hithetrik-votailprof
hithetrik-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva

Tendenzialmente mi trovo d'accordo con Filippo Facci il quale afferma: "Internet è popolato da molti maleinformati, la maggior parte di questi vanno sul blog di Beppe Grillo"

Trovo abbastanza ridicola la sua raccolta di firme sull'abolizione dell'albo dei giornalisti e il taglio dei finanziamenti alla stampa (cosa che cmq non avverrà mai). Tralaltro l'ultima che ha fatto si è affossata in un imbarazzante silenzio.

Che ne dite?
Il dico che la dogmatica del populismo contaggia i più ignoranti (o maleinformati che siano). Vanno bene proteste e pretese, ma con la dovuta moderazione. Altrimenti si scade sempre nella banalità

jeevas-votailprof
jeevas-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva

Carissimo matthew, purtroppo questa volta non concordo con te. Da esponente della categoria (ebbene si :twisted: ), trovo che:

a) non sarò probabilmente mai d'accordo con Filippo Facci. Le sue idee sono l'opposto delle mie. Però ha il grande merito di essere arrogante quel che basta per farsi nemici a destra e a sinistra. Ben vengano i suoi contributi, che però non apprezzo. Internet fortunatamente è una fonte infinita di informazioni, e i maleinformati spesso sono proprio coloro che non hanno accesso alla rete (vogliamo parlare di chi basa la propria cultura generale sulla sola televisione?).

b) l'abolizione dell'albo dei giornalisti è UNA GRANDE COSA! Primo, non vedo perchè devo pagare delle quote annue per avere il mio nome iscritto in una sorta di white list. Secondo gli albi sono per lo più delle innovazioni fasciste (a proposito di 25 aprile), usate per avere il controllo delle professioni. Fosse per me li abolirei praticamente tutti, o quasi. Un primo passo potrebbe essere l'abolizione della distinzione tra pubblicisti e professionisti, che è una cosa senza senso. Ben venga anche qui la proposta del clown Grillo.

imported_admin-votailprof
imported_admin-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Filippo Facci non è quello che un giorno disse che voleva far passare Enzo Biagi per cretino?
feputzu-votailprof
feputzu-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Vorrei ricordare che il 6 Maggio il Consiglio di Stato dovrebbe emettere la sentenza sull'assegnazione delle frequenze tv ad Europa7 (e relativo risarcimento) che in base ad una regolare asta pubblica avrebbe dovuto trasmettere al posto dell'abusiva Rete4 già da parecchi anni.
Si tratta dell'ultima fase del procedimento dopo che la Corte di Giustizia Europea è stata interpellata per fornire l'interpretazione di una norma comunitaria sulle telecomunicazioni: risulta che il sistema italiano delle telecomunicazioni è in violazione con le regole della concorrenza europee ed è poco trasparente.
Il commissario europeo per la concorrenza ha già comunicato all'Italia che in caso di non applicazione della sentenza della Corte di Giustizia Europea scatterà la procedura di contenzioso.
Ricordo che si è già aperta la procedura di infrazione anche per la legge Gasparri.
Se non si applicano le sentenze della Corte di Giustizia, lo Stato italiano, dopo essere stato richiamato dalla Commissione, dovrà pagare in base ad una seconda sentenza della Corte una sanzione che si basa su una somma forfettaria di 9.920.000 di Euro e di una penalità di mora che varia da 22.000 a 700.000 Euro per ogni giorno di ritardo nell'attuazione della sentenza (le due componenti possono essere cumulabili).
Oggi Beppe Grillo raccoglie le firme anche per l'abrogazione della legge Gasparri.
Il contenuto dell'iniziativa è interessante perchè sollecita gli italiani a riflettere su un aspetto molto trascurato: lo stato dell'informazione in Italia.
Parlano le graduatorie stilate dalla Freedom House
2007
2006

