*Deddy*
*Deddy* - Erectus - 133 Punti
Salva

ciao a tutti. oggi il mio prof di scienze ci ha dettato una domanda e ci ha detto di cercare la risposta su internet. solo che io non riesco a trovare niente -.-"
la domanda è:
Da un punto di vista chimico-fisico, quale spiegazione ha l'emisione di diversi spettri da parte di sostanze diverse?
vanno benissimo anche link o qualsiasi cosa se potete.

grazie mille in anticipo *-*

Dreke90
Dreke90 - Genius - 6795 Punti
Salva

Il termine spettro di emissione indica l'insieme delle frequenze emesse da una sorgente di ondee, in particolare, da una sorgente di luce.
Uno spettro di emissione può assumere l’aspetto di spettro continuo oppure quello di spettro
discontinuo.

QUESTO e il termine che viene dato alla parola spettro io avevo studiato in telecomunicazione che i colori e quindi l'emissioni di spetri diversi era dovuto anche al grandazione di fare passare la luce delle sostanze e al modo di riflettere ! xke ogni sostanza ha un proprio coefficiente e questo fa variare gli spetri capito?un esmpio sn le fibre ottiche .. cmq in relazione alla chimica fisica tutto dipende da come e composto la sostanza e dalla spessore! che e molto importante!

*Deddy*
*Deddy* - Erectus - 133 Punti
Salva
ah ok... grazie mille ;)
quindi: l'emissione di diversi spettri da parte di sostanze diverse è dovuta alla gradazione di far passare la loro luce e al modo di riflettere poichè ogni sostanza ha un proprio coefficiente.
giusto?
grazie ancora :D
Dreke90
Dreke90 - Genius - 6795 Punti
Salva
Si io l'avevo studiata cosi per le fibre ottiche e che ogni sostanza ha un proprio spessore e un proprio coeficiente di riflessione e quidni cambiano gli spteri e i colori ! anche xke ogni tonalita a un proprio gradualita che il nostro okkio a la possibilta di vedere!:=)

Aggiunto 2 ore 5 minuti più tardi:

si nn e un argomento facile da spiegare ! penso che cmq come l'hai spiegato tu sia ancora piu facile da capire:=)
the.track
the.track - Genius - 12440 Punti
Salva

Uno spettro (ad esempio luminoso) identifica la radiazione (luminosa appunto) di una sorgente in base alla lunghezza d'onda. Tale lunghezza d'onda è determinata dal tipo di composizione chimica della sorgente (aspetto chimico) e in particolare dalla temperatura della sorgente stessa (aspetto fisico). Gli spettri solitamente sono usati per determinare la composizione chimica delle stelle. Interessante è anche però il fatto che la lunghezza d'onda misurata è dipendente dalla velocità della sorgente rispetto al sistema di riferimento (effetto Doppler).
Volendo andare ad indagare meglio, possiamo dire che la radiazione emessa, è proporzionale al moto degli atomi dentro la sorgente (concetto di temperatura), inoltre come puoi intuire anche la grandezza dell'atomo va a influire sullo spettro, tale grandezza possiamo dire essere il fattore che fa differire un elemento da un altro.

Rendere semplice un argomento simile è difficile. Spero di essere stato comprensibile.

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Registrati via email