Come cercare lavoro? Trovalo in 5 mosse

Cristina Montini
Di Cristina Montini

ecco come cercare lavoro

Come cercare lavoro? È questa la domanda che sempre più spesso si fanno moltissimi ragazzi, che vogliono pagarsi da soli l'università o che, una volta laureati non sanno da che parte iniziare. Se anche tu sei tra questi e non sai come fare per cercare lavoro, a spiegarti tutto ci pensa Skuola.net insieme a Virgin Radio nell'appuntamento settimanale con il mondo del lavoro all'interno della trasmissione Buongiorno Dr Feelgood.

#5 Distinguere gli annunci dalle truffe
Quando sei alla ricerca di un lavoro, la prima cosa da fare è quella di prestare attenzione alle truffe che si insidiano in alcuni annunci. Ecco quali sono i più frequenti assolutamente da evitare.

-Banche dati. Un campanello di allarme è la richiesta di denaro per inserire il curriculum in apposite banche dati o di un compenso per mantenere il cv attivo. Le vere società di selezione hanno come clienti le aziende e non le singole persone che cercano un’occupazione.

-Corsi di formazione. Diffidare dai corsi a pagamento che assicurano un posto di lavoro al temine delle lezioni, a meno che non venga fatto firmare un regolare contratto. Altra cosa importate a cui prestare attenzione è che l’ente presso il quale si vuole frequentare un corso sia stato autorizzato, altrimenti si rischia di conseguire un titolo non riconosciuto legalmente. È da considerare, inoltre, che la dicitura “Con presa d'atto del Ministero dell'Istruzione” significa che la richiesta di autorizzazione è stata spedita al Ministero e che quest’ultimo ne ha preso atto, tuttavia non ha ancora concesso l'autorizzazione. In ogni caso, per non avere brutte sorprese, è consigliabile seguire corsi organizzati da enti riconosciuti dalla pubblica amministrazione. Infine, occhi aperti sugli annunci di lavoro o stage che in realtà nascondono la partecipazione e il pagamento di un corso di formazione, magari senza effettivi sbocchi professionali.

-Lavoro a domicilio. Anche se ci sono molte aziende serie, è abbastanza facile imbattersi in una truffa. Ad esempio, alcune aziende chiedono dei soldi per il pagamento del materiale che però non invieranno mai e altre, invece, pongono degli obiettivi da raggiungere troppo alti.

-Vendita porta a porta. Per sapere se si tratta di una azienda seria, è possibile controllare presso gli Uffici provinciali del lavoro nel registro delle aziende del settore delle vendite dirette che hanno personale regolarmente assunto oppure presso la Camera di commercio. In ogni caso è buona regola diffidare di una società che chiede soldi per iniziare una attività lavorativa.

-Book fotografico. È uno strumento indispensabile per chi ha il desiderio di lavorare nel mondo della moda, della pubblicità o dello spettacolo. Viene spesso richiesto dalle agenzie di selezione oppure sono le agenzie stesse ad indicare al candidato i nomi di alcuni fotografi dove fare un book ad un giusto prezzo. Tuttavia alcune agenzie sfruttano questo strumento per lucrare: con la promessa di un lavoro, si offrono di fornire un book, ma a caro prezzo. Questa è una truffa.

Se pensi di essere stato vittima di una truffa ecco a chi devi rivolgerti:
- Ispettorato del lavoro
- Comando dei carabinieri per la tutela del lavoro

#4 Pubblica Amministrazione
Il posto pubblico, ambito da tutti quelli che non sanno come trovare un posto di lavoro (e non solo), sia per la stabilità sia per la certezza dello stipendio. L’accesso alla Pubblica Amministrazione avviene generalmente tramite concorso pubblico. I criteri necessari per poter partecipare ai bandi di concorso sono, di base:
- essere cittadino italiano o appartenente all’Unione europea;
- aver compiuto la maggiore età;
- non essere escluso dall'elettorato attivo politico;
- non essere mai stato destituito da un'altra Amministrazione dello Stato;
- avere una regolare posizione nei riguardi degli obblighi di leva per i candidati di sesso maschile.
In più, in ogni bando di concorso sono specificati gli ulteriori eventuali requisiti necessari per poter partecipare alla selezione. Ma come si fa a cercare il lavoro che ti piacerebbe fare? I bandi di concorso sono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale (consultabile anche online: www.gazzettaufficiale.it), sui Bollettini Regionali, sulla Gazzetta Ufficiale della Comunità europea – Serie CA (consultabile anche on line: eur-lez.europa.eu), tutte fonti che è possibile trovare anche presso l’Informagiovani della tua città. Oltre ai bandi di concorso, altre possibilità di inserimento sono il collocamento mirato per i disabili oppure l’avviamento per mezzo dei Centri per l’impiego. Quest'ultimo è possibile per le qualifiche per cui è richiesto il possesso della sola scuola dell'obbligo.

Dopo la maturità sei indeciso se continuare a studiare o cercare lavoro? Ecco alcuni consigli!

#3 Centri per l’impiego
Come per fare cercare lavoro? Un aiuto viene sicuramente anche dai Centri per l’Impiego. Strutture pubbliche gestite a livello provinciale che hanno sostituito gli Uffici di Collocamento. Offrono servizi di orientamento attraverso i consulenti professionali e hanno il compito di favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro. I centri per l’impiego forniscono anche assistenza e supporto per la gestione di pratiche burocratiche, rilasciano certificati e gestiscono registri e banche dati come, in particolare, l’elenco anagrafico dei lavoratori nel quale viene registrata la storia lavorativa, l’iscrizione alle liste di mobilità e agli elenchi e graduatorie delle categorie protette.

