scanina
scanina - Ominide - 32 Punti
Salva
riassunto di le dodici domande??? è urgente rispondete per piacere...Grazie In Anticipo
victorinox
victorinox - Genius - 2527 Punti
Salva

questo è quello che ho trovato su internet, spero che tipossa essere utile.


Si chiama Ram Mohammad Thomas: ha un nome indù, uno musulmano ed uno cristiano. Il suo terzo nome lo deve ad un prete che l’ha accolto con sè quando i suoi genitori adottivi, dopo averlo strappato pochi giorni prima all’orfanotrofio in cui viveva, lo hanno rifiutato. Gli altri due nomi li deve a due rappresentanti di altre comunità religiose, che hanno protestato affinché venisse applicata la “par condicio”. Ma avere tre nomi come questi può essere comodo nell’India contemporanea: si può usare ora l’uno, ora l’altro, secondo chi si ha davanti al momento, per eliminare l’ostacolo di una diversa religione e tirarsi fuori dai guai. E di guai Ram, nella sua breve vita, ne ha passati tanti, ma in questo momento sta passando il peggiore di tutti: si trova in prigione, con l’accusa di avere imbrogliato gli organizzatori di un quiz televisivo. Com’è infatti possibile che lui, un semplice cameriere appena diciottenne, abbia saputo rispondere senza esitazioni a tutte le dodici domande di “VVUM”, la versione indiana di “Chi vuol essere milionario”, vincendo così un miliardo di rupie? In realtà gli organizzatori non hanno idea di come il ragazzo possa aver barato, ma sborsare una cifra del genere all’inizio del quiz non rientrava nei loro piani. Sperano quindi, d’accordo con la Polizia, di estorcere a Ram, per mezzo di torture, una confessione anche falsa per togliersi da questo impiccio. Ma proprio quando sembra che Ram possa capitolare, fa irruzione una giovane donna, che si presenta come Smita Shah e dice di essere l’avvocato di Ram. Con una decisione ed una competenza da stupire tutti, pretende l’immediata liberazione del ragazzo sciorinando tutti gli articoli di legge che la Polizia sta contravvenendo in quel momento, e minacciando denunce. Ram è momentaneamente libero, ma questo non potrà impedire il processo che è già stato istituito a suo carico. Per questo Smita avvisa il ragazzo che avrà bisogno della sua massima collaborazione: quella notte, a casa sua, rivedranno tutta la registrazione del quiz, compresi i fuori onda, e Ram dovrà spiegare, domanda per domanda, com’è riuscito a dare la risposta. Inizia così il racconto di un ragazzo diciottenne che, in quanto ad esperienze, potrebbe superare un ottantenne. Gli avvenimenti narrati da Ram, chiaramente, non seguono un ordine cronologico, ma vengono via via ricordati in modo funzionale alle varie domande. Il tutto richiede una particolare attenzione da parte del lettore che viene proiettato in una sorta di flashback continuo, andando avanti e indietro nel tempo seguendo il racconto di Ram fino al punto in cui un’esperienza, un ricordo, una frase sentita casualmente, ma che gli è rimasta impressa nella memoria, gli hanno preparato la risposta giusta. Non è lo studio che ha fornito le risposte a Ram, ma l’esperienza. Quante e quali esperienze può avere un ragazzo di diciott’anni? Se si parla di un orfano che vive in India, innumerevoli e di tutti i tipi. Ram durante la sua vita è stato adottato, rifiutato, nuovamente adottato, ha cambiato varie volte città e lavoro, ha visto la ricchezza di coloro per cui lavorava e la povertà dei suoi amici, la disperazione di chi ha avuto tutto ed è ormai finito e quella di chi non ha mai avuto niente e non può permettersi neanche una medicina, ha sperimentato l’amore più forte e l’odio per chi esercita soprusi, ha assistito ad omicidi e suicidi. Lui stesso si è trovato in situazioni nelle quali non aveva scelta: uccidere il prevaricatore o soccombere. Situazioni che Ram ha semplicemente accettato come parte di un destino ineluttabile, senza alcun compiacimento e senza disperazione, fuggendo subito dopo e cambiando completamente città e vita. Ram è fondamentalmente una persona onesta e buona, e solo la disperazione peggiore l’ha portato, raramente, a compiere degli illeciti, per proteggere se stesso o le persone che amava. Ma, beffa del destino, in prigione l’ha portato la peggiore delle trasgressioni: credere di poter valicare quel muro invisibile ma insormontabile che separa i poveri dai ricchi. Ma è proprio così? Un finale ricco di colpi di scena e di rivelazioni ci dirà se Ram riuscirà tutto sommato a valicare questo muro. Sarà un lieto fine, ma per una volta non si tratterà di un finale affrettato e mieloso, di quelli che riescono a vanificare in due righe un buon romanzo. Anzi, il concatenarsi degli eventi nelle ultime pagine lascerà senza fiato. Romanzo curioso, in bilico fra la leggerezza ed il dramma, fra il comico ed il thriller.
In ogni capitolo, la drammaticità del racconto di Ram verrà alla fine stemperata dall’ambiente frivolo e patinato dello studio televisivo. L’originale idea di base, la struttura a dodici domande, è stata ben sfruttata per descrivere i contrasti di un’India divisa fra povertà più nera e fasti scintillanti riservati ai privilegiati, il tutto affrontato con una leggerezza che, se in certi punti (come nel caso degli omicidi) può superficialmente apparire eccessiva, servirà alla fine a farci capire che niente è mai come sembra...

