• Genova / Giurisprudenza / Giurisprudenza
  • Diritto Internazionale M-Z

manu_ramone-votailprof
manu_ramone-votailprof - Eliminato - 2 Punti
Rispondi Cita Salva

Sto seguendo internazionale con la prof Queirolo e il 26 abbiamo il primo compitino...è fattibile studiando solo gli appunti o bisogna studiarsi bene anche i libri? E poi, nel test le domande vertono solo sugli argomenti da lei trattati a lezione? Alcune cose che ha detto non rientrano nelle pagine da fare segnate sul programma su internet e viceversa...

scura-votailprof
scura-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Penso che gli appunti specie per il 1 compitino siano sufficienti,studiali davvero bene perchè certe domande sono un po' a trabocchetto e soprattutto analizzano gli argomenti sotto diversi punti di vista quindi magari le domande non sono precise precise al dettato della lezione.Direi di fare solo le cose che dice lei indipendentemente dal libro a meno che tu non voglia approfondire ;)
manu_ramone-votailprof
manu_ramone-votailprof - Eliminato - 2 Punti
Rispondi Cita Salva
Una mia compagna mi ha detto che le domande del test verteranno su casi concreti tipo "se il soggetto a è domiciliato nel paese x e tiene tale condotta ecc ecc il giudice competente è...". non so se mi sono fatto capire...Pensavo domande un po' più teoriche...chi l'ha già fatto può confermare o dare indicazioni? Grazie!
scura-votailprof
scura-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Io direi entrambe,non solo domande sugli esempi,perlomeno l'anno scorso!
manu_ramone-votailprof
manu_ramone-votailprof - Eliminato - 2 Punti
Rispondi Cita Salva
perfetto, alla fine era come dicevi tu (sia il fatto che bastano gli appunti che il tipo di domande)...ti ringrazio! :)
narayth-votailprof
narayth-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Cooooooooomunque io me lo aspettavo un po' più facile. o.O

30 min x 30 domande è stato un ritmo veloce! XD
manu_ramone-votailprof
manu_ramone-votailprof - Eliminato - 2 Punti
Rispondi Cita Salva
sono d'accordo sul tempo...era abbastanza poco, anche perchè le domande erano scritte piuttosto fitte e su alcune bisognava ragionare un po'. io di fatti ho messo l'ultima crocetta e consegnato il foglio all'ultimo secondo disponibile XD
per quanto riguarda il livello di difficoltà, in effetti non era poi così facile però più o meno me l'aspettavo così. non posso cmq lamentarmi perchè alla fine è andata bene :)
tra l'altro stamattina è iniziato il modulo nuovo con morando...onestamente la sua lezione non m'è piaciuta granchè, spero che non siano tutti così i venerdì :nonono: e soprattutto che bastino sempre gli appunti :D
manu_ramone-votailprof
manu_ramone-votailprof - Eliminato - 2 Punti
Rispondi Cita Salva

scusate ma non ho capito una cosa: per quanto riguarda l'adattamento del diritto interno a quello internazionale, nel caso di un contrasto tra una norma interna di rango costituzionale ed una derivante dall'adattamento al diritto consuetudinario in passato la corte costituzionale affermava la prevalenza di quest'ultima se venuta ad esistenza anteriormente all'entrata in vigore della costituzione...la prof poi ha detto che in seno alla corte di cassazione si sviluppò un orientamento critico rispetto a questo...ma in cosa consisteva :confused:
oggi cmq la corte costituzionale sostiene che le norme derivanti dall'adattamento al diritto consuetudinario non possono prevalere sui principi costituzionali base dell'ordinamento, giusto?

narayth-votailprof
narayth-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva

Ti riporto quanto ho scritto negli appunti, per cui credo che l'orientamento critico si sviluppa in Cassazione e non in Corte Costituzionale:

