• Greco
  • Mi correggete questa versione? grazie

    closed post best answer
maschinna
maschinna - Erectus - 65 Punti
Salva

Salve,
Ho tradotto un versione di fine libro <Atena 1 esercizi, Petrini>. Mi chiedo se possiate correggermela, sperando di non avere commesso troppi errori. Ho tradotto tutto alla lettera (anche i tempi imperfetti). Riuscite anche a dirmi il livello di difficoltà da 1 a 5?

Ecco la mia traduzione:
LE ARGUTE RISPOSTE DI BIANTE.
Quando un amico gli domandava quale cosa fosse sgradevole, Biante rispondeva:<il sopportare nobilmente il passaggio all'avvilimento (verso il basso)>.
Una volta, mentre viaggiava insieme ad empi, poichè la nave era battuta dalla tempesta e quelli invocavano gli dei, diceva <state zitti, che gli dei non sentano gli uomini così empi che qui navigano>. quando poi gli veniva domandato da un uomo empio che cosa dunque è la pietas, taceva. Poichè conosceva la causa del silenzio, disse <taccio che tu non domandi su nulla che ti conviene>. Poiché il figlio gli domandava che cosa fosse dolce agli uomini, disse <la speranza>. Diceva che era cosa + piacevole giudicare in mezzo ai nemici piuttosto che in mezzo agli amici, uno tra tutti gli amici diventa nemico, se qualche amico mostra una opinione contro di lui; l'altro (un secondo) poi diventa amico dei nemici, se ha ciò che gli spetta da qualche nemico.

Allego il testo in greco.
Grazie

Tony83
Tony83 - Mito - 30579 Punti
Salva

Quando un amico gli domandava CHE COSA fosse sgradevole, Biante rispondeva:<il sopportare nobilmente il passaggio all'avvilimento (verso il basso) (il rivolgimento al peggio della sorte)>.
Una volta, mentre viaggiava insieme ad empi, poiché la nave era battuta dalla tempesta e quelli invocavano gli dei, diceva <state zitti, che gli dei non sentano uomini così empi che qui navigano>. Quando poi gli veniva domandato da un uomo empio che cosa dunque è la pietas (rispetto, religiosità), taceva. Quando quello gli domandava la causa del silenzio, disse <taccio perché tu domandi riguardo a cose che non ti convengono per nulla. Quando, poi, il figlio gli domandava che cosa fosse gradita agli uomini, disse <la speranza>. Diceva che era cosa è piacevole giudicare in mezzo ai nemici piuttosto che in mezzo agli amici ché uno degli amici diventa del tutto nemico, se qualche amico mostra una opinione contro di lui; invece, uno dei nemici diventa amico se ha giustizia (ciò che gli spetta) da parte di un nemico.


Difficoltà = Direi 3

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Maura Manca

Maura Manca Blogger 142 Punti

VIP
Registrati via email