• Italiano
  • A Zacinto di Foscolo - domande

    closed post best answer
marigio007
marigio007 - Sapiens Sapiens - 1071 Punti
Salva
ugo foscolo A Zacinto

Né più mai toccherò le sacre sponde

Ove il mio corpo fanciulletto giacque,

Zacinto mia, che te specchi nell’onde

Del greco mar da cui vergine nacque

Venere, e fea quell’isole feconde

Col suo primo sorriso, onde non tacque

Le tue limpide nubi e le tue fronde

L’inclito verso di colui che l’acque

Cantò fatali, ed il diverso esiglio

Per cui bello di fama e di sventura

Baciò la sua petrosa Itaca Ulisse.

Tu non altro che il canto avrai del figlio,

o materna mia terra; e a noi prescrisse

il fato illacrimata sepoltura.


che cosa significa il verso tu non altro che il canto avrai del figlio?
che tipo di lessico viene usato all'interno del sonetto? riportando degli esempi.
Grazie mille in anticipo :)

Questa risposta è stata cambiata da laura bella (26-12-14 21:35, 2 anni 9 mesi 3 giorni )
.anonimus.
.anonimus. - Tutor - 45016 Punti
Salva

1- L’anastrofe "tu non altro che il canto avrai del figlio", presente all'inizio della quarta strofa, si riferisce a Zante, ovvero Foscolo “parla” con la patria (attraverso l’impersonificazione o materna mia terra) e si dispera perché non potrà vederla mai più, e anch’essa è disperata, perché non avrà nient’altro che questa poesia. Foscolo assegna a questa poesia un valore missionario: vuole comunicare a tutti attraverso tu non altro che il canto avrai del figlio il valore della sua isola, è l’unica cosa che può fare per lei: farla ricordare agli altri per sempre.


2- Il lessico della poesia è altamente letterario, aulico, pregiato, selezionato e connotativo. La poesia ha un lungo periodo ipotattico che abbraccia le due quartine e la prima terzina. L'ultima terzina ha due periodo paratattici, ma il secondo è in effetti una subordinata causale, introdotta dal punto e virgola. Il primo periodo sintattico ha un andamento sinuoso e veloce, come le acque di un fiume che scorre tra le anse sempre più veloce, fino ad arrivare alla cascata finale, e di nuovo nel letto piatto lentamente il fiume riprende la sua corsa. Così in questo sonetto dopo l'incipit si susseguono sei relative, una dopo l'altra, in un crescendo di immagini nuove e creative fino all'ultima che descrive Ulisse nel suo drammatico viaggio. Il sonetto nella sua ultima terzina riprende il percorso, lentamente, per finire il senso drammatico espresso nei primi due versi.
(Per la seconda risposta ho usato come fonte questo link: http://www.italialibri.net/opere/azacinto.html)

Ciao Laura!

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email