luca91
luca91 - Genius - 3124 Punti
Salva
mi potreste fare la parafrasi di questi versi ?
x favore
grazie mille

DA:Giunto Morgante un dì in su 'n un crocicchio,
FINO A : ed unto ma non grasso
(pàrti ch'i' 'l sappi?), e non troppo alto o basso.

questo è il link dove trovare il testo:
http://www.laterza.it/scuola/conoscenze/brano.asp?codice=1000&pag=1
(dalla pagina 1 alla 4 fino a alto e basso l'inizio della quarta pagina )
coltina
coltina - Genius - 11961 Punti
Salva

allora....tutta la parafrasi è un po' troppo....ma un pezzo volentieri!
Qui http://www.tellusfolio.it/index.php?prec=%2Findex.php%3Flev%3D62&cmd=v&id=9141 trovi delle buone note al testo per la parte che ti serve.

Giunto Morgante ad un incrocio, arrivato da una valle ad un grande bosco, vide venire da lontano, per caso, un uomo che sembrava molto arrabbiato. Sbattè il batacchio per terra e disse "Non conosco quell'uomo" poi si mise a sedere su un sasso e qul'altro gli capitò vicino.

Morgante guarda il corpo di quello molte volte, dalal testa ai piedi, perchè gli sembra strano, orribile e brutto e dice "dimmi il tuo nome, o viandante" L'altro rispose: " Il mio nome è Margutte; ebbi vogli anche io di diventare un gigante, ma poi, quando ero arrivato a metà della crescita, mi pentii: e quindi vedi che sono grande sette braccia" (i giganti lo erano 14)

Morgante disse "che tu sia il benvenuto. Vedi ho una fiasca qui al mio fianco, che sono due giornic he non bevo; e se verrai con me io ti darò quel che ti devo mentre camminiamo. Parlami ancora: io non ti ho chiesto se sei cristiano o pagano, o se credi in Cristo o in Apollino" (una divinità della triade musulmana, con Maometto e Trivigante)

Rispose allora Margutte: "A dirti il vero io non credo al nero più che all'azzurro, ma credo nel cappone lesso o arrosto; e ogni tanto credo anche nel burro, nella birra e, quando ce l'ho, nel vino e mi piace molto di più il vino aspro che il mangurro (vino dolce) ; ma soprattutto credo nel buon vino e chedo che chi lo ama sia salvato (è uan presa in giro del Credo cristiano, per cui amare il vino è già un modo per salvarsi l'anima)

Aggiunto 47 minuti più tardi:

Credo nella torta e nel tortello: uno è la madre e l'altro è suo figlio; il vero Dio è il fegatello, e possono essere uno, due o tre e almeno lui deriva dal fegato (presa in giro della trinità). E poichè io vorrei bere (?) se Maometto vieta il vino e lo biasima io faccio finta che sia un sogno o una fantasia;

Aggiunto 7 minuti più tardi:

E Apollino deve essere come la febbre alta e Trevigante uan riunione notturan di spiriti.
La fede è come il solletico (chi lo soffre lo soffre, non ci si può fare nulla, la fede chi ce l'ha ce l'ha, chi non ce l'ha non può darsela): per essere discreto non dico di più, ma credoc eh tu mi abbia capito. Ora tu potresti pensare che sono un eretico: per non parlare per niente ti dirò da dove discendo e così vedrai ceh non mi puoi indottrinare.

La fede è così come l'uomo se la cerca. Vuoi vedere quale sia la mia fede? io sono il figlio di una monaca greca e di un sacerdote musulmano a Bursia, in Turchia. All'inizio mi dedicai alal musica suonando la ribeca (uno strumento a corda), perchè mi piaceva cantare delle geste di Troia e di Ettore e di Achille, e non solo una volta, ma continuamente.

Quando mi stufai di suonare la chitarra io cominciai a usare le armi (arco e faretra). Un giorno in cui poi feci uan rissa in uan moschea e uccisi il mio vecchio padre, presi la spada e cominciai a vagare per il mondo; e come compagni portai con me tutti i peccati dei turchi e dei greci;


Questa risposta è stata cambiata da sbardy (16-12-14 16:58, 3 anni 8 mesi 4 giorni )
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Registrati via email