• Latino
  • solo 6 frasi dal libro latino a colori pagina 243 numero 27

    closed post best answer
tullia98
tullia98 - Erectus - 79 Punti
Salva

1. Totius Hispaniae regio, quia terrae fecundiate caret atque vacua frumenti est, difficilem habet oppugationem. [Bellum Hispaniense]

2. Postquam bellum decretum est, per muros turresque tormenta cives disponunt, arma in iuvenes dividunt, opifices, quorum copia urbs abundabat, in officinas distribuunt. [Curzio Rufo]

3. Fuit apud Segestanos, ex aere Dianae, simulacrom summa atque antiqua praeditum religione atque singulari opere artificioque perfectum, sed cum hostes ibi confugerunt, populus omnia vestavit. [Cicerone]

4. T. Otacilius, postquam ante lucem urbem intravit, equos frumento onustos cepit atque agrum circa Uticam vastavit praedamque omnis generis ad naves, quae [le quali] apud litus exspectabant, egit. [Livio]

5. Miltiades copias e navibus eduxit, urbem operibus militaribus clausit omnique aqua cibariisque privavit; deinde, postquam vinea ac testudines constituit, propius muros accessit atque tela crebra in urbem coniecit. [Cornelio Nepote]

6. Hostes Carthaginienses in navibus remanserunt scalasque rapuerunt et naves a terra reppulerunt, quia Romani milites ad litus telis hastisque ardentibus onusti appropinquabant. [Bellum Alexandrinum]

7. "Ablue corpus inluvie terrenisque sordibus squalidum: cape regis animum et sortem omnem regni tui cum fortuna Romana misce". [Livio]

Grazie in anticipo

ShattereDreams
ShattereDreams - VIP - 100236 Punti
Salva
1. Il territorio di tutta l'Ispania, poiché manca di fertilità della terra e è priva di grano, rende difficile l'assedio.

2. Dopo che fu decretata la guerra, i cittadini dispongono le catapulte lungo le mura e le torri, distribuiscono le armi ai giovani, ripartiscono gli operai nelle fabbriche, di cui la città abbondava.

3. Presso i Segestani vi fu una statua di bronzo di Diana di dotato di grandissima e antica venerabilità ed eseguita con straordinaria arte e perizia, ma quando i nemici si rifugiarono lì, il popolo devastò ogni cosa.

4. T. Otacilio, dopo che all'alba entrò in città, prese dei cavalli carichi di grano e devastò il territorio attorno ad Utica e portò il bottino di ogni genere alle navi, che attendevano presso la spiaggia.

5. Milziade condusse le truppe fuori dalle navi, cinse la città con opere d'assedio e la privò di acqua e di ogni approvvigionamento; poi, dopo che eresse le vigne e le testuggini, si avvicinò di più alle mura e scagliò numerosi dardi contro la città.

6. I nemici Cartaginesi restarono nelle navi, portarono via le scale e allontanarono le navi dalla terraferma, perché i soldati Romani si avvicinavano alla spiaggia carichi di dardi e lance infuocate.

7. "Detergi il (tuo) corpo sporco di sudiciume e di sporcizia del terreno: assumi lo spirito di un re e unisci la sorte del tuo regno con la sorte Romana".



:hi
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa

Lascia un messaggio ai conduttori Vai alla pagina TV

In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di settembre
Vincitori di settembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Selisa

Selisa Blogger 31 Punti

VIP
Registrati via email