• Latino
  • versioneeeeeee (51567)

    closed post best answer
giovy95
giovy95 - Ominide - 35 Punti
Salva
raga mi potete aiutare?? mi servirebbe la traduzione della versione di latino."la leggendaria impresa degli argonauti" asp una risp grz

Aggiunto 14 minuti più tardi:

In Colchide, Asiae regione , arietis vellus aureum, quem iuvenis quidam Marti immolaverat, e quercu pendebat: tauri, naribus ignem afflantes, et draco immanis advigilabant ne quis accederet. Eo tempore in Thessalia Pelias regnabat, cuius frater Aeson Iasonem filium habebat, iuvenem inter omnes aequales corporis viribus et magnitudine animi excellentem. Huic partruus imperavit ut vellus as se portaret. Erat ea ardua et pericu-lorum plena: itaque Iason socios expeditonis fortissimos illus aetatis viros delegit. Nave pulcherrima, quam Iussus regis huius regionis, tauros ignem exhalantes perdomuit, draconem necavit eiusque dentes sevit. Tandem virtute sua et auxilio Medeae, regis filiae, Iason victoriam insignem reportavit et vellus patruo victor praebuit.

qst è la versione chi mi aiutaaaa????

Aggiunto 1 minuti più tardi:

Sei un grandeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee.. ti ringrazio è qst....... :love ihihihihihihih
victorinox
victorinox - Genius - 2527 Punti
Salva

vedi se è questa...
altrimenti scrivi le prime parole così la ricerca risulta più facile.

Nella Colchide pendeva da una quercia il vello d'oro di un ariete, che un certo giovane aveva sacrificato a Marte: tori, che soffiavano fuoco dalle narici e un enorme drago vigilavano perché nessuno [gli] si avvicinasse. In quel tempo regnava in Tessaglia Pelia, il fratello del quale Esone aveva un figlio, Giasone, giovane che emergeva fra tutti i coetanei per la forza fisica e la grandezza d'animo. A costui lo zio paterno ordinò di portargli il vello. Era quell'impresa difficile e piena di pericoli: per questo Giasone scelse come compagni della spedizione uomini fortissimi e della sua età. (Qui manca qualcosa nel testo, ma il senso dovrebbe essere il seguente) Con una nave bellissima e con l'ordine del re di quella regione, domò completamente i tori che soffiavano fuoco, uccise il drago e seminò i suoi denti. Allora Giasone, con il suo valore e con l'aiuto di Medea, figlia del re, Giasone riportò una grande vittoria e come vincitore offrì il vello allo zio paterno.

ciao giovy95 :hi :hi

Aggiunto 1 minuti più tardi:

ok è la versione che ti ho scritto io.. ciao

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Registrati via email