cool98
cool98 - Sapiens - 433 Punti
Rispondi Cita Salva
Ciao a tutti dovrei sintetizzare questa ricerca in un powerpoint.. qualcuno riuscirebbe ad aiutarmi a trovare delle parole da scrivere nel powerpoint? grazie :) :)


La scuola in Cina assume caratteristiche proprie e tiene conto di diversi fattori, senza tuttavia distaccarsi di molto dal sistema scolastico di tipo occidentale. Esistono nove anni di scuola obbligatoria, ed è opportuno considerare che oggi, agli inizi del XXI secolo, esiste un'alfabetizzazione del 90,9% della popolazione. L'educazione scolastica rimane una delle maggiori priorità del governo nazionale, insieme alla determinazione dell'avanzamento scolastico nei confronti dei più giovani.
Il sistema scolastico cinese è suddiviso in tre livelli di studio: scuole primarie, scuole medie (inferiori e superiori) e università. I primi sei anni di educazione scolastica sono gratuiti e iniziano all'età di 6 o 7 anni, seguiti da ulteriori sei anni di scuola secondaria (tre di scuole medie e tre di scuola superiore). Il terzo livello, quello universitario, è stato gratuito fino al 1985, mentre oggi si basa su un sistema di borse di studio altamente competitivo. Il sistema è oggi considerato piramidale, man mano che si arriva ad un'educazione di livello superiore diminuisce il numero di studenti. L'organizzazione è inoltre oggi altamente decentrata, allo scopo di migliorare e semplificare l'intero sistema (in particolare nelle regioni autonome o quelle a speciale municipalità).
La scuola primaria prevede, come da noi in Europa, la frequenza dell'asilo. Non è obbligatoria ed è in particolare in uso nelle grandi città, dove in genere entrambi i genitori sono occupati in un'attività lavorativa. I tipi di scuole primarie a disposizione della popolazione sono vari e attenti alle esigenze dei cittadini: esistono infatti non solo asili e scuole elementari standard, bensì anche quelli adatti a bambini con particolari problemi, e cioè scuole specifiche per disabili o per bambini non udenti e non vedenti. In totale esistono circa 200 milioni scolari in Cina, circa il 6% della popolazione.
L'educazione secondaria viene a sua volta suddivisa in educazione “media” ed educazione “superiore”, la prima dura tre anni ed inizia in genere al compimento dei 12 anni d'età, la seconda comprende un corso di durata di circa 2 o 3 anni e viene iniziata all'età di 15 anni. Le materie di insegnamento non differiscono in genere da quelle europee: lingua e cultura cinese, matematica, fisica, geologia, chimica, storia, geografia, belle arti ed educazione fisico-motoria (punto cardine del sistema). Con la grande riforma scolastica del 1986 la scuola media venne inclusa nell'istruzione obbligatoria compresa nei 9 anni.
Il sistema accademico-universitario in Cina, ha avuto negli ultimi anni una crescita esponenziale, portando il numero di studenti a raggiungere la cifra di 20 milioni. Oggi, le statistiche definiscono questo numero come il maggiore del mondo. La caratteristica principale delle università cinesi è quella di servirsi delle cosiddette 'Multi-università', grandi campus multi-facoltà, che vedono l'unione e la fusione amministrativa di singole università e facoltà; ad esse si aggiungono la creazione di diversi indirizzi specialistici, come per esempio quelli degli studi in Energia Atomica, Risorse energetiche, Scienze Informatiche, Biofisica, ecc.
Notevole il contributo del livello universitario e di ricerca allo sviluppo della nazione, non stupisce pertanto la fede del governo cinese nei confronti di un efficiente sistema d'educazione scolastica. Il credo è quello che vede la cooperazione e l'integrazione del sistema di produzione, d'insegnamento e di ricerca, allo scopo di perseguire un unico obiettivo: quello dello sviluppo complessivo della nazione.
