• Storia
  • Aiuto saggio breve storico

    closed post best answer
stefanokj
stefanokj - Erectus - 135 Punti
Salva

Ciao ragazzi, oggi abbiamo fatto un saggio breve sul fascismo.
Il problema è che mi sono trovato abbastanza in difficoltà nel farlo.
Il titolo della traccia è: Il regime fascista essenza e storia
Questo è quello che ho prodotto:

"Il fascismo è un movimento che tende con tutti i mezzi a impadronirsi dello stato e di tutta la vita nazionale per stabilire la sua dittatura assoluta e unica".
Così, Luigi Salvatorelli riassume gli obiettivi su cui si fonda il fascismo.
Però, per arrivare alla meta era necessario monopolizzare le coscienze italiane, infatti per il fascismo il singolo individuo non contava nulla, a meno che non facesse parte di un gruppo.
Una caratteristica importante è il totalitarismo.
Il fascismo era totalitario e metteva lo stato in una posizione di predominio verso tutti gli individui, e per fare questorinnegava qualsiasi cosa potesse mettere in dubbio l'onnipotenza dello stato, come la stessa democrazia, la pluralità dei partiti, dei sindacati e le varie organizzazioni.
Come scrisse Piero Calamandrei in "La crisi della legalità" il fascismo attuò una serie di provvedimenti per il raggiungimento dei propri fini, agendo nell'illegalismo e togliendo "ogni serietà alle leggi figurative scritte sui codici."
Il Duce aveva nelle mani il pieno controllo sul popolo, infatti veniva divinizzato quasi avesse poteri soprannaturali, suscitando nella folla che lo assistiva una sorta di estasi.
Mussolini aveva il controllo completo sulla politica, anche la monarchia ormai, era diventata un semplice araldo, che si limitava a riferire decisioni del partito.
Ovviamente il partito prese il controllo anche sul fronte della magistratura, dove lo squadrismo dominava e faceva giustizia solo a chi faceva comodo utilizzando lo stesso codice codice penale con l'instaurazione del tribunale speciale e delle commissioni per il confino.
Inizialmente esisteva un buon rapporto tra il fascismo e le altre etnie, fino a quando Mussolini (per avere dei vantaggi nei confronti della germania) decise di introdurre in Italia una legislazione antisemita.

La traccia completa del saggio la trovate qui: www.alepalma67.com/parisfascismo.doc

Spero mi possiate dare una mano a correggere questo obbrobrio, e magari aiutatemi a terminarlo :(

melody_gio
melody_gio - Tutor - 33101 Punti
Salva

Testo tuo: Qui Però, per arrivare alla meta era necessario monopolizzare le coscienze italiane, infatti per il fascismo il singolo individuo non contava nulla, a meno che non facesse parte di un gruppo.

Correzione: Per raggiungere questo obiettivo, era importante riuscire ad avere il consenso popolare e questa operazione si poteva concretizzare mediante una massiccia propaganda.

Testo tuo: Una caratteristica importante è il totalitarismo.
Il fascismo era totalitario e metteva lo stato in una posizione di predominio verso tutti gli individui, e per fare questorinnegava qualsiasi cosa potesse mettere in dubbio l'onnipotenza dello stato, come la stessa democrazia, la pluralità dei partiti, dei sindacati e le varie organizzazioni.

Correzione: Il totalitarismo era importante per il processo della monopolizzazione delle coscienze. Il fascismo aveva come principale caratteristica quella di annullare l'individualità delle persone e di porre il regime al di sopra di tutto. Per operare in questa direzione il regime fascista doveva annullare ogni forma di dissenso come i partiti, i sindacati e le varie organizzazioni.


Testo tuo: Il Duce aveva nelle mani il pieno controllo sul popolo, infatti veniva divinizzato quasi avesse poteri soprannaturali, suscitando nella folla che lo assistiva una sorta di estasi.

Correzione: Mussolini aveva il pieno controllo sulle masse, venendo considerato come una divinità grazie alle sue abilità oratorie.


Testo tuo: Ovviamente il partito prese il controllo anche sul fronte della magistratura, dove lo squadrismo dominava e faceva giustizia solo a chi faceva comodo utilizzando lo stesso codice codice penale con l'instaurazione del tribunale speciale e delle commissioni per il confino.
Inizialmente esisteva un buon rapporto tra il fascismo e le altre etnie, fino a quando Mussolini (per avere dei vantaggi nei confronti della germania) decise di introdurre in Italia una legislazione antisemita.

Correzione: Il partito assunse il controllo anche della Magistratura, iniziando ad adottare delle pratiche violente che sfociavano in operazioni squadristiche. Iniziative di forza della dittatura fascista furono l'instaurazione del Tribunale Speciale e delle Commissioni per il confino.
Se in un primo momento il regime era tollerante verso le minoranze presenti sul territorio italiano, in un secondo momento iniziò anche a portare avanti delle politiche antisemite, con la promulgazione delle Leggi razziale del 1938.

Spero di averti dato una mano,
Giorgia :).


Questa risposta è stata cambiata da gio_1984 (02-05-16 21:33, 1 anno 4 mesi 23 giorni )
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Selisa

Selisa Blogger 31 Punti

VIP
Registrati via email