davidet95
davidet95 - Ominide - 2 Punti
Rispondi Cita Salva
non riesco a trovare nnt per l'apparato osteo articolare mi serve per domani
ale92t
ale92t - Genius - 4914 Punti
Rispondi Cita Salva

Ciao Davide, e benvenuto su skuola.net!

Apparato osteoarticolare

È costituito dall’insieme delle ossa e delle articolazioni, ma possiamo far rientrare in esso anche l’apparato muscolare. Le ossa sono costituite da una parte corticale esterna, che è la più dura e compatta essendo fortemente imbibita dai sali di calcio, e da una parte midollare, più porosa e assai meno mineralizzata, che contiene il midollo osseo e i vasi sanguigni. Esternamente l’osso è avvolto da una sottile guaina che si chiama periostio, contenente vasi sanguigni e terminazioni nervose. Le principali cellule dell’osso sono gli osteoblasti, che formano la matrice ossea che viene poi mineralizzata, favorendo quindi la formazione di osso nuovo, e gli osteoclasti, che invece distruggono il tessuto osseo. Normalmente in un soggetto sano adulto l’attività di questi due tipi cellulari è in equilibrio, mentre nei soggetti anziani, specie se di sesso femminile, prevale l’attività degli osteoclasti, il che porta col tempo alla perdita progressiva di osso e quindi all’osteoporosi. Il tessuto osseo dipende, per la sua formazione e per il suo successivo equilibrio, da svariati stimoli di tipo ormonale (calcitonina, paratormone, androgeni, estrogeni, ormone della crescita), meccanico e dalla disponibilità di sali minerali, in particolare calcio, fosforo, silicio, magnesio, e di alcune vitamine, in particolare A e D.
Le articolazioni sono in pratica dei collegamenti tra un osso e l’altro, che rendono possibili i movimenti del corpo. Esse sono costituite da una capsula articolare fibrosa che avvolge le estremità delle due ossa da collegare; si forma così una capsula articolare all’interno della quale si trova una piccola quantità di liquido viscoso. Inoltre le estremità delle ossa poste dentro la capsula sono rivestite da uno strato di cartilagine anch’essa viscosa, per favorire ulteriormente i movimenti. Alcune articolazioni contengono anche un cuscinetto fibro-elastico, per smorzare meglio le forze a cui sono sottoposte; è il caso delle articolazioni fra le vertebre, in cui il cuscinetto si chiama disco intervertebrale. Le articolazioni hanno, nella capsula articolare, abbondanti terminazioni sanguigne e nervose.
I muscoli sono le strutture che, grazie alla forza da essi esercitata, permettono tutti i movimenti del corpo. Essi sono costituiti da numerosissime fibre, composte da proteine sia contrattili sia di struttura. Le prime sono in grado di accorciarsi e di allungarsi in risposta a stimoli elettrici, e sono quindi le principali responsabili dello sviluppo di forza. Le seconde invece servono essenzialmente per contenere le precedenti e per modularne la forza contrattile. I muscoli sono dotati di una ricca vascolarizzazione poiché consumano forti quantità di energia e di un’abbondante innervazione, poiché da essa dipende la trasmissione degli stimoli elettrici necessari per la contrazione. La forza da essi sviluppata deve poi essere trasmessa alle ossa, e ciò avviene grazie ai tendini. Essi sono una sorta di cordoni fibrosi dotati di notevole elasticità, che si inseriscono da un lato sull’osso e dall’altro sul muscolo, trasmettendo così la forza da esso generata.

fonte: http://www.simn.org/apparato_osteoarticolare.html

Come guadagno Punti nel Forum? Leggi la guida completa
Registrati via email