quasar-votailprof
quasar-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
Buongiorno a tutti cari frequentatori del forum. Apro questa discussione (spero nella sezione giusta) per parlare di un argomento un pò delicato..e spero di non scatenare nessun flame. Rileggendo la discussione "conosciamoci meglio" nel forum generico mi sono accorta di una cosa: La maggior parte degli utenti, sia maschi che femmine, alla domanda "tendenze sessuali" ha risposto con:

-eterissimo
-eterissima
-decisamente etero
-più etero che non si può
-etero etero (ma che domande)
-etero (siamo in via d'estinzione)

raramente qualcuno si è fermato alla semplice risposta
-etero

senza nessun commento aggiuntivo.

Ora, nonostante le risposte siano vecchie di qualche anno, tutto questo mi ha fatto riflettere sul fatto che argomenti come la sessualità rappresentano ancora un grosso tabù nella nostra società, per non dire cultura. Si sente il disperato bisogno di esternare in maniera eccessiva e pacchiana la propria eterosessualità per allontanare eventuali dubbi e/o pensieri riguardo un mondo ancora sconosciuto, riguardo qualcosa che incute timore e ribrezzo.
Siamo tutti bravi a dire di non avere problemi ad "accettare" il "diverso", ma la differenza la facciamo in queste piccole cose, quando rivendichiamo l'orgoglio di essere etero con un retrogusto di disprezzo e di offesa, quasi avessero urtato la sensibilità ponendoci al domanda.Quando rivendichiamo con forza una cosa che nella nostra società bigotta dovrebbe essere scontata, e lo facciamo non per dimostrare agli altri che "io?? gay?? ma quando mai??", ma per dimostrarlo a noi stessi.
Quello che penso è che non c’è nessun orgoglio nell’essere etero, come non c’è nessun orgoglio nell’essere gay. Siamo tutti esseri umani, ma molto spesso perdiamo di vista cosa conta davvero: amare qualcuno.
lateb-votailprof
lateb-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
sai che anch'io avevo notato questa cosa nella pagina con il test?
Inutile dire che sono d'accordo, però non dimentichiamo che se c'è un tabu o un pregiudizio, spesso si cerca di girarci intorno (in vari modi) per non sfrontarcisi!
1969-votailprof
1969-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva

Il concetto dell'amore è un concetto che fa parte di noi da quando Il Padre Eterno ci ha messo nel mondo... noi siamo fatti d'amore, ma questo amore ha una legge chimica omeostatica ferrea che non può essere contraddetta, pena il sovvertimento della natura e l'appannaggio della riuscita di esserci messi contro questa natura fatta d'amore...
Noi, nella nostra natura trinitaria fatta di corpo, mente e spirito, siamo come le calamite... abbiamo un polo positivo e un polo negativo.
- le donne hanno il polo negativo in basso, nel pube e il polo positivo in alto nel petto. Esse ricevono lo sperma dall'uomo nel loro utero e amano con tutto il loro essere attraverso il cuore, lo proteggono e si preoccupano per l'amato.
- gli uomini hanno il polo negativo nel petto e il polo positivo in basso, nel pube. Essi rivevono l'amore delle donne nel loro petto e amano con tutto il loro essere attraverso la totale dedizione alla donna durante il rapporto sessuale, la proteggono e la aiutano a non cacciarsi nei guai.
Questa attrazione potente, tiene all'impiedi le società di tutto il mondo da secoli.

Ora come due calamite dello stesso polo si guardano (simbolicamente), ma si respingono, così avviene quando si piacciono 2 persone che appartengono allo stesso sesso. Queste persone sono infatti perennemente alla ricerca di un partner da amare con cui condividere la propria vita: loro hanno rapporti passionali-sessuali-amorosi fatui che non durano mai tutta la vita perchè gli e lo vieta la stessa loro natura di essere poli uguali e non opposti.
Un uomo che ha la mente razionale per sua impostazione naturale, non può mai trovare il suo appagamento totalizzante in un altro uomo che ha il cervello come il suo.
Lo stesso una donna che ha una mente estremamente intuitiva ed emotiva, sarà sempre insoddisfatta stando accanto ad un'altra donna che ha il suo stesso cervello.
Noi abbiamo infatti una gamba sinistra e una destra, con l'una facciamo un passo in avanti e l'altra ci collabora.
Abbiamo una mano sinistra e una destra, con l'una prendiamo (ad esempio un coltello ) e con l'altra reggiamo il pane per tagliarlo.
E queste mani così come i piedi non sono tutt'è due sinistre o tutt'è due destre, ma sono una destra e una sinistra.
Così, l’uomo e la donna sono come le due mani e le 2 gambe.
La donna mitiga la razionalità dell’uomo con la sua intelligenza intuitiva e l’uomo frena l’impulsività e l’emotività della donna con la sua giusta ed equilibrata razionalità.
Durante l’infanzia, quando il modello esatto per la formazione dei poli al petto e al pube, viene stravolto per motivi intrinseci alla famiglia stessa che li ha generati consapevolmente o inconsapevolmente oppure si intersecano compagnie che disturbano questa formazione, i poli possono iniziare ad invertirsi, per cui il ragazzo o la ragazza di 11/12 anni si trovano nel vicolo di un disturbo di identità che li porta inizialmente all'attrazione verso persone dello stesso sesso, successivamente al dolore della costatazione che la loro natura sta subendo un affronto, infine alla scelta di 2 strade completamente opposte:
- la prima è quella della discussione in famiglia e del desiderio del ragazzo/a di volerci vedere chiaro e quindi di ritornare in seno al proprio stato naturale di persona che ha uno spirito fatto di volontà che vince le passioni e di una psiche in grado di riflettere e si rendersi conto che con la lotta data dallo Spirito può, mentre è in tempo di rettificare lo stato psicologico con l'aiuto di persone esperte.
- la seconda è quella del nascondimento, della prova che inizia con un primo bacio, del tumulto interiore fortissimo che questo provoca, della sensazione di essersi riappropriati di qualcosa che avevano smarrito per strada o non avevano mai avuto o gli era stato negato. Successivamente del desiderio fisico-emotivo di ritornare verso quell'esperienza, ma nel contempo della paura di dover affrontare la famiglia, la società, gli amici, la religione, e infine se stessi... i propri cromosomi che sono inecuivocabilmente xx o xy senza ambiguità (nei casi normali).
E' a questo punto che inizia il vero calvario di queste persone, un calvario dettato da una desiderio fisico-emotivo-psichico che non lascia spazio all'evidenza dei fatti: l'assetto cromosomico il diverso modo di ragionare fra uomini e donne (fatto diverso apposta per complementarsi vicendevolmente)

