• Italiano
  • La mia infanzia, Umberto Saba, analisi

    closed post
gea00e
gea00e - Ominide - 25 Punti
Salva

Analisi del testo poetico de "la mia infanzia" di Umberto Saba? Senza parafrasi.
LA MIA INFANZIA FU POVERA E BEATA
DI POCHI AMICI, DI QUALCHE ANIMALE;
CON UNA ZIA BENEFICA ED AMATA
COME LA MADRE, E IN CIELO IDDIO IMMORTALE.

ALL’ANGELO CUSTODE ERA LASCIATA
SGOMBRA, LA NOTTE, METÀ DEL GUANCIALE;
MA PIÙ CARA LA SUA FORMA HO SOGNATA
DOLO LA PRIMA DOLCEZZA CARNALE.

DI RISA IRREFRENABILI I COMPAGNI,
E A ME DI STRANO FERVORE ARGOMENTO,
QUANDO ALLA SCUOLA I VERSI RECITAVO;

TRA FISCHI, CORI, ANIMALESCHI LAGNI,
ANCOR MI VEDO IN QUELLA BOLGIA, E SENTO
SOLO UN’INTIMA VOCE DIRMI BRAVO.

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di novembre
Vincitori di novembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email