• Latino
  • Aiutoo frasii (190474)

    closed post best answer
Fla_97
Fla_97 - Ominide - 8 Punti
Salva

Aiutoo,mi serve una mano con delle frasi per domani: 1) praetor ad scipionem pompeiumque nuntios mittit,ut subsidio sibi veniant. 2) expositis militibus naves eadem nocte Brundisium a Caesare remittuntur (=remissi sunt), ut reliquae legiones equitatusque transportari possent. 3) caesar litteras ad Trebonium mittit, ut legionem tertiam decimam, quae cum Tito Sextio legato in Biturigibus hiemabat, arcesserent atque Ita cum tribus legionibus magnis itineribusad se venirent. 4) Caesar publium Crassum cum XII cohortibus legionariis et magno numero equitatus in Aquitaniam proficisci iubet, ne ex his nationibus auxilia in Galliam mittantur ac tantae nationes coniugantur. 5) Caesar noluit eum locum, unde Helvetii discesserant, vacare, ne propter bonitatem agrorum Germani, qui trans Rhenum incolunt, e suis finibus in Helvetiorum fines transirent et finitimi Galliae provinciae Allobrogibusque essent.
Grazie a tutti! :hi :hi

ShattereDreams
ShattereDreams - VIP - 100067 Punti
Salva

1. Praetor ad Scipionem Pompeiumque nuntios mittit, ut subsidio sibi veniant.
- Il pretore manda messaggeri a Scipione e a Pompeo, affinché vadano in suo aiuto.

2. Expositis militibus naves eadem nocte Brundisium a Caesare remittuntur (= remissi sunt), ut reliquae legiones equitatusque transportari possent.
- Dopo che i soldati furono sbarcati, nella stessa notte le navi furono rimandate da Cesare a Brindisi, affinché potessero essere trasportate le restanti legioni e la cavalleria.

3. Caesar litteras ad Trebonium mittit, ut legionem tertiam decimam, quae cum Tito Sextio legato in Biturigibus hiemabat, arcesserent atque ita cum tribus legionibus magnis itineribus ad se venirent.
- Cesare mandò una lettera a Trebonio affinché richiamasse la tredicesima legione, che svernava nei territori dei Biturigi con il luogotenente Tito Sestio, e così si recasse da lui con le tre legioni a marce forzate.

4. Caesar Publium Crassum cum XII cohortibus legionariis et magno numero equitatus in Aquitaniam proficisci iubet, ne ex his nationibus auxilia in Galliam mittantur ac tantae nationes coniugantur.
- Cesare ordina che Publio Crasso parta per l'Aquitania con dodici coorti legionarie e un gran numero di cavalieri affinché da questi popoli non siano mandati aiuti in Gallia e popoli così potenti non si uniscano.

5. Caesar noluit eum locum, unde Helvetii discesserant, vacare, ne propter bonitatem agrorum Germani, qui trans Rhenum incolunt, e suis finibus in Helvetiorum fines transirent et finitimi Galliae provinciae Allobrogibusque essent.
- Cesare non volle che quel luogo, da cui si erano allontanati gli Elvezi, restasse vuoto, affinché i Germani, che vivono al di là del Remo, non si trasferissero dai loro territori in quelli degli Elvezi per la fertilità dei campi e diventassero confinanti con la provincia della Gallia e con gli Allobrogi.

:hi

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email