marylacorte666
marylacorte666 - Habilis - 211 Punti
Salva
Grazie a tutti
AntonellaS.
AntonellaS. - Eliminato - 141 Punti
Salva
Secondo me perché l'essere costituisce la realtà, pertanto se l'essere é bene significa che la realtà ha una certa etica, una certa morale, certi valori che rispecchiano l'idea di bene. Però se mi dici a che contesto filosofico ti riferisci magari ti posso aiutare meglio!
marylacorte666
marylacorte666 - Habilis - 211 Punti
Salva

Sto studiando Platone

juventina1992
juventina1992 - Genius - 7849 Punti
Salva

Platone

Per Platone il Bene è pari al Sole (Repubblica, VI 508 sgg.):
come il sole con la sua luce dà visibilità alle cose, così il Bene dà intelligibilità alle idee, cioè rende possibile alle idee di essere capite;
e come il sole con la luce dà capacità visiva all'occhio così il Bene dà intelligenza, capacità di capire all'anima. Quindi c'è una omogeneità, una parentela tra le cose che si capiscono e l'anima che le capisce, e questa parentela è rappresentata dal Bene.Come il sole infine, con il suo calore rende possibile la vita, così il Bene fa sì che ciascuna idea e ciascuna cosa esista. Tutto il mondo esiste perché è bene che esista. Le cose esistono perché sono buone e le cose essendo buone sono uno strumento per arrivare al Bene. Una concezione finalistica della natura simile a quella cristiana. Dio ha creato il mondo per bontà, e ha creato gli uomini perché praticassero il bene. Secondo Platone, i beni sono di due specie: umani e divini. Detto altrimenti, vi sono almeno due modi principali di interpretare il Bene: la modalità meramente "umana" consiste nel ridurre il Bene a ciò che è utile e vantaggioso per gli umani. Si ha così una concezione relativistica, utilitaristica ed antropocentrica del Bene. Ma il Bene in sé stesso, il Bene che trascende perfino l'essenza ha una configurazione ben più ampia, anzi illimitata, sottraendosi ai condizionamenti umani: per questo ha carattere divino, ed è per lo più considerato il Primo Dio. Il Bene incondizionato è paragonabile al Sole che risplende su tutti gli esseri. Il Bene in sé è incondizionato, divino poiché trascende ogni limitazione, e per essere avvicinato richiede un'apertura noetica (intellettiva) completa: esso si colloca «al limite estremo dell'intelligibile», e proprio per questo «è difficile a vedersi».
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Bene_(filosofia)

Questo topic è bloccato, non sono ammesse altre risposte.
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

melody_gio

melody_gio Tutor 32987 Punti

VIP
Registrati via email