pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

La borghesia ha fatto dello stato un fantoccio nelle proprie mani, uno strumento della difesa del privilegio, presentato sotto l'accattivante parola: «libertà». In particolare, a Marx appare assurdo il diritto alla proprietà privata assoluta, e la libertà assoluta di impresa; in entrambi i casi lo stato viene esautorato di precise funzioni, delle quali si dovrebbe avvalere per la difesa dei lavoratori. Gli economisti classici hanno dato la giustificazione teorica a tale ingiustizia legalizzata. Alla economia classica Marx contrappone la propria analisi del «lavoro alienato»: la proprietà privata è causa della alienazione dei lavoratori. il tema della divisione del lavoro è, d'altra parte, uno dei principali argomenti di critica che volge contro le teorie dei socialisti utopisti. Pur opposte nelle soluzioni, le dottrine economiche di Marx e degli economisti classici hanno spesso un'analoga terminologia tecnica, e molti temi in comune, a cominciare da quelli del lavoro, e della moneta. Sia ne il capitale, sia nella Critica dell'economia politica, Marx basa l'intera storia dei moderni rapporti sociali e politici sulla caratteristica della merce-lavoro di produrre «plusvalore» che, come abbiamo precedentemente detto, scaturisce da un indebito contenimento del «lavoro necessario», e dalla dilatazione, connessa, del «pluslavoro».

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017