emgrg
emgrg - Ominide - 10 Punti
Rispondi Cita Salva
Salve ragazzi. Vorrei avere un parere ed in caso un aiuto..
l'anno scorso essendo uno dei ragazzi con la media matematica più alta dell'istituto ho acquisito il diritto di partecipare ad un corso di formazione a Londra con relativo esame finale, il First. (prima che iniziasse la scuola)
L'esame ovviamente non seguiva le regole di cambridge, infatti durante l'esame relativo alla parte dell'ascolto mancavano le cuffie e siamo stati costretti ad avere evidenti handicap nel corso di questa prova. In più la classe stessa era talmente stretta che i candidati erano praticamente vicinissimi. Risultato? Si sono trovate prove scritte con molti errori simili o identici ai miei.(Ovviamente queste persone erano nelle vicinanze). Senza sapere nulla dunque a scuola è arrivata la lettera di protesta di cambridge. In consiglio di classe però hanno deciso di abbassare il mio voto di condotta relativo all'anno scolastico sulla base di questi fatti avvenuti in precedenza.(Mi hanno accusato di aver sporcato il "buon nome" della scuola) A me sembra del tutto illegittimo, non ho nessun diritto?


Vorrei precisare che è il mio ultimo anno di scuola. (Con gli esami di stato alle porte non si scherza con i voti!). Sono partito per londra ad Agosto 2014 e l'esame si è tenuto a settembre 2014, una volta tornato a casa.
Antonio-P
Antonio-P - Blogger - 1962 Punti
Rispondi Cita Salva
Io credo che questa sia una mancanza dell'istituto Cambridge. In effetti anche io ho svolto la prova per il PET ed ho avuto i tuoi stessi problemi con conseguenze però molto differenti. Io ti consiglio di far parlare i genitori in consiglio di classe riguardo a questa situazione. Non è possibile con così pochi dati riuscire a dare torto o ragione a qualcuno! Fammi sapere!
emgrg
emgrg - Ominide - 10 Punti
Rispondi Cita Salva
Ho avuto un confronto io stesso con i professori. Alcuni mi hanno spiegato che non erano affatto d'accordo riguardo questa decisione. Ed una volta esposto le mie ragioni, aver sentito il parere di un professore di diritto( ha detto che non lo possono fare), mi hanno sfidato a fare ricorso in caso la loro decisione non mi fosse andata a genio. Ancora una volta ognuno fa quello che vuole... purtroppo.. vorrei sapere se ci fosse qualcosa da fare, preferirei mandare una lettera... Non so come tutelarmi anche perché penso che non abbiano la libertà di modificare a loro piacimento, senza nessun controllo o qualcosa che ponga dei limiti o riesca a regolare le votazioni e a far rispettare lo studente stesso. (5 anni di scuola: MAI UNA NOTA, MAI UNA SOSPENSIONE, MAI RICHIAMI, risultato? devo avere lo stesso voto di condotta di chi ha avuto un numero esiguo di note o che costantemente viene richiamato per il proprio comportamento, LA VITTORIA DELLA MERITOCRAZIA!!).
Blue Angel
Blue Angel - Blogger - 13141 Punti
Rispondi Cita Salva
Segnala innanzitutto l'accaduto all'Ufficio Scolastico Regionale con raccomandata o PEC. Detto questo, il ricorso si fa al TAR: ti costa soldi, tempo e nervoso. Ne vale la pena? Lo dico per te. I tuoi docenti sicuramente lo meriterebbero, se i fatti sono come me li descrivi.

Trovi maggiori informazioni sul voto in condotta nel mio libro in free download su www.dirittistudenti.it/download

Se avessi bisogno di ulteriore aiuto puoi contattarmi anche in privato mail_placeholder

In bocca al lupo!
Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
In evidenza
Classifica Mensile
Vincitori di agosto
Vincitori di agosto

Come partecipare? | Classifica Community

Community Live

Partecipa alla Community e scala la classifica

Vai al Forum | Invia appunti | Vai alla classifica

Registrati via email