Chise
Chise - Sapiens Sapiens - 1240 Punti
Rispondi Cita Salva

Come già detto da qualche parte porterò all'esame una tesina dal titolo (provvisorio) Distopia e Conformismo.

Filosofia: John Stuart Mill e il conformismo, definizione di distopia.
Biologia: Gattaca (film del 1997 con uma Thurman e Ethan Hawke) e le modificazioni genetiche
Fisica e matematica: Flatlandia (libro di Edwin Abbot) e la quarta dimensione
Inglese: 1984 di George Orwell
Italiano: Il conformista di Alberto Moravia

Finiranno implicate quasi necessariamente come citazioni Hannah Arendt, Popper e i regimi totalitari, fascismo in particolare.
Contavo di parlare principalmente delle opere sopra citate e poi fare un approfondimento sulla gentica e la quarta dimensione, senza inserire cose scolastiche. Tanto le domande sul programma me le faranno comunque dopo, è inutile riscrivere cose che ci sono sui libri di testo e magari li indirizzo a farmi domande sul programma in proposito alla tesina. Parlando di queste cose spero che non mi vadano a chiedere Hegel o l'evoluzionismo o D'Annunzio insomma XD poi domande su cose che odio ci scapperanno comunque, ma spero di indirizzare la commissione sui contorni della tesina.

Vorrei avere qualche parere o consiglio^^'

Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao mi piacciono molto sia i tuoi collegamenti che il modo in cui hai deciso di trattarli, se vuoi il mio parere è più che positivo!
ciampax
ciampax - Tutor - 29255 Punti
Rispondi Cita Salva
Una domanda: me lo spieghi il legame di Flatlandia e la distopia, che non l'ho capito?
Chise
Chise - Sapiens Sapiens - 1240 Punti
Rispondi Cita Salva

Flatlandia è un romanzo ambientato in un mondo immaginario che ha i caratteri della distopia in quanto:
1- c'è una fortissima gerarchizzazione (tra l'altro satira dell'epoca vittoriana) che connota la posizione, l'intelligenza e il potere degli individui in base ai lati. Ossia: se uno ha 3 lati per l'opinione pubblica non può essere che un riottoso e uno scemo. Se uno è un cerchio invece sarà dotato di suprema intelligenza. Le donne infine sono solamente delle linee...
2- non esiste libertà di espressione in quanto idee discostanti da quella imposta dal governo dei circoli vengono punite con la carcerazione e l'accusa di eresia e di follia.

alla fine è come gattaca: se non sei geneticamente perfetto o se non hai abbastanza lati non puoi prendere parte a nulla ma sei relegato in un ruolo fisso e tutt'altro che dignitoso.
Il protagonista di Gattaca è la persona più preparata e più adatta per un viaggio nello spazio ma non può andarci perchè non è stato geneticamente programmato.
Il protagonista di Flatlandia scopre che il mondo non è quello che sembra, che esiste un ulteriore dimensione ma non può professarlo perchè è solo un "ordinario" quadrato. Se fosse stato un circolo magari avrebbe avuto possibilità di esporre la sua conoscenza, in quanto quadrato non ha potuto...

Nella tesina vorrei poi riuscire a evidenziare anche quanto alla fine la distopia sia molto vicina al mondo reale...e a me questo non piace niente...mi sembra che si è sempre di più conformati tutti alle stesse idee é_é

Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa

Lascia un messaggio ai conduttori Vai alla pagina TV

In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di settembre
Vincitori di settembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Antonio-P

Antonio-P Blogger 1962 Punti

VIP
Registrati via email