Attraverso i Centri per l’impiego è possibile:
- consultare annunci di lavoro relativi al territorio;
- sostenere colloqui di orientamento e di consulenza professionale;
- avere informazioni sui percorsi formativi (scuole, università, corsi di formazione, borse di studio, master) per acquisire o adeguare le proprie competenze alle esigenze del mercato del lavoro;
- consultare i bandi di concorsi pubblici di ambito provinciale;
- reperire indirizzi utili per la ricerca lavorativa: indirizzi di aziende, cooperative, siti internet, ecc;
- avere informazioni sulla normativa del rapporto di lavoro: contratti di lavoro, apprendistato, part-time, collocamento, mobilità, e tutta la legislazione riguardante il mondo del lavoro;
- ricevere indicazioni sugli incentivi statali e provinciali spettanti ai datori di lavoro che assumono disoccupati appartenenti a determinate categorie o con particolari tipologie di contratto.
Per usufruire di questi servizi è necessario iscriversi presso il Centro per l’impiego del comune di residenza.

#2 Agenzie per il lavoro (Agenzie interinali)
Le Agenzie per il lavoro o Agenzie interinali sono enti privati che si occupano di gestire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro raccogliendo curriculum, selezionando i profili professionali e mettendo in contatto le persone in cerca di lavoro con le aziende in cerca di personale. Le Agenzie interinali possiedono, infatti, una banca dati in cui raccolgono tutti i curriculum dei candidati che si presentano in agenzia (il servizio fornito dalle agenzie ai lavoratori è completamente gratuito) con in testa il pensiero: “devo trovare un lavoro”. Attraverso questa banca dati cercano di soddisfare le esigenze delle aziende che si rivolgono a loro per la ricerca di personale qualificato. Le Agenzie per il lavoro selezionano i candidati in linea con le caratteristiche richieste dall’azienda e organizzano un colloquio conoscitivo tra azienda e candidato. Il candidato selezionato dall’azienda firmerà un contratto con l’Agenzia per il lavoro: è questa che lo assumerà e si occuperà del pagamento dello stipendio, anche se il lavoro verrà svolto presso l’azienda cliente. Ma le Agenzie per il lavoro offrono anche altri servizi, come quello di erogare corsi di formazione di base e/o professionali e di dare supporto alla ricollocazione professionale in base a specifici accordi sindacali.

#1 Affidarsi al Web
Potrà magari sembrare banale ma affidarsi alla rete è una delle prime cose da fare se non sai come e dove cercare lavoro. Internet, infatti, è uno dei principali canali per inviare candidature di lavoro e le modalità per farlo sono moltissime:

-Contatti. La prima cosa da fare, e anche la più semplice, è quella di cercare nella pagina “Contatti” del sito dell'azienda che interessa un indirizzo email o postale a cui inviare la candidatura.

-Lavora con noi. Le aziende generalmente possiedono nel loro sito internet anche una pagina dedicata a chi cerca lavoro denominata, a seconda dei casi, “lavora con noi”, “jobs”, “careers”, “opportunità di lavoro”. In questa sezione può essere indicato semplicemente l’indirizzo e-mail a cui inviare il curriculum oppure da essa si accede ad un form da compilare per inserire direttamente il curriculum nella banca dati aziendale. In alcuni casi è presente anche un elenco delle posizioni aperte con l’indicazione di un indirizzo a cui inviare la candidatura e il codice dell’offerta di lavoro da specificare. In altri casi ancora, e questo è frequente nelle aziende di grandi dimensioni e molto strutturate, prima di inviare il curriculum viene fatta una esaustiva presentazione aziendale con l’indicazione dei diversi settori produttivi e i titoli di studio più richiesti per potervi accedere.

-Siti specializzati di annunci. Sono numerosi i siti internet che pubblicano annunci di lavoro. Tra questi i più importanti sono:
1) Bakeca.it
2) Infojobs
3) Jobrapido
4) Subito.it
5) Trovalavoro
6) monster
7) Indeed
8) Jobgratis
9) Oggilavoro
10) Helplavoro
In genere, dopo la registrazione è possibile caricare e salvare il curriculum e una presentazione personale per candidarsi velocemente ogni volta che si trova un annuncio corrispondente al proprio profilo. Alcuni di questi siti offrono anche un servizio di email alert che avvisa tramite messaggio di posta elettronica quando ci sono annunci che corrispondono al proprio profilo.

-Social network professionali. Oltre a questi esistono anche social network nati con lo scopo di mettere in contatto i professionisti con le aziende in cerca di personale. Nel profilo si inserisce il livello di istruzione e le esperienze professionali e poi si cerca di allacciare contatti virtuali con potenziali datori di lavoro o, viceversa, saranno le aziende a contattare i profili professionali più interessanti. Uno tra i più importanti social network per cercare lavoro è sicuramente Linkedin. Ma da non sottovalutare è anche il proprio profilo Facebook. Questo perchè capita spesso che dopo un colloquio di lavoro, la persona che ti ha esaminato vada ad informarsi su di te spulciando sul tuo profilo social

Commenti
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità
Skuola | TV
Quanti MEGA ci sono in un GIGA? - Le Reazioni della gente comune

Quanti MEGA ci sono in un GIGA? Abbiamo fatto questa domanda ad alcuni ragazzi, le risposte sono davvero IMBARAZZANTI!

25 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta