pexolo di pexolo
Ominide 10532 punti

L'originalità della persona e la sua dignità vanno salvaguardate assicurando le condizioni materiali essenziali, su cui crescere spiritualmente e culturalmente. Ciò non avviene nel capitalismo, che Mounier definì, “disordine costituito” perché all'interno del sistema liberal-capitalistico non può aversi giustizia distributiva. La proprietà, secondo Mounier, non dev'essere un diritto assoluto (in ciò è evidente l'analogia con Maritain); occorre riconoscere la centralità del lavoro e del lavoratore rispetto al capitale e all'imprenditore, in modo che la maggior parte del frutto del lavoro tocchi non alla rendita, o ai redditi da capitale, ma ai salari. L'equità dei rapporti economici tra le classi sociali non può ottenersi con la violenza, ma attraverso l'innalzamento del sentimento morale complessivo della società; in tal modo scaturirebbe, secondo Mounier, l'adesione ai valori della solidarietà e, quindi, la positiva disposizione alla “cooperazione economica” tra lavoratori associati in piccole imprese. Leggiamo in Manifesto al servizio del Personalismo comunitario: «Il capitale non è un bene produttivo suscettibile di fecondità automatica, ma solo una materia di scambio. Esso non ha alcun diritto immediato sul prodotto del lavoro al quale contribuisce... Il lavoro è l'unico agente propriamente personale e fecondo dell'attività economica... L'economia capitalistica tende a organizzarsi tutta fuori dalla persona, per un obiettivo quantitativo, impersonale ed esclusivo: il profitto» (→Marx).

Hai bisogno di aiuto in Filosofia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
I Licei Scientifici migliori d'Italia secondo Eduscopio 2017