flow.carlo@hotmail.it
flow.carlo@hotmail.it - Ominide - 11 Punti
Salva
Qualcuno riesce a trovarmi la parafrasi di questo sonetto di Guido Guinizzelli? Ecco il testo: Sì sono angostioso e pien di doglia e di molti sospiri e di rancura, che non posso saver quel che mi voglia e qual poss’esser mai la mia ventura. Disnaturato son come la foglia quand’è caduta de la sua verdura, e tanto più che m’è secca la scoglia e la radice de la sua natura: sì ch’eo non credo mai poter gioire,né convertir – la mia disconfortanza in allegranza – di nessun conforto; soletto come tortula voi’ gire, solo partir – mia vita in disperanza, per arroganza – di così gran torto.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa

Lascia un messaggio ai conduttori Vai alla pagina TV

In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di settembre
Vincitori di settembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

jonnyseo

jonnyseo Geek 51 Punti

VIP
Registrati via email