shineonmeoned
shineonmeoned - Erectus - 56 Punti
Salva
Ciao a tutti !
Avrei bisogno urgente di un riassunto di un capitolo di filosofia che non mi è chiaro,potreste aiutarmi gentilemente? GRAZIE IN ANTICIPO

ecco il primo capitolo: 1. In che senso la filosofia è nata in Grecia?
http://docplayer.it/9332101-La-ricerca-del-pensiero.html

Questa risposta è stata cambiata da gio_1984 (14-10-16 12:33, 11 mesi 12 giorni )
melody_gio
melody_gio - Tutor - 33058 Punti
Salva
Ciao Shineonmeoned,

non facciamo riassunti di capitoli di libri, al massimo diamo spunti e consigli in merito alla filosofia.

Ti dò un incipit in merito alla nascita della filosofia, ma non ti fornisco riassunti, perché il capitolo devi studiarlo tu e al massimo, qualora tu avessi dei dubbi, puoi chiederci consiglio sempre sul topic.

Le città dell'Asia minore (tra cui Efeso, Mileto, Colofone) furono dei centri culturali molto importanti grazie al contatto con civiltà orientali note come la civiltà egizia, la civiltà mesopotamica, ecc... Sotto l'impulso di queste città, fiorì una nuova scienza anche nelle città della Magna Grecia (Crotone, Agrigento, Elea), conosciuta come filosofia, la quale - mossa da una vena di curiosità - ha come scopo iniziale quello di scoprire il principio della vita. La filosofia quindi sarebbe nata in Grecia e ad avvalorare questa tesi ci sono delle motivazioni:
- i primi testi filosofici sono stati scritti da autori greci;
- la cultura e le arti sarebbero nate nel mondo ellenico;
- i Greci sarebbero stati i primi a muoversi in un tipo di indagine di tipo critico e razionale.

Ciao,
Giorgia.

Questa risposta è stata cambiata da gio_1984 (14-10-16 11:35, 11 mesi 12 giorni )
shineonmeoned
shineonmeoned - Erectus - 56 Punti
Salva
Potreste spiegarmi questa parte?

Diversamente dalla filosofia greca degli inizi, che, secondo quanto vedremo, ha come principale oggetto di ricerca la conoscenza della natura e delle sue forze, la speculazione orientale, in particolare quella indiana, si concentra soprattutto sui problemi esistenziali e religiosi. Essa concepisce la conoscenza in funzione della salvezza, cioè della “liberazione” dell’uomo, che viene fatta consistere nel passaggio dal piano del “samsara”, cioè della realtà dubbia e ingannevole che ci circonda e che si esprime nella ruota della nascita e della morte, al piano del “nirvana”, ossia del ricongiungimento con la Realtà primordiale e assoluta, variamente intesa. In tal modo, la filosofia è concepita come “via alla salvezza” e il filosofo come “illuminato” e “santo”
melody_gio
melody_gio - Tutor - 33058 Punti
Salva
Ciao Shine,

allora vediamo se ti posso essere utile: mentre la filosofia greca aveva come oggetto di indagine la natura, le filosofie di tipo orientale indagavano sui problemi religiosi ed esistenziali dell'uomo. Il loro obiettivo era quello di indagare sulla conoscenza quale mezzo di salvezza umana; quest'ultima si raggiungerebbe, cercando di passare dal piano del "samsara", che sarebbe il mondo che ci circonda (visto come buio e ingannevole) al piano del "nirvana" inteso come unione tra realtà primordiale (ovvero originaria) e assoluta. Solo con il nirvana quindi l'uomo riuscirebbe a trovare la via della salvezza.
La filosofia quindi viene vista come quella scienza che salva gli individui attraverso delle figure illuminate e razionali che sono quelle dei filosofi.

Ciao,
Giorgia.

Questa risposta è stata cambiata da gio_1984 (14-10-16 12:31, 11 mesi 12 giorni )
Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email