Motivazione 2007
Motivazione 2006

Rilevante il passaggio dallo stato di Partly Free a Free conseguente al passaggio politico avvenuto nel 2006.
Non condivido la scelta di raccogliere le firme in questo giorno appropriandosi del concetto di Liberazione per altre finalità.
In ogni caso resta il fatto che gli italiani non partecipano un granché ai referendum e quindi speriamo che l'iniziativa serva almeno a svegliare le coscienze.
missviruzzz-votailprof
missviruzzz-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Non condivido i toni usati da Beppe Grillo (si possono fare venire fuori le magagne senza scadere nella volgarità),pero anche se scade un po le sue iniziative servono un po a togliere i prosciutti negli occhi di molti italiani.
imported_stefy-votailprof
imported_stefy-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
scusate la mia ignoranza...
ma rete 4 deve essere mandata sul satellite per lasciare spazio a europa 7..... e nn è avvenuto.... giusto??
allora a pagare nn dovrebbe essere chi ha lasciato qst bellissima rete regno di emilio fede e walker texas ranger? chi ha infranto l'ordine??
credo di nn aver capito per qle motivo deve essere tutta l'Italia a pagare....
hithetrik-votailprof
hithetrik-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Ma l'Italia non deve pagare un bel nulla.
Rete4 è ancora al suo posto perché circa 4 anni fa Ciampi aveva firmato al presidente Berlusco la proroga necessaria per trasmettere ancora sul terrestre analogico: col passaggio al digitale questa norma non ha più effetto xké l'assegnazione delle frequenze è a pagamento. Una bella mossa perché nei prossimi tempi il concambio sarà più capillare a veloce che nei due anni scorsi in cui tutto si è un pò congelato.
hithetrik-votailprof
hithetrik-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Tornando sugli altri punti l'abolizione dell'albo in sé personalmente mi lascia indifferente. Piuttosto lo trovo inutile per l'intento che vorrebbe Grillo: la libera informazione.. E che palle.
Confezionato così certo è un'impegno lodevole ma cambierebbe qualcosa? Non credo.
Anche la questione dei finanziamenti pubblici alla stampa va trattata con un po' più di attenzione. La ratio della legge era proprio quella di favorire la libera informazione: attraverso le sovvenzioni si garantiva la presenza sul mercato anche di quelle testate che da sole non riuscivano ad autofinanziarsi. Che poi ci sia uno sperpero di denaro pubblico ingente, si elargiscano capitali a giornali di tema e interesse discutibile (in primis i giornali di partito) ne possiamo sicuramente discutere, ma interrompere così di netto i contributi statali mi sembra rischioso.
imported_stefy-votailprof
imported_stefy-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
qndi... nn è vero che si dovrà pagare qst marea di soldi?
e poi perchè nn abbiamo europa 7?
sn confusa....
lellaa-votailprof
lellaa-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
credo che più che altro nn ci siamo messi "a prummu" in regola con le condizione dell'europa sul mercato libero per quanto riguarda la telecomunicazioni.....o si va tutti sul digitale e allora c'è abbastanza mercato per tutti e anche le nuove reti o stiamo sull'analogico e diamo la possibilità a tutti di entrare, nell'analogico però nn ci stanno tutte le tv del digitale, e quindi nn più di due tv per società e quindi rai due e rete quattro devono essere mandate sul satellite così che le nuove aziende possano avere quei diritti (ps:quel genio di berlusconi si vuole rivendere i canali che craxi gli ha dato gratis)!!ora la comunità multa l'italia per la mancanza di norme per la liberalizzazione del mercato delle relecomunicazioni!!!questo è spiegato in maniera molto casereccia e tralasciando vari dettagli di tipo tecnico!!
lellaa-votailprof
lellaa-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
per quanto riguarda beppe grillo, nn dimentichiamoci che è un COMICO.
come tale analizza i diffetti del paese e li riporta anche esagerando il tutto!!
lui ti riporta un opinione....
la cosa strana è che se voglio sapere cosa succede in italia devo guardare il suo blog o dei giornali esteri o su forum...altrimenti vedo solo commenti dei politici ai commenti politici del gg prtecedente...culi e tette........per nn parlare delle strazianti scene del crimine....e pallone....(sia sui giornali quotidiani che tg) mentre il governo e chiunque altro abbia interesse al selenzio stampa fa quello che gli pare(inquinamenti delle aziende, tracolli finanziari) ormai il giornalista di "assalto" nn ci sono più!!!!una volta mi è anche capitato di sentire lo stesso servizio uguale con tanto di immagini al tg di italia uni e quello di rai uno!!sono tutti omologati....!!il povero cristo che ruba al supermercato viene messo in prima pagina, lo scandalo dei politici che si prendono la pensione dopo due anni di governo data come notizia di passaggio verso la cronaca nera che tanto poi la gente rimarrà scioccata dalle immagini crude della vittima in terra piena di sangue e dimenticherà il resto!!!
hithetrik-votailprof
hithetrik-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"lellaa":
la cosa strana è che se voglio sapere cosa succede in italia devo guardare il suo blog

Rabbrividiamoooo

Questo è il pensiero dei tanti "grillini" che popolano internet.
L'Italia non è stata multata perchè non è ancora passata al digitale, cosa che sta avvenendo ora, ma su una legge italiana al 100%.

