• Latino
  • Versione Pisistrato (52427)

    closed post
Peppe71095
Peppe71095 - Ominide - 22 Punti
Salva
Scusate mi potreste fare questa versioneee...vi sarò gradooo...

Cum leges conscripsisset Solon patriam reliquit. Hoc interim spatio Pisistratus, adolescens nobilis, propter res praeclare gestas populo carus, tyrannidem per dolum occupavit. Namque sibi ipse vulnera inflixit atque in publicum processit : deinde contionem advocavit, vulnera ostentavit sibique illa nobiles inflixisse, quod plebi faveret(favoriva). Lacrimas vocibus addidit. Credula multitudo stipatores corporis (guardie del corpo) ei attribuit, quorum auxilio Pisistratus tyrannidem occupavit, quam septendecim annos obtinuit.
Ingeniis vero atque artibus favit Homerique libros, atea confusos (disordinati) , sic disposuit, ut nunc habemus. Post eius mortem Hipparchus et Hippias, eius filii, successerunt, qui et (etiam) ipsi litterarum studia vehementer adamaverunt...
silmagister
silmagister - Genius - 25278 Punti
Salva

Cum leges conscripsisset Solon patriam reliquit. Hoc interim spatio Pisistratus, adolescens nobilis, propter res praeclare gestas populo carus, tyrannidem per dolum occupavit. Namque sibi ipse vulnera inflixit atque in publicum processit : deinde contionem advocavit, vulnera ostentavit sibique illa nobiles inflixisse, quod plebi faveret(favoriva). Lacrimas vocibus addidit. Credula multitudo stipatores corporis (guardie del corpo) ei attribuit, quorum auxilio Pisistratus tyrannidem occupavit, quam septendecim annos obtinuit.
Ingeniis vero atque artibus favit Homerique libros, atea confusos (disordinati) , sic disposuit, ut nunc habemus. Post eius mortem Hipparchus et Hippias, eius filii, successerunt, qui et (etiam) ipsi litterarum studia vehementer adamaverunt...

Dopo aver scritto le leggi, Solone lasciò la patria. In questo frattempo intanto, Pisistrato, nobile giovane, caro al popolo per le imprese compiute con successo, si fece tiranno attraverso l'inganno. Infatti si inflisse delle ferite da solo e si presentò in pubblico: poi convocò un'assemblea, mostrò che i nobili gli avevano inferto quei colpi, perchè favoriva il popolo. Aggiunse lacrime alle parole. La folla credulona gli concesse delle guardie del corpo, con l'aiuto delle quali ottenne il governo da tiranno, che possedette per diciassette anni. Incoraggiò però gli uomini di ingegno e le arti e mise in ordine i libri di Omero, prima disordinati, così come li abbiamo ora. Dopo la sua morte gli succedettero Ippia e Ipparco, suoi figli, i quali pure amarono appassionatamente lo studio delle lettere.

ciao Peppe71095 :hi

tiscali
tiscali - Tutor - 22997 Punti
Salva
Sposto in Latino
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Registrati via email