brenini92
brenini92 - Sapiens Sapiens - 1610 Punti
Rispondi Cita Salva
salve, mi sevirebbe qualke passo dell'opera Antigone di Sofoce... me ne trovate alcuni???

grazie ..
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
[url=http://209.85.135.104/search?q=cache:i7mDnWzT2c4J:www.filosofico.net/antigonesofocle42.htm+antigone+sofocle&hl=it&ct=clnk&cd=2&gl=it]qui[/url] trovi il testo completo da cui prendere i passi hce preferisci, se hai dubbi postali che quest'opera l'ho letta!!!
brenini92
brenini92 - Sapiens Sapiens - 1610 Punti
Rispondi Cita Salva
mi potresti riportare tu dei passi, con copia e incolla, xkè ora sn troppo impegnato, ho una casino d compiti, così mi eviti d perdere del tempo.grazie..
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva

Su un argomento in particolare?
intanto ti incollo quelli che mi son piaciuti a me, se son troppo lunghi prenidne solo la parte che preferisci:
La risposta di Antigone a Creonte:
"Non Giove a me lanciò simile bando,
né la Giustizia, che dimora insieme
coi Dèmoni d'Averno, onde altre leggi
furono imposte agli uomini; e i tuoi bandi
io non credei che tanta forza avessero
da far sí che le leggi dei Celesti,
non scritte, ed incrollabili, potesse
soverchiare un mortal: ché non adesso
furon sancite, o ieri: eterne vivono
esse; e niuno conosce il dí che nacquero.
E vïolarle e renderne ragione
ai Numi, non potevo io, per timore
d'alcun superbo. Ch'io morir dovessi,
ben lo sapevo, e come no?, pur senza
l'annuncio tuo. Ma se prima del tempo
morrò, guadagno questo io lo considero:
per chi vive, com'io vivo, fra tante
pene, un guadagno non sarà la morte?
Per me, dunque, affrontar tale destino,
doglia è da nulla. Ma se l'uomo nato
dalla mia madre abbandonato avessi,
salma insepolta, allor sí, mi sarei
accorata: del resto non m'accoro.
Tu dirai che da folle io mi comporto;
ma forse di follia m'accusa un folle".

Discorso di Creonte ad Emone verso il finire della tragedia:

"Ecco! Cosí bisogna aver disposto
l'animo, o figlio: ai mòniti paterni
ogni cosa posporre; e perciò gli uomini,
quando figliuoli han generati, s'augurano
obbedïenti nella casa averli,
sí, che nei guai rintuzzino il nemico,
e al par del padre onorino l'amico.
Ma chi genera invece figli inutili,
dirai che procacciò travagli a se
stesso, di scherno appiglio ai suoi nemici.
Mai la lusinga del piacer di femmina
di senno uscire non ti faccia, o figlio.
Freddo, sappi, è di femmina l'amplesso
che sia trista compagna del tuo talamo:
piaga peggior non c'è d'un tristo amore.
Sputa su lei come nemica, lascia
questa fanciulla che qualcuno sposa
l'abbia in Averno: ch'io palesemente
l'ho còlta, mentre, sola ella fra tutti,
tradiva la città: né innanzi a Tebe
sarà ch'io manchi alla parola mia;
bensí l'ucciderò: canti di doglia
levi ella pure a Giove consanguineo.
Ché se i parenti miei vivere io lascio
senza piú freno, che faran gli estranei?
Se giusto è un uom nella sua casa, giusto
se governa lo stato anche sarà;
ma chi le leggi tracotante víola,
e vuole ordini imporre a chi governa,
mai non sarà che lode abbia da me.
Ma chi dai cittadini eletto fu,
nelle minime cose e nelle giuste
obbedito esser deve ed in ogni altra.
Un uomo tale io fede avrò che sia
a comandare e ad ubbidir disposto,
a rimaner, nel turbine di guerra,
saldo compagno nelle file, e giusto.
Male maggiore invece non esiste
della mancanza d'ordine: per questa".
vanno in rovina le città, disperse
vanno le case, le schiere alleate
fuggono infrante dalla pugna. Invece,
la disciplina dà vittoria, e salva
ai piú la vita. È necessario dunque
difendere le leggi, e a nessun patto
consentir che una femmina ci vinca.
Se cadere si dee, meglio cadere
per man d'un uomo: dir non si potrà
che noi fummo piú fiacchi d'una femmina.

Spero ti siano utili ciau :lol

brenini92
brenini92 - Sapiens Sapiens - 1610 Punti
Rispondi Cita Salva
grazie mille.... non è ke x caso puoi anke darmi quello dove lui domanda ad antigone:"scegliesti?, e lei risponde: "scelsi"???
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
ANTIGONE:
Tu la vita scegliesti, ed io la morte.
ISMENE:
Le mie ragioni a chiari detti esposi.
ANTIGONE:
Tu sembrasti a taluni, ad altri io saggia.
ISMENE:
Ed uguale d'entrambe è pur l'errore.
ANTIGONE:
Fa' cuor! Tu vivi; e da gran tempo è morta
l'anima mia: potrà giovare ai morti.
CREONTE:
Di queste due fanciulle, una si svela
ora demente: l'altra è da che nacque.
ISMENE:
Il senno, o re, neppur dov'esso germina
resta nelle sciagure, anzi via fugge.
CREONTE:
Certo, fuggí da te, quando eleggesti
opere tristi insiem coi tristi compiere.
ISMENE:
Come viver potrò senza costei?

è l'unico passo che ho trovato con la parola scegliesti!!!!
brenini92
brenini92 - Sapiens Sapiens - 1610 Punti
Rispondi Cita Salva
l'ultimo pezzo ke hai postato viene prima o dopo quel pezzo ke hai postato precedentente??? grazie... è l'ultima cosa ke t kiedo:D
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
devo assentarmi stasera verso le 20 ti rispondo sorry ciao a dopo
brenini92
brenini92 - Sapiens Sapiens - 1610 Punti
Rispondi Cita Salva
ok... t aspetto...
Francy1982
Francy1982 - Mito - 119085 Punti
Rispondi Cita Salva
eccomi, scegliesti....viene prima di Ecco.....
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Registrati via email