• Italiano
  • Saggio breve letterario donne

    closed post
Lollofext
Lollofext - Ominide - 27 Punti
Salva
Salve ragazzi vi chiedo un saggio breve letterario in cui mettiamo a confronto pia de Tolomei Piccarda donati e Francesca analogie e differenze raccontando anche della loro vita facendo le citazioni con le rispettive citazioni iNoltre con una tesi conclusione è introduzione non ci riesco proprio mi è abbastanza complicatoè per domani Raga mi serve per stasera grazie mille se mi sarete una mano sto agitato perché c'è il voto su questo compitomail_placeholder
Ithaca
Ithaca - Blogger - 9867 Punti
Salva

Ciao Lollo,

ti fornisco l'incipit per iniziare.


Francesca da Rimini, Pia de' Tolomei e Piccarda Donati possiamo definirle le “sfortunate e fragili donne della Commedia”, che Dante Alighieri pone rispettivamente all’interno di ogni cantica: Francesca da Rimini nell’Inferno (canto V), Pia de’ Tolomei nel Purgatorio (canto V) e Piccarda Donati nel Paradiso (canto III).
Tre donne, tre vite diverse, ma un’unica storia che si ripete: essa parla di sangue, di drammi familiari e violenze.
Francesca da Rimini, la prima figura femminile che Dante-personaggio incontra e con cui dialoga lungo il suo cammino, si presenta a noi lettori con le seguenti parole:

<< Siede la terra dove nata fui 
su la marina dove ’l Po discende 
per aver pace co’ seguaci sui.                             

Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende 
prese costui de la bella persona 
che mi fu tolta; e ’l modo ancor m’offende.              

Amor, ch’a nullo amato amar perdona, 
mi prese del costui piacer sì forte, 
che, come vedi, ancor non m’abbandona.            

Amor condusse noi ad una morte: 
Caina attende chi a vita ci spense >>

(Canto V, 97-107)

Francesca è figlia di Guido da Polenta, signore della città di Ravenna, andata sposa a Gianciotto Malatesta, signore di Rimini, intorno al 1275. Il matrimonio, dettato da ragioni politiche, come era consuetudine a quel tempo, decretò la pace fra le due famiglie, dopo lunghe contese. La nostra protagonista, però, s'innamoro di Paolo, fratello di Gianciotto, entrambi poi da lui uccisi.
Parliamo di amor cortese, lo stesso amore che in realtà Dante critica e condanna, poiché sottomette la "ragione" al "talento", l'intelletto alla passione. La vera colpa di Francesca, infatti, non consiste nell'amare un uomo diverso da suo marito, ma l'esser fragile e aver ceduto ad una tentazione causata del cattivo uso dell’intelletto, e a causa di essa non poter più elevarsi al primo Bene, nonché Dio, rinunciando pertanto alla salvezza dell'anima.

Da qui puoi andare avanti tu introducendo le altre due figure femminili citate e spiegando la qual è la differenza fra le tre donne (ti fornisco la risposta che provvederai a spiegare a parole tue: Francesca parla delle sue passioni senza mai rinnegarle, dimostrando di essere legata ancora alla vita terrena; Pia’ de Tolemei, seppur dimostri un sentimento, appare in parte distaccata dalla sua vita terrena; Piccarda Donati, a differenza delle altre due figure, parla della sua storia con totale distacco).
Sarebbe ideale effettuare un confronto anche con gli eventi moderni riguardo la situazione delle donne.

Per informazioni sulle vite e altro, puoi consultare i seguenti link:

- http://www.piccolapenna.it/Pia%20de%20Tolomei/Pia%20de'%20Tolomei.htm

- http://divinacommedia.weebly.com/piccarda-donati.html

A presto :hi

Lollofext
Lollofext - Ominide - 27 Punti
Salva
Grazie mille :) [img][/img]
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Pinchbeck

Pinchbeck Moderatore 5120 Punti

VIP
Registrati via email