nel 1914 (allo scoppio del conflitto) e finisce nel 1991 (con il dissolvimento dell’Unione Societica).

Dal Big Bang ai buchi neri – Stephen Hawking

Per capire l’universo, la sua formazione, la sua evoluzione, persino la sua fine non si può sfuggire dalla lettura del breve trattato del celebre astrofisico britannico Stephen Hawking. Il lettore è quasi condotto per mano tra gli argomenti fondamentali della cosmologia. Prima di farlo, però, fornisce le nozioni di base della fisica per dare a tutti sufficienti strumenti per comprendere temi complicati. Forse è per questo che ‘Dal Big Bang ai buchi neri’, apparentemente rivolto agli appassionati della materia, in poco tempo è diventato un best seller mondiale.

La Costituzione spiegata a mia figlia – Giangiulio Ambrosini

Potrebbe essere la vera protagonista della maturità 2018. Gli indizi lo confermano: il 1 gennaio 2018 saranno 70 anni tondi dall’entrata in vigore della Costituzione della Repubblica italiana. Se l’avvenimento non sarà presente tra le tracce della prima prova scritta, probabile che una domandina all’orale possa comunque scapparci. Solo che andare a leggersi il testo della nostra legge fondamentale risulta noioso anche per i grandi, figuriamoci per i ragazzi. Ma una soluzione c’è, il titolo del libro di Giangiulio Ambrosini parla da solo: un ‘dialogo’ tra adulti e ragazzi per spiegare con un linguaggio snello, pratico, come i principi costituzionali incidano sulle nostre vite e sul funzionamento delle istituzioni.

La letteratura italiana del Novecento – Cesare Segre

La letteratura italiana del Novecento è il cardine di ogni esame di maturità. Tra analisi del testo, saggio artistico-letterario e colloquio l’autore esce di sicuro. Peccato che durante l’anno, quasi sempre, ogni autore venga preso singolarmente senza inserirlo in un contesto storico-letterario di più ampio respiro. Si analizzano le opere, la poetica, la biografia dei personaggi come se fossero tanti blocchi separati. ‘La letteratura italiana del Novecento’ è un piccolo trattato che condensa in poche pagine tutto quello che c’è da sapere per collegare una all’altra le varie correnti letterarie, seguendo un filo logico che insegnerà a prendere gli autori e a collocarli nelle diverse fasi del XX secolo.

La tela di Penelope. Storia della seconda Repubblica – Simona Colarizi, Marco Gervasoni

Il sistema politico italiano, in poco più di vent’anni, ha subito una serie di stravolgimenti che non si erano mai visti così in sequenza nell’intera storia prima del Regno e poi della Repubblica. I partiti tradizionali sono quasi tutti morti, altri hanno cambiato veste, nuovi attori si sono affacciati in Parlamento. Nel frattempo la gente ha iniziato a diffidare dei politici. E i leader sono diventati personaggi sempre più mediatici. La seconda Repubblica è un periodo denso di avvenimenti, fondamentali per approcciare qualsiasi discussione sull’Italia di oggi. Difficile, però, che si faccia in tempo ad affrontarla in classe. Però, teoricamente, è nel programma. Un libro che, brevemente, ci faccia fare un rapido viaggio nella politica italiana a cavallo tra XX e XXI secolo può essere un ottimo alleato. Nel 2018, tra l’altro, ci sono le elezioni.

La società liquida - Zygmunt Bauman

Non si tratta di un testo solo ma di un insieme di dissertazioni sociologiche – come ‘Amore liquido’, ‘Modernità liquida’, ‘Vita liquida’, ‘La società dell’incertezza’ - che spiegano la società di oggi come nessun’altro è riuscito a fare. È la teoria della ‘società liquida’ del sociologo polacco Zygmunt Bauman, secondo cui l’uomo contemporaneo non ha più punti di riferimento; tutto è impalpabile: dagli affetti alla politica, dall’economia ai rapporti sociali. La conseguenza è che, per sentirsi al sicuro, si segue silenziosamente una maggioranza. E il vuoto lasciato dall’assenza di certezze viene colmato dai consumi, trasformando i cittadini in consumatori. Circondati da cose materiali e abbandonati dai propri simili.

Io, Robot - Isaac Asimov

Romanzo o saggio scientifico? ‘Io, Robot’ del genio della letteratura di fantascienza Isaac Asimov si pone esattamente in mezzo. Perché le nove storie raccontate nel libro sono frutto della fantasia visionaria dell’autore ma sono basate sulle ‘tre leggi della robotica’. Un insieme di teorie – inventate da Asimov – che però intravedono con mezzo secolo d’anticipo (‘Io, Robot’ è del 1950) lo sviluppo dell’intelligenza artificiale. Si rimane a bocca aperta leggendo come i robot positronici di Asimov siano perfettamente simili ai robot che il mondo dell’innovazione ha in mente di sviluppare da qui a pochi anni: robot che pensano, si muovono da soli, agiscono autonomamente, collaborano con l’uomo e lo aiutano nella vita quotidiana.

La ricchezza delle nazioni – Adam Smith

L’economia è quotidianamente al centro delle discussione politiche, in prima vista sulle pagine dei giornali, protagonista delle discussioni di tutti noi. La crisi economica degli ultimi anni ha accentuato l’interesse su una materia fino a poco tempo fa considerata di nicchia. Anche se, prima di commentare le dinamiche economiche attuali, bisogna conoscere le basi. Per farlo non c’è testo migliore de ‘La ricchezza delle nazioni’ di Adam Smith. Il padre dell’economia politica liberale nel lontano 1776 aveva già teorizzato le coordinate all’interno delle quali si è poi mossa gran parte dell’economia dei secoli a venire: la divisione del lavoro, le teorie sui prezzi e sul valore, quella della ‘mano invisibile’ (vero motore della ricchezza degli Stati).

Disinformazia – Francesco Nicodemo

È stato uno degli argomenti centrali del 2017. La battaglia contro le ‘fake news’, da argomento per esperti di web e social network, è definitivamente esplosa. Ma ancora si sa poco delle bufale online: come vengono create e perché, come si riesce a imporle all’attenzione generale, come riuscire a eliminarle. Il recentissimo ‘Disinformazia’ è probabilmente una delle prime trattazioni rivolte al grande pubblico sul tema. Spunti per saper padroneggiare, qualora dovesse essere richiesto un approfondimento all’esame, il dizionario del ‘falso online’: dalla disintermediazione alle echo-chamber, dal fact checking alle post verità.


Commenti
Consigliato per te
Maturità 2018: le migliori tesine su Il Piccolo Principe
Skuola | TV
Il simpatico Dado ospite in studio!

Nella prossima puntata della Skuola Tv avremo Dado in studio. Le risate, quindi, sono assicurate!

11 dicembre 2017 ore 16:30

Segui la diretta