In particolare, proprio con riferimento ai casi di immunità, la Cassazione sviluppa un’impostazione giurisprudenziale che si discosta da quanto detto della Corte Costituzionale (che era un “liberi tutti!”), la si chiama teoria della tutela per equivalenti: se davanti a un giudice di legittimità arriva il conflitto di due norme, una di rango consuetudinario (costituzionale) e una che è principio base della Costituzionale (v. agire in giudizio per tutelare i propri diritti ed interessi) non è possibile riconoscere che il secondo sia soppresso. E’ necessario e certo che quanto vincola l’Italia deve valere nell’ordinamento interno (altrimenti si commetterebbero illeciti internazionali), ma contemporaneamente non è possibile da questo far discendere la conseguenza secondo la quale il diritto di azione scompare, in quanto questo viene qualificato come principio base della Costituzione. E’ possibile limitare o rendere in concreto più difficile il diritto di azione, ma non è possibile cancellarlo: occorre verificare se, prima di riconoscere la regola dell’immunità come assoluta, il diritto di azione nel confronto del diplomatico (che l’ordinamento italiano esclude) sia bilanciata dal fatto che venga mantenuto il diritto d’azione nello Stato a cui il diplomatico appartiene: il diritto di azione in questo caso non verrebbe meno, ma lo si trasporterebbe in uno stato straniero che lo dovrà garantire. Se lo stato straniero non desse il diritto d’azione verso il diplomatico allora sarebbe possibile cancellare la regola dell’immunità “espugnando” il diritto internazionale, anche se ciò porterebbe a un illecito internazionale.

E per il resto sì...la Corte Costituzionale ritiene intangibili i principi fondamentali. :D

manu_ramone-votailprof
manu_ramone-votailprof - Eliminato - 2 Punti
Rispondi Cita Salva
"Narayth;256562":
Ti riporto quanto ho scritto negli appunti, per cui credo che l'orientamento critico si sviluppa in Cassazione e non in Corte Costituzionale:
In particolare, proprio con riferimento ai casi di immunità, la Cassazione sviluppa un’impostazione giurisprudenziale che si discosta da quanto detto della Corte Costituzionale (che era un “liberi tutti!”), la si chiama teoria della tutela per equivalenti: se davanti a un giudice di legittimità arriva il conflitto di due norme, una di rango consuetudinario (costituzionale) e una che è principio base della Costituzionale (v. agire in giudizio per tutelare i propri diritti ed interessi) non è possibile riconoscere che il secondo sia soppresso. E’ necessario e certo che quanto vincola l’Italia deve valere nell’ordinamento interno (altrimenti si commetterebbero illeciti internazionali), ma contemporaneamente non è possibile da questo far discendere la conseguenza secondo la quale il diritto di azione scompare, in quanto questo viene qualificato come principio base della Costituzione. E’ possibile limitare o rendere in concreto più difficile il diritto di azione, ma non è possibile cancellarlo: occorre verificare se, prima di riconoscere la regola dell’immunità come assoluta, il diritto di azione nel confronto del diplomatico (che l’ordinamento italiano esclude) sia bilanciata dal fatto che venga mantenuto il diritto d’azione nello Stato a cui il diplomatico appartiene: il diritto di azione in questo caso non verrebbe meno, ma lo si trasporterebbe in uno stato straniero che lo dovrà garantire. Se lo stato straniero non desse il diritto d’azione verso il diplomatico allora sarebbe possibile cancellare la regola dell’immunità “espugnando” il diritto internazionale, anche se ciò porterebbe a un illecito internazionale.

E per il resto sì...la Corte Costituzionale ritiene intangibili i principi fondamentali. :D


aspetta, vediamo se ho capito (cercherò di farti perdere la pazienza :rolleyes:) :
IN PRINCIPIO la corte cost sosteneva che una norma consuetudinaria potesse sempre prevalere su una di rango costituzionale se quella consuetud. si era formata precendentemente. il limite dei principi fondamentali che non potevano essere travolti invece valeva solo per le le consuetudini formatesi dopo l'entrata in vigore della carta costituzionale.
POI in cassazione si forma questo orientamento della tutela per equivalenti per cui (se non sbaglio) il discrimine temporale di cui ho detto sopra non vale; in caso di contrasto si procede a un bilanciamento tra le 2 e la norma costituzionale può essere limitata ma non "travolta".
Giusto?

Poi ho segnato negli appunti che la corte costituzionale negli anni novanta è tornata sui suoi passi pur senza smentire apertamente il suo precedentemente orientamento...però non ho ben capito cosa precisava :confused:

Scusa eh ma so essere insopportabile :angel:

manu_ramone-votailprof
manu_ramone-votailprof - Eliminato - 2 Punti
Rispondi Cita Salva
ma il capitolo XII ora dobbiamo farcelo tutto da noi? non è nemmeno in programma...
cippalippa-votailprof
cippalippa-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Salve ragazzi
lunedì ho l'esame di diritto internazionale... secondo voi gli appunti presi a lezione sono sufficienti per una buona riuscita all'orale?
narayth-votailprof
narayth-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Se sono presi bene bene in modo assurdo sì!
grammar6-votailprof
grammar6-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
assolutamente si..
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
"Chi se ne frega della scuola": la presentazione del libro di Skuola.net

Lascia un messaggio ai conduttori Vai alla pagina TV

In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email