Maria0403
Maria0403 - Eliminato - 3 Punti
Salva
In molti paesi,infatti, le donne non possono scegliersivil marito non hanno diritto all'istruzione ne alla salute ne al lavoro.Per di più sono soggetta a violenze fisiche e sessuali con limitata possibilità di ricorso alla giustizia.A questo proposito ti é mai capitato di leggere articoli
o di aver visto servizi televisivi?Parlane esprimendo le tue opinioni

Aggiunto 3 minuti più tardi:

Vi prego,é urgente.Entro le sei mi serve
melody_gio
melody_gio - Tutor - 33121 Punti
Salva
Ti provo a sviluppare una bozza.

"Da uno studio, pubblicato dall'Organizzazione mondiale per la sanità, emerge che, nel mondo, una donna su tre subisce abusi fisici". Dalle prime righe di un articolo viene riportata una stima dell'Organizzazione Mondiale della Sanità secondo cui molte donne nel mondo subiscono abusi di tipo fisico. E' risaputo da sempre che in molti Paesi mondiali non sia stata raggiunta la parità dei sessi e in molti Paesi le donne non sono in grado di godere di diritti che nel mondo occidentale sono considerati come basilari.
Si pensi per esempio al caso delle donne afghane che oggi, nonostante abbiano acquisito vari diritti dopo le vessazioni subite sotto il regime talebano, ancora sono vittime di terribili violenze domestiche che non sono in grado di denunciare.
Nel corso degli ultimi anni anche un Paese come l'Arabia saudita, Paese molto chiuso nella concessione di pari opportunità tra donne e uomini, ha avuto delle piccolissime aperture per quanto concerne i diritti concessi alle donne, permettendo infatti il diritto di voto alle donne.
In molti Paesi africani invece le donne subiscono una violazione nell'ambito della loro sfera più intima attraverso la pratica atroce dell'infibulazione, la quale viene condannata in molti Paesi mondiali.
Anche in un Paese democratico come l'Italia la violenza sulle donne è molto diffusa, come testimoniano i dati Istat secondo cui una donna su tre in età compresa tra i 16 e i 70 anni è stata vittima dell'aggressività di un uomo e ogni anno vengono uccise circa 100 donne dai loro mariti, ex fidanzati e fidanzati.

Questo è un inizio di bozza, prova magari a continuarla tu magari ponendo le tue considerazioni personali e il tuo giudizio.

Ciao,
Giorgia.

Questa risposta è stata cambiata da gio_1984 (27-11-14 16:51, 2 anni 10 mesi )
Ithaca
Ithaca - Blogger - 9846 Punti
Salva
Vista l'eliminazione dell'utente dal sito, credo non serva rispondere a questo topic.

Chiudo.
.anonimus.
.anonimus. - Tutor - 45016 Punti
Salva

Essendo un tema dovresti postare prima una tua bozza e solamente dopo possiamo provare a rivederlo insieme, aiutandoti col nostro pensiero.
Però provo a farti una piccola bozza che potrai sviluppare, argomentare e espandere con le tue opinioni.


Giorni fa era la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, violenza che nella nostra società invece di cessare continua a provocare un numero elevato di vittime. Moltissimi sono gli articoli e i servizi televisivi che trattano dei crimini più frequenti contro le donne, ovvero le violenze fisiche e sessuali che moltissime sono costrette a subirsi in silenzio, perché molte hanno paura di denunciare o , in altri casi, non vengono ascoltate e aiutate, addirittura delle volte hanno una limitata possibilità di ricorrere alla giustizia. In paesi come l’Afghanistan, il Pakistan, l’India le donne non se la passano bene in quanto sono costrette a matrimoni forzati o addirittura, soprattutto in Cina, fin dalla nascita vengono uccise. In questi paesi la figura femminile viene, tutt’oggi, considerata come l’anello debole della società, viene ancora vista come quella alle quale è vietato il diritto all’istruzione, alla salute e al lavoro, ovvero è vista solo come colei che deve occuparsi della casa e del suo mantenimento. Ma perché arrivati alle soglie del 2015 si ricorre ancora alla violenza? Perché non si è ancora raggiunta una parità dei sessi? Perché le donne devono vivere col terrore di subire violenze e di non potersi ribellare? Bisogna porre un fine a questo strazio, bisogna fare in modo che non ci siano più vittime innocenti, come la povera Bibi Aisha, ragazza che aveva 12 anni quando si è sposata e il marito la picchiava sin dal primo giorno. Lei, a differenza di altre, ha avuto il coraggio di ribellarsi, ha provato a fuggire ma quando l’ha fatto il marito Taliban, assieme ad altri uomini, l’ha portata sulle montagne e le ha tagliato il naso, le orecchie e i capelli (qui puoi vedere te stessa: http://www.nationalgeographic.it/dal-giornale/2010/12/20/foto/donne_afghanistan-151840/9/ ) ….

Prova a continuare te, questo tema è stupendo, devi esprimere le tue opinioni se lo svolgo io non è più considerato tuo. Non ha nulla di difficile, prova a continuare.
Ciao Laura!


PS: Ho riaperto il thread perchè credo sia giusto lasciarlo aperto, magari l'utente si è eliminata ma magari lo vede anche come "visitatore".

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email