PS: Cosa intendi col fatto che Berlusconi vuole RIVENDERE le reti?

lellaa-votailprof
lellaa-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
alloraaaaaaaaaaa!! ho detto che UNO dei modi per informarmi....so benissimo che è un comico...so benissimo che è il suo lavoro animare le gente....e quello che dice llo prendo con le pinze...è una campana diversa da quelle che cantano solitamente...è il suo pensiero unico, da nn giornalista ma almeno critica...poi ti fai una ricerca e decidi se condividi il suo pensiero o no...continuo a informarmi dopo il suo blog...!!no la paura nn sono le persone che seguono il grillino..............la paura sono le persone che nn vanno al di là del loro naso...la paura sono quelli che seguono studio aperto e pensano che quella sia la realtà!!
lellaa-votailprof
lellaa-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
L'Italia non è stata multata perchè non è ancora passata al digitale, cosa che sta avvenendo ora, ma su una legge italiana al 100%.

PS: Cosa intendi col fatto che Berlusconi vuole RIVENDERE le reti?

nn ho detto reti ma i canali su cui trasmette!!nel senso rivendere rete4 del digitale nn mi sembra tanto giusto se all'origine lui l'ha avuta gratis ddallo stato....nn è capitale investito...ma quello che faccia un pò come gli pare...fesso chi compra!!!

alloras per quanto riguarda la multa della comunità europea...la ce nn gli ha detto di fare solo la legge, gli ha detto solo di liberalizzare il mercato entro un termine..poi come si liberalizzi nn è un problema loro...(o digitale, o analogico ridividendo gli spazi attuali), attualmente nn tutta l'italia è passata in digitale e il 4 e il 2 continuano a essere per la maggior parte dell'italia ancora sull'analogico...!!eravamo già oltre i termini quando è anttrata in vigore la legge gasparri!!
feputzu-votailprof
feputzu-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
"hithetrik":
Ma l'Italia non deve pagare un bel nulla.
Rete4 è ancora al suo posto perché circa 4 anni fa Ciampi aveva firmato al presidente Berlusco la proroga necessaria per trasmettere ancora sul terrestre analogico: col passaggio al digitale questa norma non ha più effetto xké l'assegnazione delle frequenze è a pagamento. Una bella mossa perché nei prossimi tempi il concambio sarà più capillare a veloce che nei due anni scorsi in cui tutto si è un pò congelato.

Altro che non pagare nulla. Probabilmente l'Italia dovrà risarcire Europa 7 per i danni subiti dalla mancata assegnazione delle frequenze come ha sollecitato il Commissario Ue alla Concorrenza.
Deciderà il 6 Maggio il Consiglio di Stato sulla richiesta di risarcimento presentata dal proprietario di Europa 7, oltre che sull'assegnazione immediata delle frequenze occupate.

Commissario UE: Italia deve risarcire Europa7 per mancata assegnazione frequenze

Richiesta risarcimento Europa 7

Come ha affermato il Commissario Ue, la Commissione vigilerà sull'attuazione della sentenza della Corte di Giustizia e quindi in caso di violazione della stessa avvierà il procedimento di contenzioso che porterà alla condanna al pagamento delle sanzioni. Naturalmente se l'Italia sarà ostinata fino all'ultimo richiamo dell'Ue.

Il passaggio al digitale terrestre non è stato ancora completato. E' previsto lo switch off completo per il 30 Novembre 2012 per l'Italia. Non è una questione solo di leggi, ma soprattutto di natura tecnica.
Ora siamo nel regime transitorio: è proprio questo che è stato condannato dall'Ue in quanto consente solo agli operatori già esistenti nell'analogico di trasmettere in digitale.
Infatti l'Ue ha avviato la procedura d'infrazione anche per la Legge Gasparri che porterà alle eventuali sanzioni se l'Italia non adeguerà la normativa alle regole comunitarie appena dopo il secondo richiamo della Commissione.

Ue impone ultimatum all’Italia sulla Gasparri

Vedremo cosa succederà.........
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Maura Manca

Maura Manca Blogger 142 Punti

VIP
Registrati via email