matteo_99
matteo_99 - Ominide - 31 Punti
Salva

aiuto per favore mi serve il riassunto della maga circe e calipso

hakunamatata
hakunamatata - Sapiens Sapiens - 1405 Punti
Salva

https://www.skuola.net/mitologia-epica/odissea-omero/riassunto-odissea.html
http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20080501010849AARiu5y
ciao ciao

tiscali
tiscali - Tutor - 23021 Punti
Salva

Ecco a te:
La ninfa Calipso si innamora di Odisseo e cerca di trattenerlo forzatamente sulla sula isola, Ogigia. Egli è tuttavia contrario: in lui prevalgono un’umanità ed una coscienza tali da indurlo a voler tornare a qualsiasi costo in patria dalla moglie, che pure non regge un confronto fisico con l’immortale Calipso. Finalmente ,dopo otto anni di permanenza forzata sull’isola, gli dei ed Atena in primis lasciano che l’eroe parta, pur contro la volontà della ninfa.

Odisseo, dopo essersi congedato da Calipso,incorre nell'ennesimo naufragio a causa di una violenta tempesta che lo trascina sull'isola dei Feaci. Qui incontra Nausicaa, che è andata alla spiaggia per lavare dei panni con le sue ancelle. La ragazza scopre Ulisse in pessime condizioni sulla spiaggia e lo esorta a lavarsi al fiume. Così Odisseo, grazie anche all'influsso magico di Atena –ancora una volta determinante-, recupera tutto il suo fascino, attraendo Nausicaa.
L’arrivo di Ulisse, reso bellissimo dall’intervento divino, è un tuffo al cuore per questa ragazza che probabilmente crede di vedersi già davanti il futuro sposo. Le adulazioni di Ulisse, delicate e appropriate alla situazione affascinano la fanciulla che dalla descrizione delle sue azioni e delle sue parole ci appare di una bellezza pura, ingenua, tuttavia non sprovveduta. Omero fa notare come Nausicaa segua in modo impeccabile le sacre regole dell’ospitalità anche davanti a uno sconosciuto.
Una volta ospitato nella reggia dell’isola dei Feaci, Ulisse inizia a raccontare i vari avvenimenti in cui si è imbattuto prima di arrivare in quell’isola, primo fra tutti l’incontro con la maga Circe.
L’episodio di Circe è immerso in una atmosfera fiabesca che esula per molti versi dai racconti precedenti: quando i compagni di Ulisse si fermano davanti alla casa della donna, circondata da lupi e leoni addomesticati da lei stregati, vedono la dea che canta e tesse una grande e immortale tela, a rimarcare ancora come tale arte fosse diffusa anticamente. Circe si presenta in primo luogo come antagonista, trasformando i compagni di Odisseo in porci e provando a fare la stessa cosa anche con Odisseo. Fortunatamente, Ermes giunge in aiuto all’eroe, salvandolo ed anzi facendo sì che i due si uniscano; proprio in virtù di questo patto, Circe aiuterà lo straniero nella sua discesa agli inferi. Circe si dimostra a mio avviso di carattere fermo, sicuro, in alcuni tratti addirittura intraprendente.
Non sempre però la donna viene raffigurata in modo positivo all’interno del poema. Si prenda ad esempio una figura marginale ma comunque importante come Clitennestra, la moglie di Agamennone. Seppur dalla descrizione che Agamennone fa di lei nell’Iliade ella sembri perfetta e del tutto in linea con l’ideale di donna greca, al ritorno in patria del marito essa si dimostra un’infida traditrice, che arriva addirittura ad uccidere il marito. Emblematiche le parole di Agamennone, incontrato da Odisseo all’Ade, il quale con un’evidente gnome mette in guardia l’amico dal fidarsi delle donne, che come nel suo caso possono rivelarsi infide e malvagie.
Ciò dimostra, in conclusione, quanto variegate possano essere le raffigurazioni delle donne all’interno del poema: si passa dalla sapienza di Calipso alla lussuria di Circe, passando per l’ostentata ma a tratti insensibile bellezza di Calipso.

Fonte: http://freeforumzone.leonardo.it/lofi/Idee-Tema-sull-Odissea-/D8528734.html

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Registrati via email