• Latino
  • vi pregooooo.. mi serve un altro aiutinoooo :(

    closed post best answer
ValeVale11
ValeVale11 - Erectus - 113 Punti
Salva

Avrei bisogno di queste due versioni il prima possibile.. :)

1) PRODIGIOSA NASCITA DI SCIPIONE AFRICANO di Gellio
Ab antiquis scriptoribus traditur mater Scipionis, qui prior Africanus appellatus est, diu sterilis existimata esse atque vir quoque, cui nupta erat, liberos desperavisse. Postea in cubic.u.l.o atque in lecto mulieris, cum absente marito cubans sola dormivisset, dicitur repente apparuisse iuxta eam cubans ingens anguis, qui postea, elapsus his qui territi et clamantes viderant, inveniri non potuit. Id ipse maritus ad haruspices retulit. Tradunt eos, sacrificio facto, viro respondisse:"tibi uxor liberos genitura est!". Neque multis diebus postquam ille anguis in lecto visus est, mulier concepti fetus signa sentire coepit; exinde mense decimo peperit illum Africanum qui Hannibalem et Carthaginienses in Africa bello Poenico secundo vicit

2) PERICLE SPIEGA L'ECLISSI DI SOLE di Cicerone
Pericles ille et auctoritate et eloquentia et consilio princeps civitatis suae, cum obscurato sole tenebrae factae essent repente Atheniensiumque animos summus timor occupavisset,( fino qui la traduzione dovrebbe essere:"Il celebre Pericle, il migliore della sua città sia in autorità sia in eloquenza che in saggezza, essendo calate le tenebre una volta oscuratosi il sole repentinamente, e avendo un grandissimo timore invaso gli animi degli ateniesi,", mentre dopo non riesco a tradurla..) demonstravisse civibus suis dicitur id certo tempore et necessario fieri, cum tota luna sub orbem solis se subiecisset. Itaque creditur, etsi non omni intermenstruo, tamen id fieri non posse nisi intermenstruo tempore. (Da qui in poi tra "" ho tradotto ma non so se è giusto) Cum disputando id illustravisset, populum liberavit metu; erat enim tum haec nova et ignota ratio solem, lunae oppositu, solere deficere, quod Thaletem Milesium primum vidisse dicunt.--"infatti questa nuova ignota teoria, cioè che il sole di regola si eclissa per l'opposizione della luna, cosa che si dice che per primo abbia notato Talete di Mileto."--

MI SERVIREBBE IL PRIMA POSSIBILE.. MA NON QUELLE SIMILE SE E' POSSIBILE.. GRAZIE MILLE IN ANTICIPO.. :)

silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Salva

1) PRODIGIOSA NASCITA DI SCIPIONE AFRICANO di Gellio
Ab antiquis scriptoribus traditur mater Scipionis, qui prior Africanus appellatus est, diu sterilis existimata esse atque vir quoque, cui nupta erat, liberos desperavisse. Postea in cubic.u.l.o atque in lecto mulieris, cum absente marito cubans sola dormivisset, dicitur repente apparuisse iuxta eam cubans ingens anguis, qui postea, elapsus his qui territi et clamantes viderant, inveniri non potuit. Id ipse maritus ad haruspices retulit. Tradunt eos, sacrificio facto, viro respondisse:"tibi uxor liberos genitura est!". Neque multis diebus postquam ille anguis in lecto visus est, mulier concepti fetus signa sentire coepit; exinde mense decimo peperit illum Africanum qui Hannibalem et Carthaginienses in Africa bello Poenico secundo vicit

Si narra da parte degli antichi scrittori che la madre di Scipione, che fu chiamato l'Africano superiore, fosse ritenuta a lungo sterile e che anche l'uomo, di cui era sposa, avesse perso le speranze di una prole (lett. di figli). In seguito si dice che nella stanza e nel letto della donna, avendo dormito stesa a letto da sola, poichè il marito era assente, all'improvviso apparisse giacendo vicino a lei un grosso serpente, che in seguito, sfuggito a quelli, che spaventati e gridando l'avevano visto, non pote più essere ritrovato. Il marito stesso riferì questo fatto agli indovini. Si tramanda che essi, compiuto il sacrificio, avessero risposto all'uomo: «Tua moglie è destinata a generarti dei figli!». E non molti giorni dopo che quel serpente apparve sul letto, la donna cominciò ad avvertire i segnali di un feto concepito; al decimo mese da allora generò quell'Africano, che sconfisse Annibale e i Cartaginesi in Africa nella seconda guerra punica.

2) PERICLE SPIEGA L'ECLISSI DI SOLE di Cicerone
Pericles ille et auctoritate et eloquentia et consilio princeps civitatis suae, cum obscurato sole tenebrae factae essent repente Atheniensiumque animos summus timor occupavisset,demonstravisse civibus suis dicitur id certo tempore et necessario fieri, cum tota luna sub orbem solis se subiecisset.
Si dice che quel celebre Pericle, il migliore della sua città sia in autorità sia in eloquenza che in saggezza, essendo repentinamente calate le tenebre [oppure : essendosi fatto buio ] una volta oscuratosi il sole , e avendo un grandissimo timore invaso gli animi degli ateniesi, avesse spiegato ai suoi concittadini che ciò accadeva in un ben deteminato e fissato momento, quando la luna si fosse posta sotto il disco del sole.

Itaque creditur, etsi non omni intermenstruo, tamen id fieri non posse nisi intermenstruo tempore.
E così si crede, anche se non durante ogni novilunio, che tuttavia ciò non possa accadere se non durante il periodo di novilunio

Cum disputando id illustravisset, populum liberavit metu; erat enim tum haec nova et ignota ratio solem, lunae oppositu, solere deficere, quod Thaletem Milesium primum vidisse dicunt.
Avendo spiegato ciò mediante discussioni (lett.: discutendo), liberò il popolo dalla paura; infatti questa era allora una nuova ignota teoria, cioè che il sole di regola si eclissa è solito eclissarsi per l'opposizione della luna, cosa che si dice che per primo abbia notato Talete di Mileto.

in blu la traduzione mancante e le correzioni

ciao valevale11 :hi

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Registrati via email