cool98
cool98 - Sapiens - 433 Punti
Rispondi Cita Salva

CIAO A TUTTI! MI POTETE SPIEGARE QUESTO PARAGRAFO DI PSICOLOGIA? PERCHÉ IL PROFESSORE CE LO HA DATO DA STUDIARE A CASA DA SOLI MA NON CI CAPISCO NIENTE :(


GLI APPROCCI PSICOANALITICI: IL BAMBINO IN ETA’ PRESCOLARE

Psicoanalisi freudiana e pedagogia

La principale teoria psicodinamica è la psicoanalisi freudiana. Essa nasce come terapia per gli adulti nevrotici ma, cercando di comprendere i motivi del loro malessere, realizza delle scoperte sulla psiche infantile che hanno delle ripercussioni profonde in campo educativo. Il bambino, nonostante la debolezza del suo Io ancora immaturo, si trova a dover rinunciare alle proprie esigenze pulsionali e a sottomettersi alle norme morali della società in cui vive.

Freud è consapevole che non è possibile lasciare che le pulsioni abbiano un’espressione libera e spontanea, tuttavia ritiene che la società del suo tempo richieda un sacrificio eccessivo alle esigenze istintive del bambino.

Queste tematiche sono poi affrontate dai numerosi psicoanalisti che dedicano la loro ricerca allo studio del bambino.

In questa sede ci limitiamo a esaminare i primi tentativi di applicazione sperimentale delle nuove teorie freudiane, in particolare quelli realizzati nelle comunità infantili e giovanili.

L’educatore non pone al centro della propria opera la repressione degli istinti sessuali e aggressivi. Si permette al bambino di giocare con il proprio corpo e lo si guida in modo graduale alle esigenze sociali, facendone sperimentare la necessità attraverso l’esperienza.

Ramona17
Ramona17 - Sapiens - 418 Punti
Rispondi Cita Salva
in generale parla della psicoanalisi di freud e dei riscontri che può avere in campo pedagogico, quindi nei bambini.

Te lo riscrivo un po' con altre parole:
la teoria psicologica più importante è la psiconalisi di Freud che nasce come terapia per curare i disturbi "mentali" degli adulti, cercando di capire perchè si sentono male. la psicoanalisi di freud ha portato delle scoperte riguardanti la psiche (la mente) del bambino che hanno portato a ripercussioni molto importanti nel campo del educazione. il bambino, nonostante non abbia una personalità ancora del tutto formata, è costretto a rinunciare alle proprie esigenze, ai propri desideri e a sottomettersi alle norme morali della società a cui appartiene.

freud sa che non tutte le esigenze e i desideri possono essere soddisfatti, anzi devono essere controllati, ma ritiene che la società pretenda troppo e soffochi in modo eccessivo i bisogni del bambino.

queste tematiche sono stata affrontate da molti psicologi che hanno dedicato il loro tempo alla ricerca sul bambino.

qui ci limitiamo a esaminare i primi tentativi di mettere in pratica le teorie di freud. i primi "esperimenti" furono attuati nelle comunità infantili e giovanili.

l'educatore (l'insegnante) non cerca di reprimere gli istinti sessuali e aggressivi, ma permette al bambino di giocare con il suo corpo e lo guida in modo graduale a prendere coscienza delle esigenze sociali, facendo in modo che non si soffermi solo su se stesso. per far capire le esigenze sociali l'educatore cerca di farle imparare tramite l'esperienza diretta e non solo tramite la pura teoria.

spero sia un po' più chiaro. se hai altri dubbi, chiedi senza problemi.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Pinchbeck

Pinchbeck Moderatore 5120 Punti

VIP
Registrati via email