Gli edifici scolastici sono per lo più vecchi e a volte fatiscenti, privi del riscaldamento in inverno. Le aule, molto grandi, possono arrivare a contenere fino a 61 alunni ma il numero medio è di 50 studenti, seduti su panche di legno dietro a banchi pure di legno e disposti in lunghe file.
L’arredamento scolastico è ridotto al minimo e così l’attrezzatura degli alunni (di solito consistente in quaderni piccoli e scatole di latta al posto degli astucci).
La lingua cinese scritta richiede la conoscenza di circa 3000 caratteri, e la scrittura non è alfabetica ma ideografica. Pertanto l’istruzione in Cina è un grosso problema specialmente i primi anni: quando cioè i bimbi devono cominciare a memorizzare centinaia e centinaia di caratteri di scrittura, e non hanno alternativa.
Dagli studenti gli insegnanti pretendono rigorosamente l’apprendimento mnemonico.
Gli studenti cinesi, ogni mattina, prima dell’inizio delle lezioni, fanno footing per almeno 15 minuti allo scopo di accumulare quel fondo atletico che permetterà loro il giorno degli esami di superare brillantemente anche questa prova.
sonodolcecomeilmiele
sonodolcecomeilmiele - Sapiens - 449 Punti
Rispondi Cita Salva
La scuola in Cina assume caratteristiche proprie e tiene conto di diversi fattori, senza tuttavia distaccarsi di molto dal sistema scolastico di tipo occidentale.
Il sistema scolastico cinese è suddiviso in tre livelli di studio: scuole primarie, scuole medie (inferiori e superiori) e università. I primi sei anni di educazione scolastica sono gratuiti e iniziano all'età di 6 o 7 anni, seguiti da ulteriori sei anni di scuola secondaria (tre di scuole medie e tre di scuola superiore).
I tipi di scuole primarie a disposizione della popolazione sono vari e attenti alle esigenze dei cittadini: esistono infatti non solo asili e scuole elementari standard, bensì anche quelli adatti a bambini con particolari problemi, e cioè scuole specifiche per disabili o per bambini non udenti e non vedenti.
Le materie di insegnamento non differiscono in genere da quelle europee.
Notevole il contributo del livello universitario e di ricerca allo sviluppo della nazione, non stupisce pertanto la fede del governo cinese nei confronti di un efficiente sistema d'educazione scolastica.
. Le aule, molto grandi, possono arrivare a contenere fino a 61 alunni ma il numero medio è di 50 studenti, seduti su panche di legno dietro a banchi pure di legno e disposti in lunghe file.
L’arredamento scolastico è ridotto al minimo e così l’attrezzatura degli alunni (di solito consistente in quaderni piccoli e scatole di latta al posto degli astucci).
La lingua cinese scritta richiede la conoscenza di circa 3000 caratteri, e la scrittura non è alfabetica ma ideografica. Pertanto l’istruzione in Cina è un grosso problema specialmente i primi anni: quando cioè i bimbi devono cominciare a memorizzare centinaia e centinaia di caratteri di scrittura, e non hanno alternativa.
Dagli studenti gli insegnanti pretendono rigorosamente l’apprendimento mnemonico.
Gli studenti cinesi, ogni mattina, prima dell’inizio delle lezioni, fanno footing per almeno 15 minuti allo scopo di accumulare quel fondo atletico che permetterà loro il giorno degli esami di superare brillantemente anche questa prova.

Queste sono le cose più importanti secondo me, poi magari se è tanto dividi in più diapositive!

Spero di esserti stata d'aiuto! :)

Ciao da Miele
cool98
cool98 - Sapiens - 433 Punti
Rispondi Cita Salva
grazie mille dell'aiuto! siccome in un powerpoint non puoi scrivere tante parole, io intendevo scrivere le "parole-chiavi".. a mo' di schema.. grazie comunque :)
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

ciampax

ciampax Tutor 29253 Punti

VIP
Registrati via email