pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

La sociologia è posta al vertice dell'evoluzione scientifica, come scientia scientiarum. Il suo compito è quello di condurre l'umanità alla solidarietà e al benessere; infatti, costituisce il quadro concettuale di riferimento dei dati specifici delle diverse scienze: una sorta di teoria-guida, che conferisce significato unitario alle osservazioni. Partendo dal paragone tra « fisica naturale » e « fisica sociale » (la sociologia), Comte nota che l'esperimento, in sociologia, è di tipo peculiare: possibile solo attraverso il metodo analogico, perché i fenomeni sociali non sono integralmente riproducibili in laboratorio. In applicazione del metodo comparativo, si procede, in sociologia, ad osservazioni (diremmo, oggi, « sul campo »), allo scopo di individuare le comuni leggi dei rap porti interindividuali; si passa, poi, per analogia, alle osservazioni sugli usi sociali di popolazioni differenti, in zone geografiche e culturali diverse, tra le quali non è pensabile siano intercorsi scambi. Tutte queste comparazioni, che acquistano senso all’interno della teoria-guida (senza la quale il ricercatore non saprebbe nemmeno a quali fenomeni attribuire valenza sociologica) conducono all'individuazione di costanti, utili a configurare una « statica sociale » (diremmo, oggi, le « costanti strutturali ») comune al comportamento di gruppi umani diversi, e relativamente indipendente dallo sviluppo storico. Infatti, nello sviluppo dei tempi, vengono confermate, e sempre meglio evidenziate, costanti necessarie e universali.

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Moderna?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove