• Geografia
  • su che cosa si basa l'economia cinese?

    closed post best answer
ari_pomi04
ari_pomi04 - Ominide - 6 Punti
Salva

che economia ha la Cina? su che risorse si basa? importa materie prime? quali sono i settori più sviluppati?

marilu1312
marilu1312 - Sapiens Sapiens - 847 Punti
Salva

Negli ultimi trenta anni l’economia cinese ha vissuto un vero e proprio boom economico, che ha permesso al Paese di diventare la seconda economia mondiale, di aumentare il benessere economico e di far uscire dalla povertà milioni di cittadini. L’apertura verso l’estero e le riforme economiche e sociali intraprese a partire dalla fine degli anni ’70 hanno innescato un percorso di crescita costante e con tassi a doppia cifra: nel 2016 il prodotto interno lordo cinese si è attestato sui 11.200 miliardi di USD, secondo solamente a quello degli Stati Uniti e superiore a quello di Giappone e Germania. Le riforme economiche promosse da Deng Xiaoping hanno quindi trasformato un Paese con una forte componente agricola nel centro manifatturiero del mondo. Lo sviluppo industriale ha successivamente innescato la crescita del settore dei servizi, tanto che dal 2013 il settore terziario è diventato il principale contribuente al PIL cinese. Nel 2016 il settore terziario ha rappresentato circa il 51% del PIL, mentre il settore secondario e primario contribuiscono rispettivamente per il 40% e il 9%.
La Cina presenta due vantaggi specifici che possono incentivare società e imprenditori stranieri a investire in loco:

è il centro manifatturiero per eccellenza;
è il primo mercato per quanto riguarda il numero potenziale di consumatori.
Il Governo cinese promuove e incoraggia investimenti stranieri nei settori caratterizzati da elevata innovazione e con un basso impatto a livello ambientale e sociale. Tra i settori più stimolati vi sono:

prodotti ad elevata tecnologia;
attrezzature e macchinari industriali ad alto grado di innovazione e energie rinnovabili.
Export

La Cina è il primo Paese per valore delle esportazioni, davanti a Stati Uniti, Germania e Giappone. Nel 2016 il valore totale delle esportazioni è stato pari a 2.100 miliardi di USD. I principali mercati di sbocco della produzione cinese sono stati gli Stati Uniti, i quali hanno rappresentato circa il 18,4% del totale delle esportazioni. A seguire Hong Kong (con circa il 13,7% delle esportazioni totali) e Giappone (6,2%). I primi dieci mercati di sbocco per le esportazioni cinesi hanno costituito insieme il 59% del totale delle esportazioni cinesi del 2016.
I prodotti cinesi esportati sono principalmente legati al settore elettronico e manifatturiero. Nello specifico i maggiori prodotti esportati sono computer (6,6%), apparecchiature per la trasmissione dati (5,6%), telefonia (4,1%) e circuiti integrati (2,7%).

Import

Il valore delle importazioni cinesi nel 2016 è stato pari a 1.580 miliardi di USD. I principali partner sono Corea del Sud, Giappone e Stati Uniti, con quote pari rispettivamente a 10%, 9,2% e 8,5%. La quota aggregata dei primi dieci è pari al 56%; tale dato evidenzia una elevata diversificazione dell’origine dei prodotti importati in Cina e sottolinea come molti Paesi stiano cercando di entrare in uno dei principali mercati a livello globale. I prodotti importati sono principalmente legati al settore elettronico, a quello petrolifero, della plastica, dei metalli preziosi e dei materiali chimici. In particolare le importazioni di circuiti integrati rappresentano il 9,7% del totale, seguiti da petrolio (8,8%), oro (4,7%), minerali (4,4%) e automobili (3,3%).

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Registrati via email