le implicazioni sociali che l'essere uomini o donne hanno sul quotidiano...
Queste persone decidono l'irreparabile per se stessi e per chi li frequenterà in seguito....decidono di avere l'aspetto esteriore del sesso cui ritengono di appartenere e si distruggono sovvertendo totalmente l'ordine naturale che li contraddistingueva... Ma con tutti i martiri che infliggono al proprio corpo, con tutte le sofferenze che sopportano per appartenere al loro sesso psicologico, non si può mai mutare, nella sua costituzione atomica, una calamita che comunque rimane o di polo positivo o di polo negativo.
Quando poi, alla fine il vizio si è incangrenito e diventa come la peste che non da scampo perchè sono scelte che logorano e corrodono anche se ci si convince che in quello stato si sta bene e non è affatto vero tant'è che la maggior parte degli uomini che diventano o vogliono diventare donne si prostituiscono e fanno una vita terribile fatta di droga, alcol e altissima instabilità interiore, da un lato essi decidono di perseguire tutti quelli che non approvano come "normale" le loro richieste sui diritti familiari e sociali, dall'altro si assiste ad una intolleranza fortissma nei loro confronti... intolleranza che sfocia spesso nella violenza.... Ma non basta quanta violenza si fanno già da se stessi?
In questo mondo dove, ho visto storie di persone che hanno dovuto lottare e lottano duramente per motivi futili e per motivi ragionevoli, in un caso soltanto ho domandato al Padre Eterno quale fosse la strada da percorrere e cioè quando sono nati 2 gemelli monozigoti maschi in cui uno dei 2 si era sviluppato come bambina perchè il suo cromosoma "y" si era segregato (c'era, ma era nascosto), non avendo dato la possibilità alla bambina di essere bambino. Questa ragazza aveva paura a guardarsi allo specchiò perchè diceva di sentirsi suo fratello. Attratta dagli uomini, tornava indietro sui suoi passi perchè ogni volta le veniva in mente l'identità con suo fratello, e attratta dalle donne ne aveva ribrezzo perchè era cresciuta psicologicamente e fisicamente donna.
In altri casi invece, ho visto gli interventi cruenti quanto mai salutari solo nei casi di ermafroditismo reale ovvero quando il neonato nasce con un "ovo-tesis" ossia quando si è in presenza sia di un ovaio che di un testicolo, il clitoride somigia ad un pene, ma senza l'orfizio uretrale che si trova invece in basso unito alla vagina. Questi bambini non vanno operati secondo la scelta che i genitori fanno di avere una figlia o un figlio, ma in base al rigoroso rispetto della mappatura genetica. Dato che la presenza del testicolo primitivo è indice della presenza del cromosoma "y", l'ovaio, l'abozzo primitivo dell'utero e la piccolissima vagina devono essere tolti a favore del ripristino di quello che rimane della gonade maschile, e dei suoi annessi. Alla pubertà verranno tolte le rudimentali mammelle e sarà rinforzata la cura ormonale per lo sviluppo dei caratteri sessuali secondari. Non dobbiamo pero, dimenticare che questi ragazzi una volta raggiunta la maturirà sessuale possono essere attratti da persone dello stesso sesso proprio perchè la correzione anatomica e ormonale non riesce sopperire fino in profondità il fatto che siano nati anche con gli organi dell'altro sesso.

quasar-votailprof
quasar-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
@1969

Bel saggio breve. Ma la tua opinione in merito? Per rispondere non si fa un lavoro di copia-incolla o un saggio prolisso di cui non si capisce il senso.

Comunque sia: Quasar, figlia di genitori divorziati. Uomo e donna..eterossessuali. Il loro amore è finito. Conclusione: hai detto una grande cazzata. Il tuo discorso è intriso di una visione cattolico-cristiana che impedisce un dialogo costruttivo a mio parere.
1969-votailprof
1969-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
la mia opinione in merito l'ho già data ed è tutta scritta nel mio "saggio breve".
Se discutere di un argomento significa perentoriamente approvare o non approvare alcune variabili mentali dell'uomo, questo si può dedurre dalla mia risposta precedente.
megimegi-votailprof
megimegi-votailprof - Ominide - 0 Punti
Rispondi Cita Salva
...io penso che ognuno di noi e libero in questo mondo a scegliere cio che vuol fare oppure cio che vuol essere...Apparte a questo in Italia ce ancora una grande tabu o ancor'meglio dei pregiudizi riguardo e questo problema. Speriamo che con il passar del tempo questo tabu venga un po meno.
Tutti siamo liberi in questo mondo.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email