enrico97pro
enrico97pro - Ominide - 28 Punti
Salva

devo fare un tema sul discriminazioni razziali seguendo questa traccia: negli ultimi 2 secoli,i neri D'America hanno subitopesanti discriminazioni razziali, quali lotte hanno dovuto sostenere perche' venissero affermati e rispettati i piu' elementari diritti umani e civili?

Aggiunto 22 minuti più tardi:

boh

coltina
coltina - Genius - 11961 Punti
Salva
Selenya ricorda.......citate sempre la fonte!!!!

Aggiunto 2 minuti più tardi:

http://digilander.libero.it/asti/neri%20d%27america.htm
http://temi.repubblica.it/espresso-il68/1968/10/27/non-ho-finito-di-vincere/
http://serenoregis.org/2010/05/la-rivoluzione-dei-diritti-civili-negli-usa-johan-galtung/
quaesti articoli dovrebbero darti tutte le info che cerchi
Selenya
Selenya - Erectus - 96 Punti
Salva

Fin dal XVIII secolo, in ogni Dichiarazione, è andato rafforzandosi un principio cardine
necessario per l’affermarsi di ogni diritto: il principio di Uguaglianza. Ancora oggi però,
risulta estremamente urgente una forte riaffermazione di questo principio. Sono all’ordine
del giorno eventi di discriminazione, situazioni in cui gli individui si vedono negare le
proprie libertà e i propri diritti. Le discriminazioni, che incombono sulla vita quotidiana,
sono un attacco al principio fondamentale secondo il quale i diritti umani spettano a
ciascun essere umano, senza distinzione.
Vorrei qui approfondire in particolare, il principio di non discriminazione razziale, che
ritorna con attualità nelle nostre società, o che forse non le ha mai abbandonate. Vediamo
infatti come Il tema della discriminazione razziale divenga sempre più uno dei grandi temi
globali del nostro tempo e anche uno dei più complessi da affrontare. Nonostante l’eredità
lasciataci, si ripresentano continuamente delle situazioni di discriminazione che
sembrano non aver dato ascolto al passato, a volte ci danno l’impressione di essere
atemporali, di collocarsi fuori dal contesto in cui si trovano. Anche nel nostro paese è
sempre più diffusa la convinzione che il concetto di razza sia scientificamente infondato,
quando un tempo risultava essere invece, motore legittimante per atteggiamenti e
politiche discriminatorie. Si sosteneva una presunta differenza delle razze umane per
affermare la superiorità di una sulle altre. L’umanità ne ha subito le conseguenze. Come
ben sappiamo l’apice della discriminazione razziale, è stato teorizzato e raggiunto nel
cuore dell’Europa durante la Seconda Guerra Mondiale con la Shoah. Oggi il razzismo è
un reato, ma gli ostacoli all’uguaglianza sono sempre presenti.
Per la tutela dei diritti umani, appare allora importante ribadire il principio di non
discriminazione razziale e quindi l’uguaglianza di tutti individui. Il suo percorso di
affermazione parte da lontano, ma la notevole opera di codificazione inizia ad attuarsi
proprio dopo le Guerre Mondiali. Credo sia importante ripercorrere le fasi di affermazione
del principio di non discriminazione, per poter meglio analizzare i meccanismi di tutela
attuale e le modalità con cui la comunità internazionale si fa promotrice di questo principio
fondamentale.
In questo breve elaborato, oltre a soffermarmi su questi ultimi punti sopra citati, intendo
analizzare gli organi e le procedure di controllo, dando particolare attenzione all’operato
dello Special Rapporteur on Contemporary forms of racism, racial discrimination,
xenophobia and related intolerance.
Le fonti
Come già detto, ritengo prima di tutto importante, soffermarmi sulle basi che hanno
formato e codificato il principio di non discriminazione razziale, tanto da divenire e, tanto da divenire una
norma fondante dell’intero sistema internazionale dei diritti umani. Per la prima volta viene
affermato con chiarezza all’interno dello Statuto delle Nazioni Unite;

Aggiunto 38 secondi più tardi:

spero ke sia così!!

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Registrati via email