• Greco
  • Versione Aristotele- Ira e desiderio di vendetta

    closed post best answer
shortology
shortology - Erectus - 69 Punti
Salva

versione aristotele da Prakteon

Tony83
Tony83 - Mito - 30579 Punti
Salva

Ira e desiderio di vendetta
Definiamo l’ira come un desiderio di vendetta insieme con dolore per una palese offesa (rivolta) a noi stessi o a qualcuno a noi legato, quando l’offesa non è meritata. Se l’ira è questo, è inevitabile che chi è adirato è sempre adirato con un particolare individuo, per esempio con Cleone ma non con un uomo, e poiché costui ha fatto o stava per fare qualcosa contro di lui o contro una persona a lui vicina, e ad ogni ira segue un certo piacere, quello derivante dalla speranza di vendicarsi; infatti, è piacevole il pensare di ottenere ciò che si desidera, ma nessuno desidera ciò che è palesemente impossibile per lui, mentre chi è adirato desidera qualcosa che è per lui possibile. Perciò, è stato opportunamente detto a proposito della collera:

molto più dolce del miele stillante
cresce nel petto degli uomini.

Infatti, anche un certo piacere è sempre presente sia per questo motivo sia per il fatto che passano del tempo a vendicarsi col pensiero; dunque, l’immagine che ne deriva genera piacere, come quello dei sogni.

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa

Lascia un messaggio ai conduttori Vai alla pagina TV

In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di settembre
Vincitori di settembre

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email