fonte: http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20100729091645AAXxmn1

ciao :hi :hi

Aggiunto 5 ore 36 minuti più tardi:

non vorrei essere un po' "cattivo" però ho notato che mi copi le risposte che do... questa è gia la seconda volta, e ti chiedo di smetterla.
grazie

coltina
coltina - Genius - 11961 Punti
Salva

Colpevole di aver risposto correttamente a tutte e dodici le domande di un quiz televisivo, e di aver vinto un miliardo di rupie, il cameriere diciottenne Ram Mohammad Thomas viene arrestato. Un goffo paria di Mumbai come lui, che non è mai andato a scuola e non legge i giornali, non poteva conoscere le risposte. Per questo i produttori della trasmissione sono convinti che abbia imbrogliato. Certo è che se l'è andata a cercare: come ripetono gli anziani della baraccopoli in cui vive Ram, non è saggio cercare di oltrepassare la linea che separa l'esistenza del ricco da quella del povero. In questo mondo, non c'è speranza di riscatto. Ma c'è una debole speranza di salvezza, che ha il volto di una donna venuta quasi dal nulla e che dichiara di essere il suo avvocato difensore. Per il momento Ram Mohammad Thomas è salvo, può ringraziare Dio secondo le tre religioni che i suoi tre nomi onorano. Lo aspetta la notte più lunga della sua vita, quella in cui dovrà spiegare al suo inaspettato legale come sia riuscito a rispondere. Inizia così un caleidoscopico racconto in cui va delineandosi uno spaccato dell'India di oggi denso di orrori e di meraviglie. È l'India in cui le diverse religioni raramente convivono in un pacifico e fruttuoso equilibrio, un paese in cui la propria fede può fare la differenza fra la vita e la morte; in cui il profumo dell'incenso si mescola al lezzo delle fogne all'aperto e i colori dei sari contrastano col grigiore dei condomini popolari; in cui i fattorini dei pasti a domicilio, ignari dei torbidi retroscena del luccicante mondo di Bollywood, sognano di diventare grandi attori. L'India dove è ancora possibile morire di rabbia all'ombra della maestosa cupola del Taj Mahal, mentre in una villa poco distante tintinnano i calici di una festa. Una storia dolceamara, comica e al tempo stesso drammatica, raccontata con voce fresca, scanzonata e autentica da un nuovo narratore indiano.
da: http://www.mymovies.it/cinemanews/2009/4452/?pagina=2

Aggiunto 2 giorni più tardi:

# victorinox :
non vorrei essere un po' "cattivo" però ho notato che mi copi le risposte che do... questa è gia la seconda volta, e ti chiedo di smetterla.
grazie

Ho fatto anche io lo stesso appunto a pikkolapazza per le sue risposte...vedrai che l'ha capita, forse bisognava solo dirgleilo. Complimenti per la civiltà che hai mostrato Victorinox!
PIKKOLAPAZZA
PIKKOLAPAZZA - Erectus - 64 Punti
Salva
prova questa http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20100729091645AAXxmn1
saretta
saretta - Sapiens - 547 Punti
Salva
e guardata "the milionar"
mitraglietta
mitraglietta - Mito - 62636 Punti
Salva
Ok, credo che possa bastare. due ottime risposte date in un thread per riassunto. bene qui chiudo.
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Registrati via email